Chihuahua e Ulzana, Cosacchi della Sierra Madre

Le note a margine dell’articolo

[1] Schlesier K.H. Josanie’s War. — University of Oklahoma Press, Norman, 1998. — P. IX.

[2] Per le strutture sociali Apache e in particolare le sottodivisioni dei Chiricahua, si veda il numero precedente di “Indian America”.

[3] Le date di nascita di Chihuahua e Ulzana sono quelle riportate da Dan L. Thrapp, in Encyclopedia of Frontier Biography . A giudicare dale foto di Chihuahua scattate da Frank Randall nella primavera 1884 e le informazioni sulla giovinezza del capo al momento della morte di Cochise (1874), la sua data di nascita dovrebbe forse essere spostata a metà degli anni Trenta .

[4] Segundo (in spagnolo letteralmente “il secondo”) — aiutante del capo di una comunità indipendente (banda) – spesso, capo militare.

[5] Meglio conosciuto negli USA con il nome di Josanie. La trascrizione del nome non è uniforme e ne abbiamo varie versioni: Johlsanne, Jolsanny, Ulzahuay, Ulzanna, ecc. E. Ball in Indeh trascrive il nome come “ Ulzanna”, ma chiama suo figlio Johsanne; M. Opler adotta la trascrizione “Ozoni” [11], mentre J. Betzinez e W. S. Nay lo chiamano “Olzonne” [4].

[6] Fun, Larry (1866 circa-1892, Yiy-zholl – “Fumo che Esce”) guerriero Chokonen, “fratellastro” di Perico e Geronimo, che si arrese con loro nel settembre 1886. Morì suicida.

[7] Alfred Chato (Chat(t)o, 1854 c.ca–1934), guerriero Chokonen noto per la sua ambizione a diventare un leader dei Chiricahua. Dopo essersi stabilito a Turkey Creek, si arruolò come scout e venne innalzato al grado di secondo sergente nella compagnia “B” del tenente Davis. Si impegnò attivamente nella Campagna di Geronimo del 1885-1886, guadagnandosi la medaglia al valor militare che ricevette dallo stesso presidente. Subito dopo, insieme ad altri Apache non ostili che facevano parte della stessa delegazione (Loco, Kaytennae, il sergente Noche e altri) fu mandato direttamente da Washington in Florida, dove fu detentuto come prigioniero di guerra proprio come gli altri Chiricahua.

[8] Per il dibattito sulla leadership nel “Raid di Chato” si veda [16, 84-86] e [19, 271].

[9] Franklin Randall. In the Heart of the Sierra Madre. El Paso Times, June 20, 1883.

[10] Per la fiducia apparentemente ingenua di Crook, così strana agli occhi di un europeo, c’è una spiegazione. Crook conosceva a fondo la psicologia degli Apache e sapeva che per loro le menzogne e l’incapacità di tenere fede a una promessa erano le colpe più gravi che comportavano la completa perdita di onore e dignità e anticamente erano punite con l’espulsione dalla tribù. Ecco perché la promessa fatta in pubblico da un Apache era più sicura di una deportazione forzata, situazione in cui un indiano avrebbe avuto pieno diritto di cambiare idea e fuggire.

[11] Tizwin —una birra di mais a forte contenuto alcolico distillate dagli Apache.

[12] Kaytennae, Jacob (1858 circa–1918) – guerriero Chihenne, segundo del vecchio Nana.

[13] Gli scout venivano arruolati per periodi di 3, 6 o 12 mesi; l’abbandono del servizio era considerato dall’esercito USA diserzione.

[14] Questi due scout sono probabilmente da identificare con Perico e Chapo, rispettivamente “fratellastro” e figlio di Geronimo. Il terzo era con tutta probabilità Tsisnah, che faceva anche lui parte del gruppo di Geronimo.

[15] Allora capitano

[16] Costruito nel 17° secolo dagli Spagnoli (nome originale Castillo de San Marcos).

[17] Informazioni contenute nel rapporto del generale Crook. Il tenente Davis affermò che la comunità di Chihuahua cmprendeva 14 uomini, 2 ragazzi e 57 tra donne e bambini. Forse a questi si aggiunsero a Fort Bowie gli Apache catturati in precedenza.

[18] Nel 1887 Chihuahua aveva altri tre tra figli e figlie oltre a Ramona ed Eugene (il figlio nato in Florida era stato battezzato Osceola e un’altra figlia si chiamava Coquina),ma non ci sono notizie sul loro fato (forse premorirono al padre).

[19] Nel settembre 1886, nel Missouri, Massai saltò giù da un treno che trasportava un gruppo di pacifici Chriricahua da San Carlos in Florida, ritornò nel New Mexico, rapì una donna Mescalero e per diversi anni visse sulle montagne rifiutando di sottomettersi alle leggi dell’uomo bianco.

[20] Durante i primi anni di vita nella riserva le famiglie risentivano molto della lontananza e le lunghe separazioni dai propri figli, che i ragazzi vivevano come una vera e propria tragedia.

[21] Parente di Geronimo che talvolta fece da intermediaria durante le trattative. Nel settembre 1886 si arrese al generale Miles con il gruppo di Geronimo con il suo primo marito – il “fratellastro” di Geronimo Ahnandia, che morì di tubercolosi in Alabama.

Condividi l'articolo!

Pagine di questo articolo: 1 2 3 4 5 6

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.