Il mistero del Codice Beale

A cura di Mario Raciti


L’epopea del West è una vera fucina di storie, dalle più incredibili alle più classiche e note. Come il genere letterario riesce ad essere un contenitore che può ospitare al suo interno tutti gli altri generi (il giallo, l’horror, la fantascienza, il romantico) così gli anni della Frontiera sono stati testimoni di storie di tutti i tipi. Quella di cui vorrei parlarvi in questo articolo è conosciuta come mistero del cifrario Beale ed è una vicenda che coniuga, meglio della finzione, storia del West, tesori nascosti e codici segreti.
Siamo nel 1817. Thomas Jefferson Beale, un avventuriero, si inoltra nei territori del West insieme alla sua compagnia, composta da altri ventinove uomini. Leggi il resto

Gettysburg’s Ghosts

A cura di Andrea Carlucci

Il seguente breve resoconto, nasce per caso dalla considerazione che certe manifestazioni sono tipiche solo di alcuni campi di battaglia e non di tutti i luoghi ove si svolsero fatti d’arme. Comunque la si voglia considerare, questa fenomenologia sembra essere legata a quei luoghi ove rimasero esposti per lungo tempo i caduti prima che questi venissero, in parte, degnamente sepolti; ma anche di quei contesti dove non furono svolte quelle cure dedicate allo spirito (leggi funzione religiose), che invece erano, all’epoca di Gettysburg, caratteristiche sopratutto degli eserciti europei.
La battaglia di Gettysburg si svolse su un area approssimativa di 40 miglia e durò circa 3 giorni, dal 1 al 3 luglio 1863.
Come ormai è noto, il Generale Robert E. Lee intendeva portare la guerra al Nord, ma non era nei suoi piani dare battaglia in questo luogo. Leggi il resto