Sierra West


Non bastassero i nuovi film e i molti libri e fumetti, a testimoniare la vitalità del west ci sono anche i giochi. Recentemente avevamo parlato di Western Legends ed oggi, con grande piacere, registriamo l’arrivo di Sierra West, un nuovo appassionante gioco da tavolo prodotto ancora una volta da da MS Edizioni.
Con Sierra West siamo di fronte ad un gioco da tavolo della categoria “gestionali”, capace di far divertire da 1 a 4 giocatori, immersi in una tipica atmosfera western.
Data la particolare tipologia del gioco, la casa produttrice lo ritiene raccomandabile dai 14 anni in poi e la durata di ogni partita è stimata in circa 60 minuti. Leggi il resto

Western Legends

A cura di Sergio Mura

La bellissima scatola del gioco
Cari amici della frontiera, dopo aver parlato durante l’anno di nuovi film, di nuovi fumetti e di nuovi libri, stavolta vogliamo presentarvi un incredibile gioco da tavolo a tema western. Lo facciamo pieni di gioia e soddisfazione perché ancora una volta abbiamo tra le mani e davanti agli occhi una stupenda conferma della vitalità della storia del west e del genere western applicato a diverse categorie di prodotti. Leggi il resto

Gli sport nel vecchio west

A cura di Paolo Brizzi

Indiani che giocano a Lacrosse
Se tu dici sport e vecchio west, molti ti guarderanno perplessi. Eppure gli sport furono una parte della vita alla frontiera quanto il cowboy che percorre una recinzione, anzi di più, perchè lo sport nacque molto prima delle recinzioni per il bestiame.
I primi giochi dell’espansione a ovest furono quelli giocati dagli indiani. Ma uno esiste ancora oggi, il lacrosse. Vecchio di più di 500 anni, il lacrosse cominciò probabilmente come una pratica religiosa. Più tardi divenne un modo per preparare i guerrieri alla battaglia o per dirimere questioni intertribali. Centinaia di guerrieri giocavano in ogni schieramento, brandendo bastoni di circa novanta cm con un retino all’estremità. Le porte andavano da centinaia di metri a miglia di larghezza. La palla era di pelle di cervo, imbottita di pelo o legno. Non aveva limiti, veniva giocato dall’alba al tramonto, qualche volta più come una partita ad esaurimento fisico, e le ferite erano comuni. Leggi il resto