La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 7

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7.


Le case editrici e Beadle & Adams

Il processo che portò alla nascita delle dime novel fu lungo e attraversò varie trasformazioni. Agli inizi dell’Ottocento la classe borghese della costa Est si era fortemente sviluppata e nel suo ambito era cresciuto il desiderio di novità. Per soddisfare questo nuovo desiderio nacquero i Penny Press, ovvero dei giornali venduti ad un penny che rappresentava la forma più cruda di giornalismo concentrandosi sui pettegolezzi e sui reati che più creavano scalpore. Questi quotidiani utilizzarono per primi il telegrafo, riuscendo così ad estendere il bacino di raccolta delle notizie, ma soprattutto facendo della notizia fresca la merce specifica del giornalismo. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 6

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6.


I motivi della fortuna delle dime novel

Sono diversi i motivi che resero possibile l’enorme successo delle dime novel e uno di questi va cercato nella trasformazione del tessuto socioculturale americano. Tra il 1790 e il 1830 la popolazione americana era quasi raddoppiata, e sarebbe raddoppiata nuovamente entro il 1860 e che in gran parte si trattava di una popolazione in grado di leggere e scrivere (1). L’Education Act del 1870 promosse l’istruzione obbligatoria determinando un alto tasso di alfabetizzazione. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 5

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6.


Le Dime Novel

Le Dime Novels sono i romanzi da “dieci cent” che prendono il loro nome dal prezzo con il quale venivano vendute, per l’appunto un dime cioè una moneta dal valore di 10 centesimi. Queste pubblicazioni riuscirono a conquistare centinaia di migliaia di lettori nella seconda metà dell’Ottocento americano invadendo il nascente mercato di massa.
Le dime novel erano facilmente riconoscibili, stampate su carta economica si colore arancione, avevano sempre la copertina illustrata che solitamente raffigurava una delle scene più importanti del romanzo, l’eroina in pericolo mortale, l’eroe che arriva in suo soccorso e il cattivo in agguato. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: La frontiera americana – 2

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6.


Theodore Roosevelt, il presidente cowboy

Tra gli artefici del mito della frontiera americana ve ne furono alcuni destinati ad occupare la massima carica pubblica del Paese. Andrew Jackson aveva partecipato, con l’uniforme di capitano della milizia dell’Illinois, alla guerra contro i Sauk e Fox di Falco Nero. Abraham Lincoln poteva vantare, una serie di sfolgoranti vittorie contro i Creek del mezzosangue Aquila Rossa, più conosciuto con il suo nome inglese di William Weatherford. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: La frontiera americana – 1

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6.

Introduzione e la frontiera americana

Il West è talmente radicato nell’immaginario comune occidentale che se vediamo un cappello Stetson, un cinturone con una Colt, o un paio di stivali, la nostra mente penserà sicuramente ad un cowboy. Nell’immaginario americano rappresentava anche un ideale: territori ancora da esplorare, dove la legge e l’ordine sociale non sono ancora arrivati e per poterle affermarli bisognava lottare contro gli indiani e le aspre condizioni ambientali. Leggi il resto

Il sogno di Naso Romano

A cura di Maurizio Biagini

Sentì la violenza del colpo, non il dolore. La fucilata lo centrò sopra la scapola destra, gli strappò l’aria dai polmoni e lo disarcionò, precipitandolo nel fiume.
Il contatto con l’acqua gli impedì di svenire e, sempre stranamente estraneo al dolore, si alzò e cominciò a camminare verso riva, vagamente consapevole delle fucilate che gli fischiavano intorno.
Vide alcuni guerrieri tornare indietro per venirgli in soccorso, poi si sentì afferrare per le braccia e allora il dolore esplose in tutta la sua violenza e gli fece perdere i sensi.
Quando si riprese era adagiato nell’erba, all’ombra di un albero. Aveva qualcosa fasciato strettamente attorno al busto che gli impediva ogni movimento.
Accanto a lui qualcuno disse qualcosa e un attimo dopo gli diede da bere. Naso Romano riuscì appena a piegare il collo, l’intero busto sembrava insensibile.
La battaglia intanto continuava, sentiva il boato dei grossi fucili ad avancarica e le detonazione più secche dei fucili a ripetizione ma il fuoco era diminuito molto, non si sentivano più le grida dei giovani guerrieri che andavano all’attacco. Leggi il resto

