I Broncos, Apache indomiti

A cura di Josephine Basile


Il 4 settembre del 1886 la banda Chiricahua di Geronimo e Naiche si arrese al generale Nelson Miles nel Canyon dello Scheletro (Arizona) e gli Statunitensi considerano terminate le guerre Apache.
Sul finire del XIX secolo, mentre i Chiricahuas iniziavano una tappa di più di un quarto di secolo come prigionieri di guerra (in Florida, Alabama e Oklahoma) il resto delle tribù Apache si trovava nelle riserve di San Carlos, Fort Apache, Mescalero e Jicarilla. Ma, senza dubbio, non tutti gli Apache si trovavano in questi luoghi, giacchè ne restavano altri nel nord del Messico. Leggi il resto

Nella terra dei Cacaxtle

A cura di Gianni Albertoli


Nel vasto territorio desertico del Messico nord-orientale e del Texas meridionale vi erano originariamente stanziati numerosi gruppi nativi di cacciatori-raccoglitori. Con l’arrivo dei primi spagnoli, a partire dall’inizio del XVI secolo, la fragile economia di questi indiani venne letteralmente sconvolta; la popolazione nativa iniziò a declinare e le varie identità etniche vennero distrutte. Molti di questi gruppi sono però rimasti nelle fonti storiche dell’epoca ma, nonostante l’impegno di numerosi studiosi, le notizie sono piuttosto scarse e, alcune volte, anche completamente errate. Leggi il resto

Storia dei popoli del Nord-America – 10

A cura di Claudio Ursella
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10.


LA NASCITA DELLA CULTURA DEL BISONTE E DEL CAVALLO

In tutto il Nord America il contatto con gli Europei, con le loro malattie, le loro merci, la loro religione, le loro armi, la loro politica e soprattutto, il loro numero, ebbe effetti devastanti sulla vita dei nativi, producendo un trauma demografico, distruggendone il modello di sussistenza, le credenze, la struttura sociale, e determinando dei processi di decadenza che a volte si consumarono in pochi anni, a volte durarono secoli. Sempre e comunque gli indiani non si trovarono nelle condizioni di poter cogliere le novità derivanti dal contatto con i bianchi, come opportunità per rivitalizzare e rinnovare la loro cultura. Leggi il resto

Storia dei popoli del Nord-America – 9

A cura di Claudio Ursella
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9.


LE GRANDI PIANURE

A ovest del Mississipi le grandi foreste che coprivano quasi interamente la zona orientale del Nord America, iniziano progressivamente a diradarsi, per lasciare sempre più il campo ad estese e ricche praterie di erba alta, all’interno delle quali le aree boscose si insinuano in profondità, come tentacoli della vasta foresta orientale, che si avvinghiano al corso dei fiumi provenienti da ovest: il Missouri che scorre in direzione sud-ovest dalle lontane Rocky Mountains, e i grandi affluenti del Mississipi, l‘Arkansas, il Red River. Leggi il resto

Barboncito, capo, guerriero e oratore del popolo Navajo

A cura di Marco Aurilio


Un bel ritratto di Barboncito, tratto dalla sua foto originale
Barboncito nacque nel 1820, per il clan Ma’iides-gizhnii,(che accolse indiani del Pueblo di Jemez dopo la loro rivolta nel 1680) nel cuore del territorio navajo, il Canyon De Chelly. Della sua vita prima della guerra navajo del 1864 si sa poco. Ebbe due mogli e vari figli; Delgadito (Cachos Nez), El Sordo e Josè Pelon i soli fratelli noti. In gioventù si distinse come guerriero mentre in età più avanzata per la sua capacitò di leadership, la ricerca della pace e la conoscenza di canti e cerimonie tradizionali. Leggi il resto

L’accampamento circolare e la danza del sole

A cura di Pietro Costantini


La credenza di essere circondati da forze metafisiche i cui poteri trascendevano la realtà ordinaria portava gli Indiani a osservarle per trarre una spiegazione sull’essenza della realtà, dell’essere, dell’origine e della struttura del mondo. La spiegazione era racchiusa nella mitologia e nelle leggende e poggiava sulla considerazione che la vita, così come si manifestava in ogni forma del regno occupato dall’uomo, palesava un’intrinseca opposizione tra gli aspetti materiali e quelli spirituali. Leggi il resto

La cultura di Chaco Canyon

A cura di Pietro Costantini


Petroglifi a Una Vida, nel Chaco Canyon

Il Parco della Cultura Chaco possiede la più densa ed eccezionale concentrazione di insediamenti nativi ancestrali del Sudovest americano. Si trova nel nordovest del New Mexico, tra Albuquerque e Farmington, in una vallata tagliata da Chaco Wash, un arroyo. Il Parco offre il più ricco assortimento di rovine di culture native ancestrali, antenati dei Pueblos e conserva una delle più affascinanti aree storiche e culturali d’America. Il parco è situato nell’arida ed inospitale regione dei Four Corners, ed è un centro culturale Chaco molto fragile; il rischio erosione causato dai turisti ha portato alla chiusura al pubblico di Fajada Butte. Leggi il resto

Storia dei popoli del Nord-America – 8

A cura di Claudio Ursella
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8.


LE FORESTE ORIENTALI

La vasta regione compresa tra i Grandi Laghi, il fiume Mississipi, il Golfo del Messico e l’oceano Atlantico, è certamente una tra le zone del mondo che offre le migliori condizioni per lo sviluppo dell’attività umana: un clima che va dal temperato freddo della fascia settentrionale, al subtropicale lungo le coste del Golfo, con una piovosità abbondante, una vegetazione ricca, grandi foreste di latifoglie nell’interno e pinete nelle zone costiere; quasi al centro della regione, una bassa catena montuosa, i monti Allegheni o Appalachi, che si estende da nord a sud. Leggi il resto

Il Pow Wow

A cura di Pietro Costantini


Un pow wow
Il Pow Wow, insieme di danze e canti tradizionali degli Indiani d’America, pur essendo una manifestazione recente, consolida nella sua struttura numerosi elementi tribali appartenenti ad antiche tradizioni. Le danze che lo costituiscono sono un segno di riaffermazione etnica, l’espressione di elementi ideologici e spirituali che contraddistinguono la cultura ancestrale dei Nativi nordamericani. Il Pow Wow si evolve, arricchisce i suoi mezzi espressivi, si adatta alle esigenze comunicative dettate dagli eventi storico-sociali, realizzando un graduale adattamento dei suoi modelli che, iniziati come cerimonia rituale, si sono ridefiniti in una forma competitiva più spettacolare. Leggi il resto

Storia dei popoli del Nord-America – 7

A cura di Claudio Ursella
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7.


LE CIVILTÀ PRECOLOMBIANE – STORIA E PREISTORIA IN NORD AMERICA

Iniziando a ragionare sulle civiltà precolombiane del Nord America, è doveroso partire da una riflessione sul modo in cui si è approcciato al tema, e sulla curiosa difficoltà che per lungo tempo hanno avuto gli studiosi, a ricercare il passato dei popoli storici nelle ormai documentate civiltà precolombiane, e contestualmente di trovare nei popoli storici gli eredi di tali civiltà. Da ciò ne è derivata una netta separazione dello studio dei due soggetti, i popoli storici e le civiltà precolombiane, con conseguente e arbitraria assegnazione dei primi alla “storia” e dei secondi alla “preistoria”. Leggi il resto

Pagina successiva »