Cole Younger e la bambina

Da un lavoro di Marshall Trimble

Cole Younger in azione
Mentre galoppava sulla strada verso la propria “Waterloo” a Northfield, in Minnesota, Cole Younger incontrò alcuni bambini nella piccola città di St. Peter, a nord di Mankato; questi bambini si mostrarono subito affascinati dal bel cavallo di Cole. Perciò, l’uomo decise di far fare un giro ad una bambina di sei anni e conclusa questa passeggiata a cavallo, le sorrise e le disse: “Spero che saprete ricordarvi di me.”
La bambina rispose prontamente: “Sarò sempre tuo amica.”
Il nome della bambina era Horace Greeley Perry. Suo padre era un giornalista del paese ed ammirava così tanto il famoso editore che aveva avuto in mente di chiamare il suo primo figlio con il suo nome. Si aspettava un bambino e quando scoprì che sarebbe divenuto padre di una bambina, decise di chiamarla comunque Horace Greeley. Leggi il resto

Gli irresistibili cavalieri del male

A cura di Domenico Rizzi

La banda dei James
È nota a tutti la vicenda, largamente romanzata da letteratura e cinema, di Robin Hood, l’imprendibile bandito della foresta di Sherwood che toglieva ai ricchi per donare ai poveri, inutilmente contrastato dagli uomini del bieco sceriffo di Nottingham. Probabilmente si trattava di Robin di Loxley, un nobile decaduto della contea di Yorkshire, oppure, più verosimilmente Hood derivò dalla fusione di varie figure del XIII secolo che la fantasia popolare mise insieme per elaborare un mitico personaggio che si opponeva alla prepotenza dei signori. Certo è che il suo esempio venne imitato nel tempo in diversi Paesi, diventando spesso il simbolo della ribellione allo sfruttamento e ai soprusi commessi dal potere. Diversamente non si spiegherebbe perchè personaggi come l’americano Jesse James, il messicano Pancho Villa, gli italiani Stefano Pelloni e Carmine Crocco e l’australiano Ned Kelly ottenessero tanto appoggio dalla popolazione, che li protesse con la più assoluta omertà, ospitandoli talvolta nelle proprie case e favorendone la fuga quando erano braccati. Leggi il resto