Il west di Emilio Salgari

A cura di Domenico Rizzi

Emilio Salgari
Anno di ricorrenze importanti, il 2011, quali il 150° anniversario della proclamazione del Regno d’Italia e l’inizio della Guerra Civile Americana, due eventi che ebbero anche qualche personaggio in comune: Giuseppe Garibaldi, il conte Palma di Cesnola e Carlo De Rudio. Ma è anche il centenario della scomparsa di un grande narratore italiano di fama mondiale, che si tolse la vita il 25 aprile 1911. Dalla sua penna erano scaturiti personaggi come Sandokan, Tremal Naik, Kammamuri, la “Perla di Labuan” Lady Marianna, il Corsaro Nero, la sua amata Honorata Van Gould… Si chiamava Emilio Carlo Giuseppe Maria Salgàri ed era nato a Verona il 21 agosto 1862 da padre veronese e madre veneziana. Con il tempo diventò celebre soltanto come Emilio Sàlgari, con questa alterazione di pronuncia nel cognome che pare fosse dovuta ad un errore del re Umberto I, il quale, concedendogli il titolo di Cavaliere della Corona d’Italia, lo salutò “Caro Sàlgari”, con l’accento sulla prima vocale anziché sulla seconda come sarebbe stato corretto. Leggi il resto

Il trionfo della leggenda

A cura di Domenico Rizzi

Link dello speciale sul genere western: 1) Il tesoro del west, 2) Il trionfo della leggenda, 3) L’ascesa del western, 4) Il periodo d’oro, 5) Ombre rosa nella prateria, 6) Orizzonti sconfinati, 7) I sentieri del cinema, 8) Orizzonti sconfinati, 9) La quarta frontiera

Segue da Il tesoro del west
Commerce Of The Praires
Nella prima metà dell’Ottocento si diffusero molto i resoconti delle esplorazioni compiute nel West e delle imprese di uomini come Meriwether Lewis, William Clark, Stephen H. Long, Louis de Bonneville, John Charles Frèmont e diversi altri, mentre fiorivano le biografie dei più noti personaggi della Frontiera.
Il materiale storico che raccontava le tappe della conquista del West si accrebbe sempre più di diari di viaggio di carovane e cow-boys, esperienze di vita nell’Ovest, narrazioni di spedizioni contro gli Indiani, duelli e sfide nelle città calde del Kansas, dell’Arizona e del Texas. Mentre la gente dell’Est leggeva ammirata i “Journals of the Lewis and Clark Expedition”, Josiah Gregg descriveva le notevoli possibilità di scambio offerte dalla Pista di Santa Fè in “The Commerce of the Prairies”. Leggi il resto