La ballata di Colton Red, nuova recensione

A cura di Cesare Bartoccioni
Per chi è appassionato di western, imbattersi in un romanzo di questo filone è già di per sé una gradita sorpresa. Quando poi l’opera è scritta pure bene, la sorpresa diventa pura gioia.
“La ballata di Colton Red” è una storia che contiene tutti gli elementi caratteristici del genere: sceriffi e cowboy, banditi e trafficanti, indiani e cavalleria, duelli apache e sparatorie. Il tutto trattato in modo sapientemente studiato per accompagnare il lettore, da un colpo di scena all’altro, fino alla conclusione.
Due elementi ho particolarmente apprezzato in questo lavoro, al di là della narrazione coinvolgente. L’ambientazione e la caratterizzazione di luoghi e personaggi, fino alla precisione descrittiva (la pistola è una Colt Navy, il coltello è un Bowie…), sono perfettamente in sintonia con il periodo storico di riferimento, denotando una profonda padronanza degli autori di tematiche e argomenti e una conoscenza ben sedimentata dell’epopea narrata.
Soprattutto, però, sono rimasto piacevolmente colpito dalla forma utilizzata.
Infatti, si sa bene che ogni forma d’arte ha il suo peculiare linguaggio. Bene, in questo lavoro, gli autori sono riusciti nell’impresa impossibile di unire il linguaggio del fumetto a quello del romanzo. Man mano che si scorre nella lettura sembra quasi di poter visualizzare le strisce che appaiono nitide e ben delineate di fronte agli occhi. Le situazioni sono introdotte da descrizioni quasi da sceneggiatura, tanto che il lettore viene portato subito nel mezzo della scena, con i vari personaggi che ruotano intorno. È come essere spettatori al centro di un palcoscenico ottimamente definito.
Colton Red, il protagonista che dà il titolo al romanzo, è un eccellente domatore di cavalli che viene incastrato in una trappola ordita dal solito intrallazzatore ottenebrato da miraggi di potere e ricchezza. Inizia quindi il viaggio di Colton Red, che lo porterà fin tra gli apache. Il coraggioso cowboy dovrà cercare di ripulire il suo nome dal fango gettatogli addosso, nel tentativo di salvare la donna che ama. Non svelo di più per non guastare la lettura di questa notevole incursione degli autori nel mito della frontiera.
Ciliegina sulla torta, le “dotte” citazioni che rimandano il lettore appassionato a personaggi e opere del mondo del West. Tutte da gustare.
Buona lettura!

Dati editoriali

Autore: Gian Mario Mollar, Marcello Bondi
Curatore: Ivo Tiberio Ginevra
Illustratore: Niccolò Pizzorno
Editore: I Buoni Cugini
Collana: Albatro randagio
Anno edizione: 2021
In commercio dal: 8 aprile 2021
Pagine: 150
Rilegatura: Brossura leggera
EAN: 9788899102821
Prezzo: 14,25 €

LINK per l’acquisto su IBS: CLICCA QUI!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.