La sparatoria all’OK Corral

135° anniversario della sparatoria: 26-10-1881, 26-10-2016


Gunfight at OK Corral – clicca per INGRANDIRE

La Sparatoria (Gunfight) all’O.K. Corral è uno degli episodi più famosi e conosciuti della storia del West americano, fonte di ispirazione di innumerevoli libri, film e fumetti.
La sparatoria si verificò il 26 ottobre 1881 quand’erano appena passate le 14.30, in una sottile striscia di terreno non ancora assegnata, chiamata “lotto 2”, nel 17° blocco di Tombstone, in Arizona, non molto distante dall’ingresso posteriore del corral (corral = ricovero per cavalli) cittadino. Leggi il resto

La sfida all’OK Corral

135° anniversario della sparatoria: 26-10-1881, 26-10-2016

A cura di Rino Di Stefano

Ve l’immaginate il candidato democratico del momento vestito da cowboy sfidare a duello il candidato repubblicano del momento, suo avversario alle elezioni presidenziali? La scena fa un po’ sorridere e ricorda quelle vignette che di tanto in tanto appaiono sulle riviste per prendere in giro il presidente degli Stati Uniti.
Satira a parte, in America c’è stato un tempo in cui il conflitto di interessi tra democratici e repubblicani spesso si risolveva davvero con la pistola alla mano. L’esempio più famoso di questo “stile politico” è quello passato alla storia come “la sfida all’O.K. Corral”.
Hollywood ci ha tramandato l’epica sparatoria in ben sedici film, il primo dei quali fu “Sfida infernale” di John Ford, nel 1946, interpretato da un magistrale Henry Fonda. Leggi il resto

La boot-hill di Tombstone

A cura di Cesare Bartoccioni

Durante gli anni selvaggi e prevalentemente senza legge della conquista del West, qualcosa di molto simile ad un cimitero finiva per trovarsi vicino a quasi ogni città o accampamento.
Il cimitero era in genere l’ultimo dei pensieri dei fondatori di una cittadina del west e non ci si deve stupire di questo.
Infatti, quando parliamo di cittadine, noi europei moderni siamo portati a pensare a qualcosa di abbastanza ordinato e simile ai nostri paesi. Non era certamente così.
Le cittadine, o villaggi com’é meglio definirli, nascevano e morivano con una velocità che oggi è complicato immaginare ed accettare. Leggi il resto