Annie Oakley, “Piccolo Colpo Sicuro”

A cura di Luca Barbieri

Annie Oakley in un poster
Esiste una bellissima fotografia che ritrae una ragazza minuta, non molto alta di statura, in piedi di fronte ad uno sfondo di cartone dipinto che raffigura un villaggio indiano; questa affascinante e misteriosa giovane donna imbraccia orgogliosa un Winchester ed ha uno Stetson calcato sui folti riccioli scuri e la camicetta appuntata con un paio di medaglie.
E’ Annie Oakley, probabilmente la più famosa tiratrice al mondo, resa leggendaria dalle imprese compiute nel Wild West Show di Buffalo Bill e che lo stesso Toro Seduto, ammirato per le prodezze balistiche alle quali assisteva con i propri occhi, soprannominò “Little Sure Shot” e cioè “Piccolo Colpo Sicuro”.
Annie era infatti in grado di colpire (quasi) infallibilmente una monetina lanciata in aria alla distanza di 90 piedi, e, sempre alla stessa distanza, poteva forare anche per sei volte una carta da gioco prima che questa toccasse terra.


Una famosa fotografia di Annie

Il rotondo foro che lasciava sulle carte è il motivo per cui i cowboys, in slang, cominciarono a chiamare “Annie Oakley” gli scontrini ferroviari vidimati dal controllore.


Due foto molto belle di Annie Oakley

Si racconta che un giorno sparò consecutivamente addirittura a 5000 bicchieri lanciati in aria, infrangendone in volo la bellezza di 4472: un’impressionante prova di costanza e di freddezza.


Una cartolina con un ritratto e una carta da gioco bucata

D’altro canto alla veneranda età di sessantadue anni, poco prima di morire, in una competizione a Pinehurst colpì cento bersagli d’argilla uno dopo l’altro senza fallire nemmeno una volta.


Annie prende la mira col suo fucile

Rimasta orfana di padre, Annie Oakley aveva iniziato a sparare da bambina per procurare cibo alla famiglia, e, in quelle fortunate battute di caccia nei boschi dell’Ohio, si era resa conto di avere una mira fuori dal comune, tanto che a soli diciotto anni decise di andare fino a Cincinnati per partecipare ad una gara di tiro.
Un ritratto classico
Vinse, naturalmente, battendo di un solo punto il celebre campione Frank Butler, il quale, senza pensarci sopra un solo momento, la sposò. Era il 1877. Otto anni dopo i due sposini entrarono insieme a far parte dello spettacolo itinerante di Buffalo Bill. Fu durante un tour in Europa del Wild West Show che accadde l’episodio più famoso della sua carriera: la leggenda racconta che con un colpo solo del proprio fucile, Annie sia riuscita a mozzare una sigaretta che il Kaiser Guglielmo II stava placidamente fumando; in realtà pare che il fatto sia stato ingigantito ad arte dalla stampa e che la Oakley, per evitare pericolosi incidenti ed imbarazzi diplomatici, abbia invece suggerito all’imperatore di tenere la sigaretta fra le dita, ben lontana dunque da punti vitali.
Morì a sessantasei anni, in Ohio, il 3 Novembre 1926, ma la gente non smise di pensare a lei: vent’anni dopo la sua morte, infatti, le fu dedicato il musical “Annie get your gun”.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.