La nascita del mito Western nell’Ottocento: l’intermarriage – 16

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


L’intermarriage nelle dime novels

Il matrimonio interraziale non smise di attirare l’attenzione dei lettori che erano attirati dalla scabrosità dell’argomento per questo nel 1860 Beadle&Adams decisero di pubblicare in un unico volume Malaeska: The Indian Wife of the White Hunter. Il romanzo, già pubblicato a puntate nel 1839, riscosse un enorme successo e una parte di questo successo lo deve all’attenzione che il pubblico aveva per le storie che raccontavano di matrimoni misti. L’indiana Malaeska e il bianco William si innamorano e dalla loro unione nascerà un bambino di nome William anche lui. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: l’intermarriage – 15

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


Fenimore Cooper e l’ intermarriage

Fenimore Cooper, con il suo romanzo L’ultimo dei Mohicani, è l’unico autore di romanzi indiani sopravvissuto alle storie del Novecento. Non solo non è finito nell’oblio, ma la sua opera ha destato talmente tanto interesse da creare le basi per diverse trasposizioni cinematografiche, serie tv, fumetti, cartoni e addirittura fanfiction. Le varie trasposizioni, però, non sono state fedeli al romanzo, attuando diversi cambiamenti, primo tra tutti quello relativo all’l’unione interrazziale tra i banchi e gli indiani. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: l’intermarriage – 14

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


L’intermarriage

Tanti sono gli argomenti trattati nelle dime novel, e tra questi troviamo i matrimoni interraziali. Il problema delle unioni tra uomini e donne che appartenevano uno al mondo indiano, e l’altro al modo occidentale accompagnò sin dall’inizio i coloni americani. Gli insediamenti sulla frontiera manifestavano una grave carenza di presenze femminili. Su 48.000 emigranti che nel 1848 si misero in marcia verso Ovest, solamente 5.000 erano donne. Quando nel 1859 venne scoperto l’oro nel Colorado e nacque la città di Denver, su circa 950 abitanti della nuova cittadina solamente cinque erano donne. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Eroine nelle dime Novels – 13

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


She wants to be a Cowboy

Il 23 ottobre 1888 (1), il New York Times raccontò di un incidente causato dalla lettura delle dime novel avvenuto a Stockton, California (2). La vicenda riguardava la sedicenne Mary Abbot, una ragazza che secondo l’articolo è vittima delle dime novels, che l’hanno convinta a voler diventare un cowboy. Dopo un tentativo fallito di fuggire di casa, Mary sempre più decisa ad intraprendere la vita da cowboy, si rifugiò nel fienile della sua casa armata di due pistole e a nulla servirono i tentativi prima del padre e poi del parroco di farla tornare in casa. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Eroine nelle dime Novels – 12

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


Eroine nelle dime Novels
Quando pensiamo agli eroi del west, la nostra mente corre quasi esclusivamente a personaggi maschili.
Non è pertanto sorprendente che in nessuno dei testi della letteratura “classica” americana sia possibile ritrovare un’eroina della frontiera capace di sparare e combattere come Natty Bumppo. Solamente a partire dalla seconda metà dell’Ottocento in alcune dime novel si affacciarono personaggi come Hurricane Nell e Calamity Jane, eroine dalla mira infallibile, provette cavallerizze, esperte lanciatrici di “lazo”. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le eroine del west – 11

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


Le eroine del west, la nascita del Mito
L’immagine mitica del caotico e violento Far West è dura a morire. Tra sceriffi e fuorilegge, cowboy e indiani, teepee e saloon, cavalli e bisonti, canyon e praterie, frecce e Colt, il Far West è uno dei luoghi comuni più popolari dell’immaginario.
Il western nasce come prodotto culturale ed è il frutto di condizioni storiche, politiche, sociali e culturali decisamente uniche ed è caratterizzato da una costruzione mitica che ha le sue radici nella cultura ottocentesca, che della conquista del West ha sempre dato eccessivo rilievo agli aspetti sensazionali e patologici, lontani dagli aspetti storici. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 10

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


La prima dime novel Malaeska: The Indian Wife of the White Hunter

La scrittrice della prima dime novel Ann Shopia Stephens nacque nel 1810, a Humphreysville (oggi Seymour, Indiana), nel 1831 sposò Edward Stephens con il quale si trasferì a Portland nel Maine. Nel 1834 la coppia fondò la rivista femminile Portland Magazine per la quale entrambi scrissero.
Nel 1837 si trasferirono a New York City e Stephens iniziò a scrivere per The Ladies’ Companion nel quale pubblicò numerosi romanzi a puntate. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 9

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


James Fenimore Cooper e le dime novel

Prima delle dime novel il west era già stato trattato da altri autori. Gli storici della letteratura sono concordi nell’affermare che il grande “padre” del western classico sia James Fenimore Cooper, autore dei cinque famosi Leatherstocking Tales (Racconti di Calza-di-Cuoio). Per scrivere questo ciclo di racconti Cooper si ispirò alle esperienze che visse in prima persona sulla frontiera. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 8

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


Gli scrittori e le scrittrici di dime novel

Il grande successo delle dime novel fece si che la richiesta di storie da pubblicare fosse enorme. Si mise in moto una vera e propria “fabbrica della cultura” nella quale gli scrittori venivano spremuti fino all’ultima goccia dai loro editori.
Essere scrittori di dime novel non era un mestiere semplice. Gli scrittori solitamente appartenevano alla classe media, erano medici, giornalisti, maestri o avvocati che facevano gli scrittori solo come secondo lavoro per arrotondare le loro entrate. Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 7

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.


Le case editrici e Beadle & Adams

Il processo che portò alla nascita delle dime novel fu lungo e attraversò varie trasformazioni. Agli inizi dell’Ottocento la classe borghese della costa Est si era fortemente sviluppata e nel suo ambito era cresciuto il desiderio di novità. Per soddisfare questo nuovo desiderio nacquero i Penny Press, ovvero dei giornali venduti ad un penny che rappresentava la forma più cruda di giornalismo concentrandosi sui pettegolezzi e sui reati che più creavano scalpore. Questi quotidiani utilizzarono per primi il telegrafo, riuscendo così ad estendere il bacino di raccolta delle notizie, ma soprattutto facendo della notizia fresca la merce specifica del giornalismo. Leggi il resto

Pagina successiva »