Il popolo Lenape

A cura di Skawomdee

Un guerriero Lenape
Il ceppo tribale dei Lenape appartiene alla famiglia algonchina che abitava gli attuali stati di New York, New Jersey, Pennsylvania e Delaware. Questa tribù era conosciuta dai bianchi col nome di Delaware, nome dato, a causa di un malinteso, agli indiani Lenape che vivevano lungo le rive del fiume Delaware, il cui nome, a sua volta, deriva da Lord de La Warr, governatore della colonia di Jameston.
I primi bianchi che entrarono in contatto con i Lenape furono i quaccheri. Questi trattavano gli indiani con giustizia, come comandava il loro credo. I primi trattati che i Lenape stipularono con i bianchi furono abbastanza equi, però gli indiani li consideravano più permessi temporanei piuttosto che lasciti definitivi.
William Penn, un nobile quacchero, fu uno trai primi bianchi a stipulare con le tribù indiane, trattati che rispettassero i loro diritti. Penn si accordò con i Delaware e stipulò un trattato : il “Walking Purchase”, che prevedeva che i bianchi avrebbero comperato dagli indiani un area corrispondente alla distanza che un uomo avrebbe potuto coprire in un giorno di camminata.
Ancora un guerriero Lenape
Questo trattato venne applicato circa mezzo secolo dopo, nel 1737, dai successori di Penn. Questi assoldarono tre corridori molto veloci e aprirono una strada diritta e pulita all’interno della foresta, così coprirono una distanza pari a circa 60 miglia, un’ estensione che comprendeva quasi tutti i territori Lenape. Gli indiani furono chiaramente molto contrariati e questo fatto contribuì ad incrinare i rapporti di convivenza tra abitanti e coloni.
La situazione si aggravò ulteriormente quando, nel 1750, scoppiò la guerra tra Francesi ed Inglesi e i Lenape vi si trovarono in mezzo. Vennero truffati e ingannati da entrambe le parti. Si schierarono prima con i Francesi per punire gli Inglesi che avevano costruito, senza il permesso, alcuni forti nelle terre ancora appartenenti ai Lenape; in seguito si allearono con gli Inglesi, che li abbindolarono con una serie di accordi sfruttando il loro analfabetismo, e promisero loro protezione e un indennizzo per le terre cedute. Chiaramente queste condizioni non vennero mai rispettate. I Delaware erano ormai esasperati dai continui raggiri e truffe, quindi decisero di attaccare i coloni inglesi e i fortini costruiti sui loro territori.


Alcuni guerrieri con un bambino

I bravi “Ragazzi di Paxton” decisero di punire gli indiani: attaccarono e rasero al suolo un pericoloso villaggio di pacifici indiani Conestoga nelle vicinanze di Lancaster, a circa 100 Km da Philadelphia, in Pennsylvania.
I Lenape, insieme ad altre tribù, assalirono i coloni, fino a quando, nell’autunno del 1764, i soldati di sua maestà re Giorgio III distrussero molti accampamenti Delaware. I Lenape sopravvissuti furono costretti a scappare verso Ovest: prima in Ohio, poi in Indiana, in Missouri e in Kansas, dove rimasero per trent’anni.


Un gruppo familiare

Lì alcuni si convertirono al cristianesimo sotto l’influsso di missionari Metodisti e Battisti. Queste conversioni portarono più danno che bene, in quanto i Lenape, convertendosi al cristianesimo, abbandonarono le loro tradizioni e ciò provocò ulteriori divisioni nella tribù. I Delaware infine andarono in Oklahoma, dove si trovano tuttora (precisamente a Bartlesville, cittadina che si trova a circa 70 Km a Nord di Tulsa).
Un gruppo di Delaware si staccò dal gruppo principale e si diresse in Canada e lì vive ancora adesso, nelle riserve di Moravianton e di Munsee, entrambe nell’Ontario.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.