Gettysburg

Nell’estate del 1863 la guerra civile americana è entrata nel secondo anno e a dispetto delle alterne vicende che l’hanno contraddistinta,sembra essere ben lontana dalla conclusione.
Un uomo solo sembra avere tutte le carte dalla sua per poter vincere definitivamente la partita: Robert Edward Lee.
Solo un anno prima Lee era un ex-ufficiale di carriera dell’esercito degli Stati Uniti, famoso più per la sua parentela con Washington e per essere figlio di un eroe della Rivoluzione che per meriti personali. In un anno il quadro mutò completamente. Grazie ad un fortuito avvicendamento con l’incerto Joseph Johnston, Lee assunse il comando dell’Armata che sotto la sua guida sarebbe diventata della Virginia settentrionale, trasformandola in una delle più celebri unità militari di tutti i tempi. Lee e i suoi passano di vittoria in vittoria e nel giugno del 1863 sono ad un passo dalla vittoria finale.
Il condottiero virginiano decide di invadere il Nord, uno dei suoi stati più ricchi, la Pennsylvania, per attirare allo scoperto e distruggere in una battaglia campale l’Armata del Potomac. In caso di vittoria, Lee spera di annullare anche gli effetti della terribile offensiva che il generale Unionista Grant ha sferrato contro Vicksburg e che minaccia di tagliare in due la Confederazione.
Lee sa inoltre che con un ulteriore trionfo dei suoi veterani può finalmente sperare di ottenere un più esplicito appoggio dell’Inghilterra, che rappresenta l’ultimo passo per l’indipendenza del Sud. Nei primi giorni di luglio la collisione avverrà nei dintorni di una sconosciuta cittadina il cui nome viene oggi ricordato da tutti gli americani: Gettysburg.
Giuseppe Rufino ha canalizzato in questo libro anni di studi, ricerche, viaggi che hanno notevolmente contribuito ad aumentare la sua passione per la Guerra Civile Americana, da noi nota come Guerra di Secessione. La narrazione è intensa, drammatica, sempre viva. I protagonisti sono sempre in primo piano, siano essi generali o soldati, grazie all’immensa mole di memorie esistente a cui l’autore ha potuto attingere.
Non poteva mancare però, come in tutte le serie indagini storiche, una attenta valutazione dei fatti, cercando sempre di discostarsi dai “se” e mettendo in chiara luce, grazie anche a un uso critico delle fonti utilizzate, un evento fondamentale della storia degli Stati Uniti, una tappa che sicuramente ha più di tutto influenzato la storia di questa nazione.
L’autore fa parte dello staff di Farwest.it ed è abituato a rivolgersi al lettore italiano a cui ha voluto esclusivamente dedicare questo lavoro che costituisce il suo esordio letterario.

Autore: Giuseppe Rufino

Editore: Italia Editrice

Formato: 17×24

Pagine: 200 con illustrazioni

Rilegatura: Brossura

Pregi: Grandissima analisi storica e documentata ricerca storiografica unite ad una bella e scorrevole prosa.

Prezzo: Euro 20

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.