Il massacro di Mountain Meadows

A cura di Marco Chiornio

Il primo maggio del 1857 una carovana composta di oltre quaranta carri – con mille capi di bestiame e diverse centinaia di cavalli e in cui viaggiavano 142 pionieri con le loro famiglie – lasciò l’Arkansas, per dirigersi in California.
Era un periodo difficile quello, visto il progressivo aumentare della tensione tra le varie famiglie di Mormoni, dovuto alla crescente paura nei confronti del Governo Federale. Il Presidente James Buchanan, avendo ricevuto rapporti di attività sospette nel territorio dello Utah, decise di inviare in loco un nuovo governatore, Brigham Young, affinché prendesse il posto dell’attuale governatore Mormone.
I Mormoni, però, temevano che l’instaurazione di un più forte Governo Federale in Utah avrebbe portato alla distruzione delle loro tradizioni. Leggi il resto

Tom Smith nella storia della frontiera

A cura di Mario Raciti

Tom Smith
Il nome Thomas James Smith probabilmente non dirà molto agli storici, e forse neppure agli appassionati di storia del West. Tuttavia egli fu una figura importante e famosa nella storia della Frontiera, perlomeno nell’ambito degli uomini di legge che domarono quelle lande, e delle città del bestiame. Quest’uomo si aprì la strada del ricordo tra i posteri letteralmente a pugni e sganassoni, diventando uno dei più famosi lawmen del West. Lo chiamavano “Bear River” Tom.
Prima di ricostruire l’origine del suo bizzarro soprannome e di narrare i fatti che lo portarono alla leggenda del West, cerchiamo di scoprire un po’ di più sulla sua storia prima dei fatti più importanti. Lo stesso Smith era reticente a parlare del suo passato, e alcune informazioni ci vengono da T.C. Henry, primo cittadino di Abilene, che avrà un ruolo importante nella carriera di Smith. Leggi il resto