- www.farwest.it - https://www.farwest.it -

Il Kid muore

A cura di Omar Vicari

Henry Mc Carthy, ovvero Billy The Kid
Dopo la sparatoria del 19 dicembre 1880 a Fort Sumner (New Mexico) in cui trovò la morte Tom O’Folliard, Il Kid si rifugiò presso una remota località nota col nome di Stinking Springs.
La notte, Garrett, assieme ai suoi uomini, circondò la baracca dove il Kid si era rintanato con alcuni “Regolatori” della sua banda. La mattina del 23 dicembre, gli uomini di Garrett attaccarono l’edificio e Charlie Bowdre ci rimise la vita. Le sue ultime parole furono: “I wish…I wish”. Probabilmente intendeva dire con quelle parole, che non avrebbe dovuto indossare il cappello del Kid. Infatti, gli uomini di Garrett lo scambiarono per Billy.
Il Kid fu fatto prigioniero e spedito a Mesilla (New Mexico) per il processo. Il Kid era accusato dell’omicidio dello sceriffo William J. Brady avvenuto a Lincoln (New Mexico) nel 1879.
Il 13 aprile 1881, Billy The Kid fu ritenuto colpevole dell’assassinio di Brady e condannato all’impiccagione. Nell’attesa dell’esecuzione, fissata per la data del 13 maggio, il Kid fu spedito a Lincoln e messo sotto i ferri nella Courthouse.
E’ in questo edificio che il Kid fu rinchiuso e da dove scappò dopo aver ucciso gli agenti Bob Ollinger e James Bell. Pat Garrett in quel momento si trovava a White Oaks, dove lo raggiunse la notizia della morte dei due agenti. Garrett era là per reperire il legname necessario per la forca del Kid.
Garrett aveva avvisato i due agenti della pericolosità del Kid. Ricevuta la notizia, Garett tornò a Lincoln. Billy sembrava sparito nel nulla, molti pensavano fosse fuggito nel Messico.


La baracca a Stinking Springs dove fu preso Il Kid

I mesi successivi alla fuga del Kid, furono difficili per Garrett. La gente cominciò a pensare che il Kid non potesse mai essere catturato. Le stesse persone pensavano che Garrett era stato fortunato una volta e che la fortuna non avrebbe bussato una seconda volta alla sua porta.
Pat Garrett rappresentava la legge nella contea di Lincoln, ma i messicani del posto adoravano il Kid e mai lo avrebbero tradito. Oltretutto Garrett non godeva della simpatia dei piccoli rancheri poiché veniva considerato uno strumento in mano di John Chisum, uno dei più grandi latifondisti del New Mexico. Si vociferava che Garrett, in passato, avesse rubato più bestiame del Kid stesso. Ora invece stava facendo il lavoro sporco per John Chisum. Garrett minacciò le dimissioni a meno che la gente mostrasse più determinazione nell’aiutarlo a cercare il Kid. L’aiuto insperato arrivò dalla “Canadian River Cattle Association”, un’organizzazione guidata da Charles Goodnight.
Per anni i grandi baroni del bestiame avevano combattuto i razziatori del New Mexico e Billy The Kid era stato una spina costante nel loro fianco. L’associazione chiamò in aiuto di Garrett l’agente John W. Poe. Di recente, questi era stato sceriffo della contea di Wheeler (Texas) e ancora ricopriva la carica di Deputy US Marshal.


Il Kid (ultimo a destra) dopo la cattura a Stinking Springs. Garrett è il primo a sinistra.

Poe era considerato un onesto amministratore e un buon rappresentante della legge. Non era un violento e preferiva consegnare vivi i fuorilegge che ricercava.
Nel giugno 1878, ad Albany (Texas), John Poe era stato protagonista di un fatto increscioso.
La prigione locale ospitava l’ex sceriffo John Larn e John Selman, l’uomo che anni dopo si sarebbe guadagnato la fama per l’assassinio di John Wesley Hardin.
Come spesso accadeva nel west, gli uomini passavano da una sponda all’altra con estrema facilità. In altre parole potevano essere uomini di legge e fuorilegge allo stesso tempo. I due erano accusati di aver approfittato della loro posizione per rubare del bestiame. I vigilantes locali, di cui John Poe era membro, catturarono lo sceriffo Larn e lo uccisero in cella.
John Poe stabilì il suo quartiere a White Oaks (New Mexico), dove incontrò Garrett per la prima volta nel marzo 1881. Quando il Kid fuggì dalla prigione di Lincoln, Garrett ordinò a Poe di mettersi alla ricerca del fuorilegge e di tenerlo costantemente informato degli sviluppi.


