I Rangers del Texas

A cura di Mauro Cairo


La provincia del Texas fu fonte di notevole frustrazione per le autorità della Nuova Spagna nei primi decenni del XIX secolo. Le scorrerie continue degli indiani delle praterie rendevano la vita difficile ai pochi coloni d’origine spagnola e la vastità della regione rendeva impossibile la realizzazione di una catena di forti; un vero incubo furono i Comanche che, dai loro accampamenti a ovest dei Balcones Escarpements, calavano negli insediamenti dei bianchi per rubare cavalli e rapire donne e bambini. Leggi il resto

El Paso, città violenta

A cura di Omar Vicari


Dallas Stoudenmire a El Paso
El Paso, oggi la sesta città del Texas per grandezza, è localizzata nella parte meridionale dello Stato, sulla riva nord del Rio Grande a ridosso della città messicana di Ciudad Juarez. El Paso fu una cittadina di frontiera assai turbolenta e perciò ad essa abbiamo deciso di dedicare questo approfondimento. Leggi il resto

Wes Hardin, il più velenoso pistolero del west

A cura di Omar Vicari

A lato: Wes Hardin
Come Billy the Kid, Wild Bill Hickok e molti altri gun-men del vecchio west, John Wesley Hardin fu un enfant prodige nel maneggio delle armi da fuoco. In questo desperado pistolero, avvocato e teologo, una specie di eroe per i texani e per il resto dell’America un sicario leggendario, notevole era l’incredibile abilità nell’uso delle armi.
Un autentico mago della sei colpi, avrebbe potuto guadagnarsi da vivere in un circo sparando colpi impossibili per i comuni mortali.
Si dice che la sua pistola avesse quaranta tacche incise sul calcio. Le tacche sono probabilmente pura invenzione, ma il record è presumibilmente vero perché, tra i tanti pessimi individui che circolavano nell’0vest, John Wesley Hardin era l’assassino più feroce.
Ormai non più giovane, sulla quarantina, Wes era ancora capace di strappare l’applauso di un esperto come Jeff Milton, sceriffo di El Paso, il quale, dopo averlo visto in azione, disse: “Hardin è l’uomo più veloce con la pistola che io abbia mai visto”. Leggi il resto

“Capelli-Rossi” Dunn e lo scontro sul Pinta Trail

A cura di Paolo Brizzi


John Dunn pensò che il suo momento fosse arrivato e che quel giorno dell’inverno 1841 sarebbe stato il suo ultimo. Legato sulla sella di un cavallo, osservava i guerrieri Comanche che lo avevano catturato guadare il corso poco profondo del fiume Guadalupe, a Pinta Trail Crossing, circa 45 miglia a nord di San Antonio, Repubblica del Texas, con una mandria di cavalli e muli rubati. Solo il giorno prima Lupo Giallo e 80 guerrieri avevano assalito la periferia ovest della cittadina, uccidendo due abitanti ispanici ed un mandriano di colore prima di prendere prigioniero l’Irlandese, che stava badando al suo gregge di pecore. Leggi il resto

Le Colt, la storia e i modelli

A cura di Omar Vicari

I revolver a singola azione di Samuel Colt sono stati indubbiamente parte integrante della storia del vecchio west e in particolare di quella del Texas.
Il 6 Agosto 1840 un migliaio di Comanches attaccarono alcuni insediamenti bianchi nella parte meridionale del Texas.
Alcuni giorni dopo, una trentina di Texas Rangers al comando di Ben Mc Cullouch, armati del primo revolver fabbricato da Samuel Colt che passerà alla storia col nome di “Colt Paterson”, intercettarono più di duecento di quei guerrieri ai quali diedero battaglia.
Le nuove pistole in dotazione ai Rangers permettevano di sparare in rapida successione i cinque colpi contenuti nel tamburo.
I Rangers portavano nelle loro bisacce più tamburi caricati e questo permetteva loro una notevole potenza di fuoco, abbinata a una rapidità sino allora sconosciuta. Leggi il resto

I ranger del Texas

I Texas Ranger
I Texas Rangers furono ufficiosamente creati nel 1823 da Stephen Fuller Austin per essere poi formalmente costituiti nel 1835. Furono disciolti dalle autorità federali nell’epoca immediatamente successiva alla Guerra di Secessione, ma vennero ben presto riorganizzati dopo la restituzione del governo federale.
I Ranger presero parte ai maggiori eventi della storia del Texas e furono coinvolti in alcuni dei casi più conosciuti del Vecchio West americano, tra cui quello del pistolero John Wesley Hardin, del rapinatore di banche Sam Bass e dei due fuorilegge Bonnie e Clyde. Molti libri sono stati scritti sui Ranger ed essi appaiono in numerosi film e innumerevoli fumetti, cosa che ha permesso di inserirli nella mitologia dell’Ovest americano. Durante la loro lunga storia si sono resi così importanti a livello culturale e storico, oltreché pratico per il Texas, che il corpo dei Ranger Texani è legalmente protetto contro lo scioglimento. Leggi il resto

