Nobiltà e fuorilegge a braccetto

A cura di Omar Vicari


Hole in The Wall (Johnson County — Wyoming)
A dispetto della sua propensione al crimine, Laura Etta Capel, meglio nota come Etta Place, veniva da un ambiente aristocratico inglese.
Suo padre, Hon. George Chapel, era il figlio illegittimo del sesto conte di Essex, e sua madre, Anne Louisa “Louise” Frewen discendente da un’antica famiglia del Sussex, era sorella di Hugh Moreton Frewen, un nobile inglese proprietario del grande ranch “76” nel Wyoming.
Moreton e suo fratello Richard erano arrivati nel West nel 1878 dopo un epico viaggio attraverso le Big Horn Mountains. Alla vigilia del Natale di quell’anno, Moreton arrivò a una pittoresca valle tra le Big Horn Mountains e, incantato dal posto, lo chiamò “Hole in The Wall” a ricordo del suo pub favorito a Londra. Leggi il resto

La rapina alla banca di Belle Fourche

A cura di Omar Vicari

La rapina
Il 7 settembre 1876 a Northfield (Minnesota), la banda James-Younger assaltò la banca locale con esiti disastrosi. Bill Chadwell, Clell Miller e Charlie Pitts ci lasciarono la pelle. Bob, Jim e Cole Younger furono feriti gravemente e i soli Jesse e Frank James riuscirono a sfuggire alle squadre degli inseguitori.
A Coffeiville (Kansas), il 5 ottobre 1892, nel tentativo di rapinare in contemporanea le due banche del posto, persero la vita Grat e Bob Dalton assieme a Bill Powers e Dick Broadwell.
Il solo Emmett Dalton salvò la vita. Condannato alla prigione a vita, fu rilasciato anni dopo per buona condotta. Nel West di fine ottocento le banche sembravano essere l’obiettivo preferito delle bande che ancora imperversavano in una frontiera ormai al tramonto.
Il 27 giugno 1897 la “Butte County Bank” di Belle Fourche (South Dakota) era in procinto di aprire gli sportelli quando tre uomini della banda di Kid Curry (Harvey Logan… quello del Mucchio Selvaggio) irruppero all’interno della banca con le pistole spianate. Leggi il resto