Tex Willer, il romanzo della mia vita

La copertina del libro
Si parla spesso di commistione tra generi artistici diversi e anche stavolta, nel caso del secondo romanzo su Tex Willer, si parla di fumetti che si trasformano in libri. Quello in uscita è il secondo caso in cui il brillante e saggio Ranger del Texas lascia le nuvole parlanti per sperimentare le righe fitte di parole, ma il primo episodio (“Il massacro di Goldena”, scritto da Gianluigi Bonelli), lascia ben sperare.
Stavolta parliamo de “Il romanzo della mia vita”, un volume edito da Mondadori e firmato da Tex Willer in persona (in uscita il 12 aprile nelle librerie)! Come scrive Sergio Bonelli nella prefazione del libro, si tratta quasi di un ritorno ai tempi ingenui degli anni ’50, quando i lettori scrivevano in redazione rivolgendosi direttamente al Ranger, pensando che Tex esistesse davvero. Con questa iniziativa, infatti, abbiamo voluto tornare ai tempi “mitici”, agli albori del successo del personaggio bonelliano, immaginando che il nostro eroe sia realmente esistito e abbia deciso di raccontare in queste pagine la sua vita e le sue avventure.
Naturalmente, un vero autore, o “interprete”, delle parole di Tex esiste ed è, in questa occasione, Mauro Boselli. Boselli, sceneggiatore di numerose avventure del nostro eroe, si è avvicinato alla scrittura di questo volume tenendo ben presente lo stile della prosa di G.L. Bonelli (“romanziere prestato al fumetto…”), ma anche il modo il cui erano raccontate le vere (o presunte tali) autobiografie degli eroi del West, come Kit Carson, Calamity Jane, John Wesley Harding e altri dello stesso stampo.

Leggendo “Il romanzo della mia vita”, dunque, non troverete romantiche descrizioni di splendidi paesaggi e neppure introspettive analisi psicologiche. Come nelle succitate autobiografie, i fatti saranno raccontati al galoppo, andando dritti al sodo con concisione e senso pratico. Così come si addice a un vero uomo della Frontiera, che narra la sua vita davanti al fuoco di un improvvisato bivacco, diffondendosi nella descrizione di avventure e sparatorie e magari narrando di scorcio lunghi anni della sua vita, racchiudendoli in poche parole.

Infatti, è proprio la voce di Tex che racconta, anche se, nella finzione letteraria, a raccogliere la sua testimonianza e a trascriverla è un reporter del West, amico del celebre Martin Floyd che i lettori più attenti ricorderanno tra i protagonisti di “Sangue navajo” (numeri 51, 52 e 53 della nostra collana). L’intraprendente giornalista va a trovare Aquila della Notte alla riserva navajo e ottiene lo “scoop” di una rievocazione dei tempi andati, dal momento in cui il giovane Willer, vendicando la morte del padre e del fratello, fu costretto ai margini della legge, fino al suo ingresso nel corpo dei Rangers e all’incontro con Kit Carson, passando per la Guerra di Secessione e l’avventuroso matrimonio con Lilyth, senza dimenticare i fatti che hanno maggiormente segnato la sua vita, come la tragica morte della moglie indiana, gli incontri con Montales e Jim Brandon, la lunga sfida con il diabolico Mefisto, la difesa del popolo navajo e la vendetta contro gli assassini della sua amata.

Queste e altre avventure, raccontate come mai le avete lette, sono racchiuse in un libro di oltre 200 pagine, ogni capitolo del quale sarebbe stato sufficiente a riempire un intero romanzo. Naturalmente sono tutte classiche storie generate dall’immaginazione sfrenata di G.L. Bonelli, ma qui le ritroverete narrate dalla voce del protagonista e per questo vi appariranno sotto una luce differente. Per farvi un esempio, l’avventura contro Mitla e il “Diablero” viene raccontata da Tex come lui l’ha vissuta e interpretata, rimanendo all’oscuro di molti fatti narrati nelle pagine del fumetto originale. Già solo questo aspetto rende interessante l’operazione, regalando uno sguardo inedito sulla saga “texiana”.
Per non rendere troppo orfani delle immagini i lettori del libro, ciascun capitolo sarà arricchito dalle opere di Fabio Civitelli.

Il bravo disegnatore aretino ha messo la sua arte al servizio dell’iniziativa, disegnando ciascuna scena come avrebbe fatto un illustratore della fine dell’800, donando al tutto una patina d’epoca molto godibile e affascinante, di cui vi forniamo qualche esempio in questa stessa pagina.

Titolo: Tex Willer, il romanzo della mia vita

Autore: Mauro Boselli

Editore: Mondadori

Anno: 2011

Pagine: 224

Formato: Brossura

Prezzo: € 14,00

Condividi l'articolo!

Commenti

Una risposta a “Tex Willer, il romanzo della mia vita”

  1. Tex Willer, il romanzo della mia vita : www.farwest.it, il 2 aprile 2011 01:04

    […] Link fonte: Tex Willer, il romanzo della mia vita : http://www.farwest.it […]

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.