I Broncos, Apache indomiti

Apache Kid
Un ritratto di Apache Kid
Apache Kid, figlio maggior di Toga-de-chuz della banda Aravaipa di capitan Chiquito, nacque in Arizona verso il 1860. La storia di quest’uomo si può considerare atipica, nel senso che durante le guerre Apache non fece parte della resistenza. Al contrario ed uguale ad altri Apache, fin dalla giovane età servì nelle unità ausiliarie dell’esercito nordamericano. Nel 1875 John Clum, l’agente designato dal governo, trasferì la sua banda nella riserva di San Carlos. Il giovane Apache passò un certo tempo nell’accampamento minerario di Globe, dove ebbe vari impieghi, apprese l’inglese e cominciò a vestirsi come i bianchi. Nel 1879 il Kid conobbe il famoso capo degli scouts Apache Al Sieber e, due anni più tardi, si arruolò tra gli scouts. Il Kid servì con distinzione in queste unità ausiliarie, arrivando al grado di sergente. Partecipò alla campagna del 1882 contro gli Apache Coyoteros e White Mountains. Nel settembre del 1886 era presente alla stazione ferroviaria di Fort Bowie (Arizona), quando la banda di Geronimo fu inviata in Florida. Le disavventure del Kid cominciarono nell’inverno del 1887, quando suo padre venne assassinato da un membro della sua stessa banda. Nonostante alcuni amici uccidessero l’assassino, i desideri di vendetta portarono il Kid ad uccidere anche il fratello di questi. Dopo, il Kid e i suoi amici lasciarono la loro unità dell’esercito senza permesso e, di ritorno all’accampamento, vi fù una rivolta, durante la quale Al Sieber venne colpito da una pallottola che lo lasciò zoppo per tutta la vita. Sieber accusò il Kid, e nonostante le testimonianze affermassero che lo scout era innocente, questi fù sottoposto a giudizio e sentenziato a morte insieme ad altri 4 Indiani. Ma il general Nelson Miles contestò la decisione, ottenendo che il tribunale la riconsiderasse, così gli uomini furono condannati a dieci anni nella prigione di Alcatraz (California). Nel 1888 da Washington, si ordinó la messa in libertà del Kid e 4 dei suoi compagni. Di nuovo in Arizona, le autorità ordinarono l’arresto di diversi Apache, incluso il Kid. Furono sentenziati a 7 anni di prigione a Yuma. Durante il viaggio verso il famigerato penitenziario, Apache Kid e altri otto prigionieri Apache, riuscirono ad uccidere lo sceriffo e il suo aiutante, fuggendo sui monti. A partire da questo momento, il Kid diventò uno dei banditi più famosi e ricercati dell’Arizona. Apache Kid riuscì a riunire una piccola banda, che commetteva incursioni tra la frontiera di Sonora e Arizona. Durante la decade del 1890, il Kid e altri Broncos uccisero diversi messicani e statunitensi.


Apache Kid (al centro) insieme ad altri due guerrieri

Nel 1890 in Sonora, il mercenario Emil Kosterlitzky, alla testa di un distaccamento di Rurales, ingaggiò un violento scontro con alcuni guerrieri appartenenti quasi sicuramente al gruppo del Kid. Tre Apache vennero uccisi, ma il Kid non fù ritrovato tra i morti. Nel 1894 Ed Clark, il capo degli scouts Walapai, ebbe uno scontro con alcuni Indiani non identificati, a 15 miglia da Mammoth, in Arizona, durante una mattinata di nebbia. Il giorno dopo venne trovata una donna Apache uccisa e una pista ancora fresca, che forse era quella del Kid. Il 4 giugno 1896, i governi dei due paesi firmarono una convenzione che permetteva nuovamente alle loro rispettive truppe di attraversare la frontiera in persecuzione degli Indiani ostili. In coincidenza con il nuovo accordo, alcuni giorni più tardi, 4 statunitensi che viaggiavano con una carovana, informarono il pueblo di Canada Ancha che avevano visto un gruppo di 5 Apache che seguiva un carro proveniente da Nogales (Sonora). Si diceva che era la banda del Kid. In seguito, alla loro ricerca vennero inviati i Rurales. Nel frattempo, il generale Frank Weaton, capo del dipartimento militare del Colorado, piazzò due compagnie del 7º Cavalleria nei pressi di San Bernardino, che nel mese di agosto del 1896 si trovavano al comando del capitano L. K. Hare, insieme con un’unità di scouts Apache. Nel 1899, Kosterlitzky affermò che il Kid era ancora vivo, con i resti della sua gente, sui monti della Sierra Madre. Ma da questo momento nessuno sentì più parlare di lui.

Condividi l'articolo!

Pagine di questo articolo: 1 2 3 4 5 6

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.