Le guerre Sioux – 3

A cura di Pietro Costantini
Tutte le puntate dell’articolo: 1, 2, 3, 4.
Mappa 4. Le Campagne del 1863–1864
Verso la fine del 1862 l’esercito mancava delle risorse per inseguire i Sioux che erano fuggiti ad ovest, nel Dakota. Fu solo nell’estate 1863 che il generale John Pope, comandante del Dipartimento del Nord Ovest, riuscì a raccogliere abbastanza fondi e uomini per continuare la campagna. Egli pianificò un’azione a tenaglia per trovare e punire i Santee fuggitivi e minacciare sia gli Yankton sia i Teton che avevano cominciato ad appoggiare i loro fratelli dell’est. Leggi il resto

Mary Schwandt e la grande rivolta dei Sioux del 1862

A cura di Paolo Scanabucci

Questa potrebbe essere l’ennesima storia di guerra tra nativi americani e coloni che tanto ci hanno appassionato e continuano ad appassionarci quando leggiamo un buon libro o vediamo un bel film sull’argomento. È invece la terribile vicenda in cui si è trovata coinvolta, suo malgrado, una ragazza, divenuta poi donna ed emblema del risvolto meno nobile e più crudo di ogni conflitto umano: il suo nome è Mary Schwandt. La sua unica “colpa” fu quella di trovarsi con la sua famiglia,emigrata dalla Germania, in Minnesota il 18 agosto. Mentre i suoi venivano massacrati dai Sioux ad eccezione del fratello che si salvò miracolosamente, lei si trovava in una fattoria vicina. Leggi il resto

La battaglia di Valverde. La guerra civile in New Mexico

A cura di Romano Campanile

Nel mese di febbraio del 1862 si sta aprendo lo scenario che porterà la guerra civile fin nel lontano territorio del New Mexico. Da quelle parti opera una piccola armata confederata di texani e volontari del New Mexico (a quel tempo chiamato Arizona); al comando c’è il Generale Henry Hopkins Sibley e a le sue forze contano circa 2500 uomini.
Obiettivo ambizioso del generale è quello di allargare i territori da annettere alla causa confederata arrivando fino al Colorado e alla California e da lì riuscire a ricavare un ampio e praticabile corridoio transcontinentale che sbocchi dall’altra parte.
Questo corridoio sarebbe servito per favorire il transito del commercio proveniente dall’Europa da quel lato. Leggi il resto