Fragile. Reverendo nel West

Annata decisamente buona, questa, per la nostra passione western a tutto tondo. Eccoci, infatti, a presentarvi un nuovo libro, stavolta un romanzo. E’ scritto da un giovane talento, Giovanni Mattia, che alla sua seconda prova ha deciso di cimentarsi con il genere western a cui è legato da un grande affetto.
La storia si dipana negli Stati Uniti della seconda metà dell’800. La società sta cambiando, il mondo sempre più cinico e la Parola di Dio sempre più usata e abusata. A New York, il reverendo Enk Fragile, sente l’esigenza di intraprendere un nuovo cammino di fede e di vita. Si isolerà da tutto e da tutti sulle sponde del fiume più blues del mondo, il Mississippi. In seguito, dopo un decennio da eremita, ha bisogno di una nuova partenza. Un cammino nuovo, una sfida che rivoluzionerà la sua forma mentis: affrontare il mitico Wild West. E così, tra mandriani assassini, vecchi cowboy, biografi in cerca di storie da raccontare e amici che finiscono per rivelarsi traditori, vivrà la sua più grande avventura che cambierà il West e soprattutto cambierà lui. Leggi il resto

L’ultima patria

A cura di Gian Mario Mollar

L’ultima patria è il secondo volume di una trilogia iniziata nel 2017 da Matteo Righetto.
Il sipario si alza due anni dopo gli eventi raccontati ne L’anima della frontiera: siamo nell’autunno del 1898 e Jole De Boer ha ormai vent’anni, è bella come non mai e le sue avventure oltre il confine con l’Austria sono un ricordo che ha lasciato segni profondi.
La vita a Nevada, il paesino incastonato tra l’altopiano di Asiago e il grande canyon della Val Brenta, scorre scandita dal ritmo e dai colori delle stagioni, un rosario di miseria e fatica che la famiglia De Boer sgrana con serenità e rassegnazione.
Sua sorella Antonia, chiamata da una vocazione forte e spontanea, ha deciso di entrare in convento e il suo fratellino Sergio si è ammalato di un inspiegabile tremore, che fa temere per la sua vita. Sperando di salvarlo, Jole scende a valle con il carro, per portarlo dalla Santa, una donna misteriosa che sembra capace di guarire ogni male. Leggi il resto

Si spengono le stelle

Si spengono le stelle è un thriller sulla Nuova Inghilterra di fine Seicento, che indaga uno dei periodi più cupi della storia americana a colpi di incursioni nei temi classici della letteratura fantastica.
Lo diciamo subito: è un bel libro, godibilissimo e di quelli da leggere tutto d’un fiato, anche se le oltre quattrocentocinquanta pagine ci costringono a gustare il libro suddividendolo su più giorni. È anche rispettoso del periodo storico in cui l’avventura si dipana, la qual cosa non può che far grande piacere a noi appassionati di storia del west.
Le vicende sono ambientate a York al tempo in cui gli inglesi lottavano duramente (come potete leggere in questo sito) contro gli indiani al fine di espandere i propri traffici. Un tempo durissimo in cui le profonde e ingiuste cattiverie compiute ai danni dei nativi si alternavano alle sanguinose e improvvise vendette indiane. In questo contesto si muove la protagonista, Susannah Walcott, figlia primogenita di Robert e Mary Walcott, e sorella dei piccoli William ed Elisabeth che vengono seguiti nella loro crescita dalla nutrice, Nagi, un’indiana che ama la famiglia con cui vive e che da essa è ricambiata. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 10

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11.


La prima dime novel Malaeska: The Indian Wife of the White Hunter

La scrittrice della prima dime novel Ann Shopia Stephens nacque nel 1810, a Humphreysville (oggi Seymour, Indiana), nel 1831 sposò Edward Stephens con il quale si trasferì a Portland nel Maine. Nel 1834 la coppia fondò la rivista femminile Portland Magazine per la quale entrambi scrissero.
Nel 1837 si trasferirono a New York City e Stephens iniziò a scrivere per The Ladies’ Companion nel quale pubblicò numerosi romanzi a puntate. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 9

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11.