Western, sex, rock and horror

A cura di Domenico Rizzi


Molti pensano che il West sia una pagina del lontano passato dell’America, qualcosa che la leggenda, il cinema e la letteratura hanno alimentato per anni anche nell’era moderna. Qualcuno è convinto che i suoi personaggi e gli eventi narrati mille volte nei libri di storia e nei romanzi o portati sullo schermo non rivestano più alcun interesse per le nuove generazioni, affascinate dalla nuova America, dai grattacieli di New York, dalle spiagge di Miami o dagli incontri fra le squadre della National Football League. Leggi il resto

Along the River

A cura di Giampaolo Galli

Along the River
Una battuta di caccia, un cinico avvocato che indaga su un efferato caso di omicidio, e uno sceriffo che scopre di avere un figlio assassino.
Sono questi gli elementi principali da cui si sviluppa la trama di Lungo il fiume, il racconto da cui è stato tratto il cortometraggio Along the River con Franco Nero, per la regia di Daniele Nicolosi, e che questa settimana ha conquistato un ambito riconoscimento come premio speciale per opere straniere agli American Movie Awards, uno dei festival più importanti per il cinema indipendente. In origine, avevano partecipato a questa rassegna nomi come Steven Spielberg, Michael Cimino, Clint Eastwood, Meryl Streep, Burt Reynods, Henry Fonda, e molti altri.
La consegna ufficiale del trofeo in cristallo avverrà il 22 maggio a Las Vegas, Nevada.
Quando scrissi questa breve storia quattro anni fa, non potevo certo immaginare che avrebbe fatto tanta strada, fino ad approdare oltreoceano e conquistare i critici cinematografici americani. Leggi il resto

Storie di frontiera – 1

A cura di Sergio Mura

Storie di frontiera, 1
Uomini della frontiera, appassionati di storia e storie del west, ci siamo! Dopo aver promosso (sul finire dello scorso anno) un nuovo contest nazionale dedicato a tutti gli scrittori western, rispettando i tempi che ci eravamo dati, ci ritroviamo qui con il cuore pieno di gioia ed emozione, a proporvi il primo volume della neonata collana “Storie di frontiera”. Questo volumetto che presentiamo è infatti il primo di una serie che non mancherà di stupirvi perché intende scrutare a fondo tutto il genere letterario western e non solo quello classico contenuto nei racconti che abbiamo scelto stavolta.
Non mancheranno le sorprese, ma tutto questo – a partire dal presente libro – è possibile solo ed esclusivamente grazie alla collaborazione gratuita e volontaria di chi si ingegna a sfornare storie western. Ci sono firme conosciute e firme sconosciute, tutte insieme per farci sognare un tempo che ci appassiona moltissimo. Leggi il resto

Il nuovo contest Scrittori Del West

ZZ333B725DCarissimi amici della frontiera, con grande gioia siamo qui a presentarvi il nuovo contest Scrittori Del West promosso da Farwest.it.
Chiunque abbia la capacità, la voglia e la passione necessarie per scrivere un racconto western della lunghezza massima di 15 pagine, può partecipare al nostro contest e conquistare il privilegio di essere pubblicato nel nostro nuovo libro Storie di Frontiera. Il volume sarà il quarto della nostra serie e sarà ricchissimo come sempre… Possiamo dirlo fin d’ora perché questa iniziativa arriva a coronamento di numerose richieste che si tradurranno in altrettanti racconti o mini-romanzi.
Il regolamento – che trovate nelle righe successive – è molto semplice e non limita in alcun modo la libertà o l’autonomia degli scrittori; piuttosto semplifica la vita dello staff che si occupa dell’impaginazione.
Per concludere, ci teniamo a farvi sapere che dai libri del nostro sito sono stati selezionati un paio di racconti che sono in via di trasformazione in lungometraggi. Un fatto, questo, che è un vero onore per gli autori delle storie. Abbiamo anche un paio di richieste da parte di autori e disegnatori di fumetti.
Insomma, sfoderate le penne e mettiamoci al lavoro!  Leggi il resto

Pagina successiva »