Bozeman Trail

A cura di Paolo Santoni


Lo storico Attraversamento Bozeman è situato sull’argine del Clear Fork sul Fiume Powder. Questa zona fu di importanza strategica nella storia della colonizzazione dei territori del Wyoming, del Montana e del Dakota negli anni tra il 1860 e il 1870.
Il Sentiero di Bozeman, aperto da John Jacobs e John Bozeman nel 1863, garantiva ai pionieri una traversata più facile e più veloce verso l’ oro dei territori del Montana. Dovete cancellare dalla vostra immaginazione qualsiasi ponte, autostrada, città e linea elettrica, parte integrante della moderna civilizzazione e dell’odierno sistema di comunicazione e di trasporto.
Immaginatevi un solo ed unico corso d’acqua, limpido, che dalla propria fonte tra le Shining Mountains (chiamate dai Nativi Americani le Bighorn Mountains ), serpeggia tra le verdi pianure, costeggiato solo occasionalmente da qualche albero.
I massicci movimenti migratori dei bufali uniti agli incendi delle praterie limitavano la crescita di alberi lungo gli argini dei fiumi e dei ruscelli dei territori occidentali.I corsi d’acqua ombreggiati da alberi che vediamo oggi avevano ben altro aspetto 125 anni fa!


La mappa del Bozeman Trail – clicca per INGRANDIRE

Il Sentiero di Bozeman attraversava qui il Clear Creek, le cui acque in questa zona erano particolarmente basse e quindi facilmente attraversabili. Da questo incrocio passavano anche le guarnigioni militari. L’attraversamento emigratorio si estendeva anche oltre, per circa un miglio verso est. A quei tempi l’uomo poteva muoversi in questi territori solo a piedi, a cavallo o con carrozza, di conseguenza necessitava di provviste di acqua ed erba per gli animali, e in questo zona ne trovava in abbondanza. Inoltre l’incrocio distava a circa 20 miglia – o un giorno di cammino – dalle più vicine fonti di acqua disponibili a nord e a sud.
A lato: John Bozeman
Questo luogo di accampamento è riconosciuto storicamente come il punto in cui Edward Robinson, John Hoback e Jacob Reznor, impiegati della John Jacob Astor Fur Company, guidarono gli Astoriani verso le Bighorn Mountains, utilizzando il passo del Powder River. Questo viaggio del settembre del 1811 fu il primo attraversamento ad est dell’uomo bianco attraverso le Shining Mountains. Il territorio a quei tempi era occupato dalla tribù indiana dei Crow. Nel 1860 i Sioux e i Cheyenne cominciarono a spingere i Crow verso i territori loro assegnati dal Trattato di Horse Creek del 1851. Furono i Sioux a fronteggiare in questo luogo John Bozeman e il suo primo vagone, intimandolo a fare dietro front pena la morte. Era il 1863 ed il treno tornò a Deer Creek per convogliarsi lungo il Sentiero Oregon verso Fort Hall e poi a nord verso il territorio del Montana. Bozeman e pochi altri della carovana costeggiarono le Bighorns a sud attraversando la contea di Bighorn Basin per poi dirigersi a nord verso il Montana. Il 1864 fu l’anno di punta del traffico emigratorio sul Sentiero di Bozeman e centinaia di viaggiatori e relativo bestiame accamparono presso questo incrocio suggestivo.
Nel 1865 il generale Patrick Connor si fermò qui durante la sua sfortunata campagna di Powder River.
Il 12 Luglio 1866 il colonnello Henry. B. Carrington sostò qui durante il suo viaggio verso la fondazione di Fort Phil Kearney e Fort C. F. Smith. Lasciati aiutare dall’imaginazione per visualizzare 220 carovane trainate ognuna da sei muli, che attraversano la prateria avendo al seguito varie ambulanze, cavalleria e fanteria. Le carovane erano di color Blu di prussia con tetti bianchi e ruote vermiglio. Quindi un minimo di 1.320 muli dovevano essere bardati e messi in movimento ogni mattina. Oggigiorno questa operazione richiederebbe una intera giornata.
Il Sentiero di Bozeman cadde in disuso quando i forti vennero abbandonati e la battaglia di Nuvola Rossa fu decisiva per la chiusura della rotta emigratoria.


Un tratto del Bozeman Trail

Nel marzo del 1876 la cavalleria del generale Crook si accampò poco distante da qui, otto giorni prima della battaglia di Reynolds sul Fiume Powder. Poi il 12 giugno 1876, Crook ritornò per accamparsi qui cinque giorni prima della battaglia di Rosebud. La spedizione di Crook comprendeva 103 carovane trainate da muli, a sostegno di 5 compagnie di fanteria e 15 di cavalleria; 900 uomini, 600 muli e 500 cavalli! uno spettacolo impressionante! Crook fece il suo ingresso nella Storia abbandonando, nei pressi di Sheridan – Wyoming, una delle più antiche rotte terrestri dell’ovest.
Il territorio è certamente molto diverso oggigiorno, ma le interstatali 25 e 90 si snodano ripercorrendo l’antico Sentiero di Bozeman, un’autostrada della Storia.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.