I volti degli Apache

A cura di Josephine Basile

La storia del popolo Apache, un popolo duro e bellicoso, è ampiamente raccontata nelle altre sezioni del sito. Qui ricordiamo che intorno al 1600 gli apache si suddivisero in diversi gruppi. Gli apache occidentali occuparono le montagne dell’Arizona centrale; i Jicarilla si insediarono nelle regioni del New Mexico nord-occidentale fra Chama Valley e Four Corners, e i lipan si spinsero a est, nelle pianure del Texas occidentale. Allo stesso tempo, nel sud del New Mexico, i mescalero cominciarono a diffondersi a est del Rio Grande, mentre i chiricahua si diressero verso ovest fino all’odierna Arizona meridionale. Questi raggruppamenti non erano le tribù a cui erano abituati i bianchi. Gli apache vivevano in comunità nomadi basate su clan, formate da un numero di persone che andava da 30 a 200. Ognuna di esse eleggeva un proprio “capo”, il cui compito principale era assicurare che la propria gente avesse cibo a sufficienza; se non ci riusciva, la sua autorità veniva subito messa in discussione.
La maggior parte di questi gruppi coltivava alcune piante, ma la fonte principale di sostentamento erano le razzie, non solo contro gli insediamenti dei pueblo ma anche contro i navajo e fra apache stessi.
Con l’arrivo degli spagnoli, gli apache ebbero per la prima volta i cavalli. Agli inizi li rubavano per mangiarli, ma una volta che impararono a cavalcarli si abituarono rapidamente a regolari razzie nei villaggi del Rio Grande durante la stagione dei raccolti, lasciandoli invece sostanzialmente tranquilli per il resto dell’anno. Un apache considerava poco dignitoso l’allevamento dei cavalli, per non parlare di quello delle pecore, praticato invece dai navajo; gli apache rubavano semplicemente gli animali quando ne avevano bisogno.
Tutta la storia degli Apache è una continua lotta contro i Messicani e contro i bianchi Statunitensi.

Per visualizzare le immagini in dimensioni generose e leggere la didascalia completa è sufficiente cliccare sulle miniature, mentre se si vuole scaricare la versione ad alta definizione si deve cliccare sulla didascalia delle immagini.

E’ importante lasciare caricare completamente la pagina per vedere le foto ingrandite.

Apache sconosciuto Un capo White Mpuntain
Chihuahua, capo Chiricahua Kayatenne, Mimbreno
Sanchez, capo Cibicu Lenna
Donna Western Apache Apache Tonto
Magoosh, capo Lipan Bonito, White Mountain
Geronimo Zelè, Chiricahua Apache
San Juan, capo Mescalero Nal-Tzuci-ei-ah
Chatto, Chiricahua Ignoto Apache
Victorio Ignoto Tonto Apache
Alchisay, White Mountain Sayes, Western Apache
Ignota giovane Apache Haozinne, moglie di Naiche
Massai, Mimbreno Scout Apache
Mangus Ignoto Ndè
Capo Chino Chape o Chago
Apache non identificato Dutchy, Chiricahua Apache
Ignota donna Apache Il Chiricahua Fun
Francisca Washcantah o Paslautau
Esh-kel-da-sila (Hackedasila) Diablo, Cibicu Apache
Yanozha, cognato di Geronimo Ignoto prigioniero
Apache non identificato Il guerriero Ulzana
Forse è Passalah Boneski, dei Lipanes
Muchacho Negro Togy-To-Shuzl
Domingo, Mescalero Apache Ba-Cluth (Coyote Vagabondo)
Na-Buash-ta, uomo medicina Nannasaddie (o Nalton)
Noche, Chiricahua Apache Naiche, figlio di Cochise
Loco Dandy Jim
Ignoto scout Apache Cullah, dei Chiricahua
Dorothy, figlia di Naiche E-Tui-Ghu-Ghuze
ignoto guerriero e scout Ziyeh, moglie di Geronimo
Pablo, dei Jicarilla Loco, capo Apache

Condividi l'articolo!

Commenti

2 Risposte a “I volti degli Apache”

  1. Piero, il 5 gennaio 2011 18:29

    Volevo solamente avvertirvi che la foto 40 (Il guerriero Ulzana) non si può allargare.
    Cordiali saluti
    Piero

  2. Sergio Mura, il 5 gennaio 2011 19:10

    Sistemato. Grazie per la segnalazione.

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.