Il destino della famiglia di Wyatt Earp

A cura di Omar Vicari


I fratelli Earp
Nelle prime ore di una mattina di gennaio del 1929 un vecchio di 81 anni moriva serenamente nel sonno nella sua casa di Los Angeles. La notizia di per se non fece molto scalpore visti i problemi di quegli anni in America relativi al crollo della borsa e alla conseguente crisi economica. Leggi il resto

Warren Earp, una vita difficile

A cura di Omar Vicari

Warren Earp a 25 anni
Diciannove anni dopo lo scontro all’OK Corral, Warren Earp, il fratello più giovane di Wyatt, veniva ucciso in un saloon di Willcox nel sud dell’Arizona.
Alcuni giornali dell’epoca ricondussero la faccenda a una vendetta per i fatti avvenuti dopo lo scontro tra il clan Earp e quello dei cowboy. Alla morte di Morgan Earp erano seguite le uccisioni di Frank Stillwell a Tucson e poi quelle di Indian Charlie e Curly Bill Brocious. Insomma ce n’era abbastanza per pareggiare i conti.
Altri giornali invece insistettero sul fatto che Warren, un carattere difficile, si era semplicemente cacciato nell’ennesimo guaio.
Warren BaxternEarp aveva solo nove anni quando il padre, Nicholas Earp, nel 1864 condusse la famiglia da Pella (Iowa) in California, nella contea di San Bernardino.
Sarah Jane Rousseaus, la cui famiglia faceva parte della carovana, ebbe modo di descrivere nel suo diario il comportamento di Warren e lo scontro avuto con un ragazzo di nome Jimmy Hatten. Leggi il resto

Guai a Tombstone

A cura di Omar Vicari

Due soli mesi dopo lo scontro all’OK Corral, la notte del 28 dicembre 1881, Allen Street fu testimone di un grave fatto di sangue. Virgil Earp stava uscendo dall’Oriental Saloon per raggiungere il Cosmopolitan Hotel quando la scarica di uno shot-gun risuonò nel buio della strada. I colpi, in rapida successione, raggiunsero Virgil nella schiena e nel braccio sinistro. L’Epitaph, il giornale di John P. Clum, amico del clan degli Earp, riportò sulle righe del giornale che furono cinque i colpi sparati in rapida successione da sconosciuti nascosti nel buio dietro il Crystal Palace Saloon.
Sempre secondo l’Epitaph, tre furono gli uomini coinvolti nella sparatoria. Il fatto fu confermato da un minatore che vide fuggire i tre pochi istanti dopo gli spari.
L’articolo del giornale finiva sostenendo che in città c’era una banda di assassini che in più di una occasione aveva minacciato le vite del giudice Spicer, dello stesso Clum, quelle dei fratelli Earp e di Doc Holliday. Leggi il resto

La morte di Warren Earp

A cura di Omar Vicari

Warren Earp
A volte nella vita ci sono situazioni per le quali un episodio, un evento cruento possono concorrere a creare una leggenda. Basta essere, come si dice, al posto giusto nel momento giusto. Si prenda, per esempio, il caso di Warren, il più giovane dei fratelli Earp. Questi, dal più vecchio al più giovane, rispondevano ai nomi di Newton (un fratellastro nato dalla prima moglie di Nicholas Earp, il patriarca di famiglia), James, Virgil, Wyatt e Morgan.
Nel 1863 la famiglia mosse dall’Iowa verso la città di Colton in California e Warren diventò adulto da quelle parti vedendo i suoi fratelli allontanarsi dalla casa paterna uno dopo l’altro. Newton, James e Virgil si erano già arruolati sotto la bandiera dell’Unione ed avevano preso parte alla guerra civile. Warren, data la sua età, rimase a Colton dove suo padre era giudice e gestore di un saloon allo stesso tempo.
Warren, dietro al banco del locale, più volte aveva avuto modo di sentire i racconti delle imprese dei suoi fratelli nelle diverse città di frontiera. Leggi il resto