Tom O’Folliard, lo sceriffo William Brady, Charlie Bowdre e sua moglie Manuela

Nel frattempo il governatore Lew Wallace del New Mexico, il 30 aprile 1881 emise un mandato di cattura per il Kid in cui si offrivano 500 dollari di ricompensa per la sua cattura.
Nessuno sembrò impaziente di intascare quella somma. Gli agenti pensavano davvero che il Kid fosse fuggito in Messico, ma Billy inaspettatamente tornò indietro a Fort Sumner, proprio nel posto dove nessuno pensava di trovarlo. Il Kid aveva una buona ragione per tornare al vecchio forte. Il suo cuore batteva per la figlia di Pete Maxwell, Paulita Maxwell. La storia tra i due non era gradita al fratello di Paulita. Questi, infatti, galoppò sino a White Oaks per riferire la faccenda a John Poe, che a sua volta riferì a Garrett.
Saputa la notizia, Garrett prese con se la sua pistola favorita, una .44-40 Frontier Colt e il Winchester che Garrett aveva sequestrato a Billy Wilson a Stinking Springs. Queste armi, nel 1933, sono state la causa di un’azione civile tra i suoi discendenti. La pistola che uccise il Kid alla fine entrò in possesso della vedova e poi del figlio Jarvis Garrett.
Pat Garrett e John Poe cavalcarono prima verso Roswell (New Mexico) dove reclutarono Tom McKinney.
Tom non credeva alla storia che il Kid si trovasse a Fort Sumner.


E’ in questo edificio di Mesilla (oggi museo) che il Kid fu processato

Non aveva però nulla da fare, per cui sellò il suo cavallo e accompagnò Garrett al vecchio forte. La notte del 10 luglio 1881, i tre uomini partirono da Roswell e la sera del 13 luglio si fermarono a cinque miglia dal forte. La mattina del 14 luglio, John Poe entrò nel forte. Non aveva nulla da temere giacché era in sostanza sconosciuto da quelle parti. A metà mattina, l’agente di Garrett si mescolò tra le centinaia di persone del forte, quasi tutte di estrazione messicana. La presenza di un angloamericano era comunque motivo di sospetti, per cui nessuno fornì risposte adeguate alle sue domande.


Courthouse di Lincoln

John Poe disse a Garrett che non avrebbero ottenuto nulla da quelle persone, ma lo sceriffo non volle lasciar correre.
Nella sera, Garrett, Poe e McKinney raggiunsero un bosco di pesche vicino la casa di Celsa Gutierrez, una delle tante ragazze del Kid. Nascosti tra gli alberi sentirono due persone parlare sommessamente in lingua spagnola. Alcuni minuti dopo i tre videro un uomo in maniche di camicia con un sombrero in testa che si alzava da terra e spariva dopo aver saltato una staccionata.


Bob Ollinger e la scala dove cadde James Bell colpito dal Kid


Il buco nel muro causato dal proiettile che uccise James Bell

Era buio e non c’era modo di riconoscere chi fosse quell’uomo ma Garrett non ci mise molto a capire che quella persona era nient’altro che Billy The Kid. I tre agenti strisciarono silenziosi verso la casa di Gutierrez.
Poco lontano presso la casa di un certo Garcia, uomini e donne ballavano tra loro al suono delle chitarre. Garrett decise di trattenersi sul posto sin quando la musica fosse finita. Verso mezzanotte, Garrett e i suoi due Deputy si avvicinarono alla casa di Pete Maxwell.


John Chisum e Charles Goodnight


Garrett e John Poe (seduto a destra). In piedi James Brent.

Garrett strisciò verso il portico; la porta era aperta a causa del gran caldo. Garrett entrò in casa e nel buio si ritrovò in quella che era la stanza da letto di Maxwell. L’oscurità non gli permetteva di distinguere bene le cose.
Aspettò un attimo affinché i suoi occhi si abituassero al buio della casa.