James Fenimore Cooper e le dime novel

Prima delle dime novel il west era già stato trattato da altri autori. Gli storici della letteratura sono concordi nell’affermare che il grande “padre” del western classico sia James Fenimore Cooper, autore dei cinque famosi Leatherstocking Tales (Racconti di Calza-di-Cuoio). Per scrivere questo ciclo di racconti Cooper si ispirò alle esperienze che visse in prima persona sulla frontiera. Leggi il resto

I classici del west super (Longanesi)

“I classici del west super” è il titolo di una preziosa collana di romanzi western edita, tanto per cambiare, negli anni ’70, quelli che furono probabilmente l’apice della narrativa e della cultura western in Italia.
Della collana fanno parte i nomi più famosi della letteratura western.
Ad avere il prezioso merito di raccogliere i 33 libri che compongono la collana è stata la casa editrice Longanesi, a quel tempo particolarmente impegnata sul versante western.
I volumi sono dei libriccini in formato tascabile, per nulla ingombranti. Al momento è possibile acquistare una buona parte della collana (se non tutti) attraverso i più noti negozi online come Amazon oppure su eBay. Leggi il resto

Western Stories (collana di romanzi western)


E’ in edicola una bellissima e imperdibile serie di romanzi western per i tipi della Gazzetta dello Sport (che è poi Corriere della Sera) composta di ben 30 volumi che usciranno con cadenza settimanale.
I libri sono tutti famosissimi e vorremmo dire immancabili nella libreria di ogni buon appassionato di storia del west e di tutto quanto è collegato al west, romanzi compresi. Leggi il resto

Prairie Dog Sunset (recensione e intervista)

La copertina del libro
E’ uscito il nuovo attesissimo libro di Domenico Rizzi, infaticabile ed espertissimo scrittore di storia del west e capace romanziere. Il titolo del libro è “Prairie Dog Sunset” ed è un romanzo che ci porta nell’epopea del West attraverso l’ambientazione e i personaggi che hanno fatto della frontiera un mito non solo cinematografico.
Le avventure di Frank Lamar e quelle di una cittadina del Wyoming, ci fanno ripercorrere l’ascesa e il declino di un’epoca. Tutto il romanzo è incentrato sulla vita di un uomo che come molti uomini di frontiera ha l’unica ambizione di portare avanti l’esistenza in luoghi da colonizzare. Ed è così che gli uomini e le donne e i personaggi famosi del West si fondono in un grande romanzo corale. Sunset Prairie Dog è il declino di un epoca, che con l’arrivo del 900 consegna le storie della frontiera all’immaginario collettivo delle generazioni successive entrando di diritto nella storia del mondo occidentale.
Il libro conferma la bravura di Domenico Rizzi e la sua capacità di far sognare il west anche a chi non ci è mai stato di persona, ma anche di catapultare il lettore all’interno delle scene d’azione al punto che sembra di viverle.  Leggi il resto

Along the River

A cura di Giampaolo Galli

Along the River
Una battuta di caccia, un cinico avvocato che indaga su un efferato caso di omicidio, e uno sceriffo che scopre di avere un figlio assassino.
Sono questi gli elementi principali da cui si sviluppa la trama di Lungo il fiume, il racconto da cui è stato tratto il cortometraggio Along the River con Franco Nero, per la regia di Daniele Nicolosi, e che questa settimana ha conquistato un ambito riconoscimento come premio speciale per opere straniere agli American Movie Awards, uno dei festival più importanti per il cinema indipendente. In origine, avevano partecipato a questa rassegna nomi come Steven Spielberg, Michael Cimino, Clint Eastwood, Meryl Streep, Burt Reynods, Henry Fonda, e molti altri.
La consegna ufficiale del trofeo in cristallo avverrà il 22 maggio a Las Vegas, Nevada.
Quando scrissi questa breve storia quattro anni fa, non potevo certo immaginare che avrebbe fatto tanta strada, fino ad approdare oltreoceano e conquistare i critici cinematografici americani. Leggi il resto

Le streghe di Dunfield

Le Streghe di Dunfield è il primo romanzo di Domenico Rizzi su carta stampata. Un romanzo, va subito sottolineato, di grande respiro, travolgente, incandescente. La storia è ambientata e si dipana completamente nel New England verso la fine del 1600, al tempo della Guerra di Re Guglielmo tra Francia e Gran Bretagna, un tempo guerresco e ricco di pericoli e incognite, un tempo in cui il valore della vita stessa era assai incerto e sempre appeso a fin troppe incognite quotidiane.
Nel romanzo Domenico Rizzi ci narra di un grande amore contrastato dalle famiglie degli innamorati a causa di un’accesa faida che le oppone in un clima di accesissima rivalità all’interno di una apparentemente tranquilla colonia puritana del Massachussets.
Attraverso una fitta serie di episodi cruenti e scabrosi – tra i quali vogliamo citare un terribile processo per stregoneria – il giovane protagonista, Nathaniel Whitman, scoprirà i morbosi segreti che si nascondono dietro il velo di rigida moralità che ricopre il piccolo villaggio di Dunfield, costantemente minacciato dagli attacchi delle truppe francesi e dei loro spietati alleati indiani, gli Abenaki guidati dal capo Opanango. Leggi il resto

Pagina successiva »