Meridiano di sangue: la storia di John Glanton

A cura di Mario Raciti

John Glanton
Di John Joel Glanton, assassino e cacciatore di scalpi, e della sua vita si sa poco o nulla. La sua figura ha acquistato curiosità da quando il famoso romanziere Cormac McCarthy lo rese co-protagonista del bellissimo romanzo “Meridiano di sangue”, a sua volta basato sulle memorie di Samuel Chamberlain, un soldato vagabondo dell’Unione che combattè contro il Messico e che, dice lui, conobbe Glanton.
Nei suoi resoconti, intitolati “My confessions”, Chamberlain descrive così John Glanton: “Ad un tavolo piccolo due uomini si giocavano a carte le bevute. Uno di essi, che giocava tranquillamente la sua mano con un’aria timida e mite, contrastante con il suo aspetto di desperado, era basso e atticciato, con il viso abbronzato dal sole quasi quanto quello di un Indiano, gli occhi profondamente infossati e macchiati di sangue, i capelli neri e incolti che gli pendevano sulle spalle a treccioline, come tanti serpentelli. Leggi il resto

Heck Thomas, il terrore dei fuorilegge

A cura di Omar Vicari

Heck Thomas
Negli anni turbolenti della frontiera mentre il west era giovane e selvaggio, un gran numero di uomini ha servito gli Stati Uniti dalla parte della legge. Questi uomini erano gli US marshals, uomini che nella loro carriera hanno arrestato i maggiori fuorilegge che il west avesse mai visto.
Uno degli ultimi di questi uomini leggendari fu Henry Andrew “Heck” Thomas. Heck Thomas nacque il 6 gennaio 1850 a Oxford (Georgia) da Lovick e Martha Thomas. Fu un uomo di forti principi, leale nell’amicizia, conosciuto soprattutto per il suo coraggio, una caratteristica che lo avrebbe contraddistinto per tutta la vita. Un coraggio che gli avrebbe procurato, nei numerosi scontri sostenuti con i fuorilegge dell’Oklahoma, almeno una mezza dozzina di ferite più o meno gravi. Leggi il resto

Gli scontri tra i Rangers ed i Comanches

A cura di Renato Ruggeri da un articolo di Wayne R. Austerman

Paint Rock è una delle 3 battaglie dei Texas Rangers negli anni 1840 che rimangono controverse tra gli storici. Semplicemente, alcuni esperti negano decisamente che questi eventi ebbero luogo. A supporto della loro posizione citano la mancanza di fonti documentate e le memorie confuse e nebulose degli anziani uomini di frontiera che raccontarono di aver partecipato a questi scontri. Così, stimati ricercatori affermano che Jack Hays non si difese da solo dai Comanches arroccato sulla cima di Enchanted Rock nel 1841, che Hays e i Rangers non sventarono un’imboscata Comanche a Bandera Pass, e che Devil Jack non sostenne un assedio Comanche all’ombra di Paint Rock, sul fiume Concho, nella primavera 1846.
Lo scrittore di Austin, Mike Cox, ha esaminato a lungo tutte le fonti relative alla battaglia di Paint Rock e conclude “può non essere mai avvenuta o, se ebbe luogo, appare poco probabile che si svolse come è stata raccontata”. Leggi il resto

I Rangers del Texas durante la guerra messicana

A cura di Marco Vecchioni

Un Ranger del Texas
I soldati dell’esercito americano non riuscivano a capacitarsi del feroce odio che contrapponeva i rangers ai messicani.
Questa animosità aveva avuto origine durante la rivoluzione texana a causa dei massacri di Alamo e Goliad. Il periodo repubblicano non contribuì certo a mitigarne i rancori.
Nel 1842, il generale Adrian Woll occupò brevemente San Antonio.
Alcuni mesi dopo un gruppo di Texani, al comando di un certo Mier marciò sul Messico, reclamando vendetta per il massacro di Dawson, avvenuto nel corso della breve spedizione di Woll. La compagnia di Nicholas Dawson, composta da volontari che operavano con i rangers di Mc Culloch, era stata circondata e annientata.
I rangers di Mc Culloch avevano scoperto che a Sud del Rio Grande si stava ammassando una grande quantita di truppe nemiche, e avevano raccomandato di non attraversare il fiume. I volontari non diedero loro ascolto, passarono il fiume e Mc Culloch li abbandonò al loro destino. Leggi il resto

Pagina successiva »