White Oaks (New Mexico)

Nella penombra della stanza, Garrett si accorse di una persona che dormiva in un letto alla sua destra. Era Pete Maxwell. Garrett avanzò e si sedette sul bordo del letto. Scosse piano la spalla di Maxwell intimandogli allo stesso tempo di non aprire bocca. Billy nel frattempo stava ballando in casa di Garcia ed era ben lungi dall’immaginare di avere ancora solo un paio d’ore di vita.


Mandato di cattura per il Kid firmato dal governatore Lew Wallace

Un’ora prima di mezzanotte il Kid lasciò la casa per tornare al proprio nascondiglio appena fuori da Fort Sumner. Fatti pochi passi Billy ci ripensò, aveva ancora voglia di ballare con Celsa Gutierrez.
Se il marito di Celsa, Zaval Gutierrez, sapesse o no della tresca tra Billy e sua moglie, non è dato saperlo. Quel che è certo è che Billy, per amore di una ragazza, tornò indietro a Fort Sumner verso il proprio destino.


Lew Wallace, Paulita Maxwell, La vedova di Pat Garrett con la pistola che uccise il Kid

Billy rimase un po’ con la ragazza, poi s’incamminò verso la casa di Bob Campbell. Era affamato e allora Bob gli lanciò un coltello dicendogli che c’era un grosso pezzo di carne che penzolava sotto il portico di Pete Maxwell. Billy prese il coltello con se e si incamminò scalzo verso la casa di Maxwell. L’aria fresca della notte lo tirò su dal torpore.
John Poe vide la figura del Kid, senza sapere chi fosse, già a 50 yard dalla casa. I due Deputies, Poe e McKinney non conoscevano il Kid e pensarono a quell’uomo che avanzava come a un amico di Maxwell. Essi stettero senza muoversi permettendo al Kid di passare accanto a loro. Nel buio della notte, sorpreso per la presenza dei due e incerto sulla loro identità, il Kid afferrò la sua pistola.
Forse li scambiò per due messicani perché gridò in spagnolo: “Quien es?….Quien es?”.
Intanto all’interno della casa, Pat Garrett stava parlando con Pete Maxwell. Parlavano a voce bassa, ma subito tacquero quando Maxwell riconobbe la voce del Kid fuori nel portico.
Billy entrò in casa e nella penombra chiese a Maxwell chi fossero quegli uomini che stavano fuori.
Pat Garrett riconobbe il Kid. Nel sedersi sul letto di Maxwell, la sua fondina gli si era rigirata dietro la schiena, per cui gli riuscì difficile afferrare subito la pistola. In quel preciso istante Billy si accorse della presenza di Garrett ma complice l’oscurità, non lo riconobbe. La tensione del momento era altissima. Billy in spagnolo si rivolse a Maxwell: “Pete quien es?…Pete quien es?”


La casa di Pete Maxwell a Fort Sumner

Garrett, nel buio totale della stanza e senza fiatare sparò due volte. Il primo proiettile raggiunse il torace del Kid vicino al cuore. Billy cadde morto all’istante sul pavimento della stanza. Il secondo proiettile si conficcò in una delle pareti. Garrett non dette al Kid la minima possibilità di difesa. Prima che l’eco degli spari svanisse, Garrett si precipitò fuori nel portico gridando ai suoi Deputies che aveva ucciso il Kid. John Poe domandò subito se era sicuro di ciò che aveva fatto o se avesse ucciso per sbaglio un’altra persona. Per un momento Garrett rimase interdetto e confuso. “Sì, sono sicuro”…”Ho riconosciuto la sua voce”. Garrett e i suoi uomini decisero di rientrare in casa per vedere il corpo del Kid steso sul pavimento. Maxwell accese una candela mentre Garrett e i due Deputies finalmente guardarono quel corpo steso per terra che impugnava un coltello in una mano e una pistola nell’altra. Billy The Kid era sicuramente morto. Nei giorni successivi qualcuno cominciò a dubitare della morte del Kid. Forse Garrett aveva ucciso un altro uomo. Ci fu addirittura chi non riconobbe il cadavere.
La leggenda di Billy The Kid cominciava a vivere.

Condividi l'articolo!