L’odissea della carovana Utter

A cura di Denis Giotta


L’attacco alla carovana Utter

La carovana di Elijah Utter si era formata a Geneva, nel Wisconsin, nel 1860 e contava 38 persone, di cui 21 bambini, appartenenti a quattro famiglie, alle quali si aggiungevano alcuni uomini non sposati.
Con Elijah c’era la moglie Abegal, sposata un anno prima, e la loro neonata, Susan. Viaggiavano col loro i tre figli della donna, Elizabeth, Christopher ed Emeline Trimble, e i suoi precedenti sei figli, Mary, Charles, Henry, Wesley, Emma e Abby.
Joseph Myers era in compagnia della moglie, Mary, e dei loro cinque figli, Isabella, Margaret, Eugene, Harriet e Carolyn. Leggi il resto

Piste e sentieri del west

Un conestoga in marciaI primi veri esploratori del Nord America furono senza alcun dubbio gli indiani. Uomini e donne espertissimi, spesso legati ad uno stile di vita nomade, gli indiani girarono in lungo ed in largo, visitando ogni posto in cui gli fosse possibile arrivare e conveniente restare.
La ragnatela dei loro spostamenti disegnava a volte gli stessi itinerari ed i ripetuti passaggi segnavano le piste. Il continuo attraversamento di decine e centinaia di persone, a più riprese nel corso dello stesso anno, impediva la crescita dell’erba e questi sentieri, larghi originariamente appena quanto un uomo, restavano ben visibili, ma ai soli occhi di chi sapeva muoversi in quelle terre.
Il segreto delle piste indiane si tramandava di generazione e generazione e rimaneva tale in quanto raramente l’uomo bianco riusciva a riconoscerle per farne utilizzo. Leggi il resto

La pista di Meek (Meek’s Cutoff)

A cura di Sergio Mura

Il “Meek’s Cutoff”, a cui recentemente si è ispirato il regista di un bel film western, è una pista per carovane e carri ideata da Stephen Meek (fratello del notissimo Joe Meek). Questo sentiero punta a Ovest, dipanandosi da un punto preciso dell’Oregon Trail, nel nord-est dell’Oregon. Venne battuta per la prima volta nel 1845 lasciando l’Oregon Trail all’altezza di Vale (Oregon), seguendo il fiume Malheur e dirigendosi a sud-ovest nell’Harney Basin. Da lì si puntava prima a ovest verso la Wagontire Mountain e poi a nord verso la biforcazione meridionale del Crooked River, proprio dove il fiume si divide in due parti. Ogni parte conduceva al Deschutes River. I due percorsi si riunivano poi a nord del punto in cui il Crooked River sfociava nel Deschutes, per poi proseguire verso The Dalles, in Oregon. La strada prese il nome dal pioniere Stephen Meek, che fu stato ingaggiato per guidare la prima carovana lungo quella pista. Il viaggio fu particolarmente duro e molti dei pionieri persero la vita. Leggi il resto

Oregon Trail, la pista degli emigranti

A cura di Sergio Mura

Il sentiero dei migranti conosciuto come Oregon Trail dovrebbe in realtà essere chiamato Oregon-California Trail. E’ una pista attraverso cui, infatti, si snodava l’infinita peregrinazione che partiva più a Est e terminava nei territori dell’Ovest, in Oregon e, appunto, in California. La pista era immensa, lunga circa 2.170 miglia, e venne inaugurata dai primi emigranti a compiere il lunghissimo viaggio, Marcus e Narcissa Whitman, nel 1836. Tuttavia, la migrazione di massa non si è verificata fino al 1843, quando circa 1.000 pionieri fecero il viaggio in una sola volta.
Questo sentiero era di fatto l’unica via di terra percorribile dai coloni per raggiungere la costa occidentale. Dal 1843 fino al 1869, quando la prima ferrovia transcontinentale fu alfine completata, oltre 500.000 persone avevano fatto il viaggio sulla Oregon Trail utilizzando sopratutto i famosi carri coperti trainati da muli e buoi. Leggi il resto

Ezra Meeker, il pioniere della Oregon Trail

A cura di Sergio Mura

Ezra Meeker
Ezra Meeker (1830-1928) era in origine un semplice emigrante, uno che ambiva a diventare un colono in grado di mantenere la propria famiglia con il lavoro agricolo e con un po’ di allevamento. Divenne rapidamente esperto conoscitore della Oregon Trail, la pista dei pionieri. Non aveva altre pretese quando decise di spostarsi verso il nord-ovest americano. E ad essere sinceri, trovò esattamente quel che cercava, almeno nella prima parte della sua vita da pioniere.
Il destino, però, aveva scritto per lui pagine diverse, pagine che sarebbero rimaste negli annali dell’epica del west e che avrebbero reso lui stesso famoso. Leggi il resto

Meek’s Cutoff

Un grazie a Cineblog

La locandina del film
Una premessa è necessaria: noi di Farwest.it abbiamo avuto modo di vedere questo film in lingua inglese, con l’ausilio di sottotitoli amatoriali in lingua italiana, e ne siamo rimasti colpiti favorevolmente. Purtroppo non sappiamo se e quando il film sarà reso disponibile nel nostro mercato, a conferma che le scelte sono ormai orientate esclusivamente in base a criteri che sfuggono la bontà del prodotto. E questo è un peccato per il genere western!
Il sentiero di Meek (Meek’s Cutoff – Usa 2010) è un film western di Kelly Reichardt con Michelle Williams, Bruce Greenwood, Paul Dano, Shirley Henderson, Will Patton, Zoe Kazan, Neal Huff, Tommy Nelson, Rod Rondeaux.
Siamo nel 1845 in Oregon. Una carovana di tre famiglie si fa guidare da Stephen Meek, un montanaro che conosce il deserto, verso le Cascade Mountains. Leggi il resto