La Battaglia di Canyon Creek

A cura di Cesare Bracchi

Come è noto, l’epica fuga dei Nimipu. (nome originale dei Nasi Forati, da leggersi “all’italiana” o Nez Perces) fu costellata di battaglie e scontri a fuoco con l’esercito, più o meno importanti. La battaglia di Canyon Creek non viene normalmente considerata tra quelle più significative per durata e numero di vittime, tuttavia è un evento che merita un approfondimento non fosse altro per il fatto che si trattò dell’ultimo scontro tra l’esercito e gli indiani in fuga, prima dell’epilogo alle Bear Paw Mountains, già ampiamente descritto in un altro articolo su questo stesso sito.
Siamo quasi a metà settembre del 1877, quello che rimaneva della tribù dei Nimipu, dopo una fuga di ormai quasi 1000 km iniziata alla fine di maggio e con alle spalle una lunga serie di battaglie e conflitti a fuoco, procedeva verso nord in direzione del fiume Yellowstone.
Solo pochi giorni prima le forze riunite del generale Howard, inseguitore degli indiani fin dall’inizio, e del colonnello Sturgis, a capo del riorganizzato settimo cavalleria, erano state nuovamente beffate dai Nimipu., che avevano eluso la trappola preparata a Clarks Fork.
A seguito di ciò Howard, con le sue truppe ormai stremate, rimase alle spalle degli indiani mentre al loro inseguimento si gettarono il colonnello Sturgis e i suoi soldati. Leggi il resto