Che succede a Fort Defiance?

A cura di Cesare Bartoccioni
Arizona, tardo Ottocento. Fort Defiance è un avamposto isolato, ai margini della Riserva Navajo, dove vive un centinaio di persone e non succede mai niente. Quando viene ucciso l’agente indiano T.J.Milton, la piccola comunità ne è sconvolta. Il comandante del forte, per evitare che la quiete nel paese sia compromessa da un’inchiesta governativa, decide di investigare in forma privata, affidando le indagini al sottotenente Thornton e allo scout Hastíin. Tra imbrogli, superstizioni, diffidenze,gelosie, Thornton e Hastíin scoprono che il forte è molto meno tranquillo di quanto si creda. Eppure sembra proprio che non riescano a sopportarsi e tantomeno a scoprire chi ha ucciso Milton…
La recensione
Mi sono imbattuto in questo romanzo per caso, incuriosito dalla vetrina di Youcanprint. Fort Defiance, per un appassionato del West come me, è un nome che di per sé evoca un mondo intero di avventura, ricordi di letture passate, memorie di film che hanno segnato un’epopea.
Ho acquistato quindi l’ebook e iniziato a leggere il libro… e non mi sono più potuto fermare, approfittando di ogni ritaglio di tempo disponibile per continuarne l’esplorazione. Esplorazione, direi, è proprio il termine giusto. L’autrice, mostrando una conoscenza approfondita dei luoghi e del mondo dei Navajos, oltre che della loro cultura, lingua e tradizioni, ci guida infatti in un viaggio che va al di là della storia narrata, un ottimo giallo di ambientazione western che ricorda l’Alistair MacLean di “Breakheart Pass”, e che ci tiene con il fiato sospeso fino alla rivelazione finale, tra colpi di scena continui che rimescolano le carte in gioco e spiazzano piacevolmente il lettore. È un romanzo d’avventura, d’amore, è un thriller, è un western, è anche una riflessione sul modo di vivere delle due società che condividono quei luoghi, i bianchi e i Navajos, con i loro desideri, le loro frustrazioni, i loro atti eroici e le loro azioni abiette. Ho apprezzato anche, in particolare, dopo, lo confesso, un iniziale spaesamento, il modo in cui l’autrice riesce a narrare la storia dai vari punti di vista. I fatti e le sensazioni prendono infatti corpo a seconda del personaggio che li racconta, acquisendo in tale maniera una luce sempre diversa e una verità mai assoluta.
Consiglio vivamente la lettura, non solo agli appassionati del genere western, che potranno riassaporare le distese polverose, l’odore della polvere da sparo, le descrizioni di oggetti, armi, abitazioni, la visione dei cowboys al lavoro e degli indiani nella riserva o durante la ricerca delle tracce, ma a tutti i lettori in cerca di una buona storia raccontata in modo ineccepibile e innovativo.
Buona lettura!

Titolo: Che succede a Fort Defiance?
Autore: Giuliana Guerri
Editore: Youcanprint
Pagine: 218
Rilegatura: Brossura leggera
Prezzo: 6,99 € (formato cartaceo) e 2,99 € (formato elettronico)

Link per l’acquisto (formato Kindle): CLICCA QUI!

Link per l’acquisto (formato cartaceo): CLICCA QUI!

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.