La saga di Zip Wyatt

A cura di Giacomo Ferrari

Uno dei più noti banditi del Territorio dell’Oklahoma fu Zip Wyatt conosciuto anche come Dick Yeager o Wild Charlie. Con precisione non si conosce né l’anno di nascita, né il luogo, né il suo primo nome. Alcuni scrittori sostengono che egli nacque nel 1864, altri nel 1869. La maggioranza degli studiosi sostiene che il suo vero nome fosse Nathaniel Ellsworth Wyatt mentre altri sostengono che il suo primo nome fosse Nelson. Lo stato in cui nacque fu, con molta probabilità, l’Indiana.
Suo padre, John T. Wyatt, partecipò alla guerra fra gli stati, arruolandosi nel 85° Indiana Volunteers. John sposò Rachel J. Quick, allora sedicenne, nella Contea di Clay, Indiana, nel 1860. La coppia ebbe 8 figli, 7 ragazzi e 1 ragazza a cui fu dato il nome di Mollie. Il loro primo figlio, famoso come “Six Shooter Jack”, divenne un esperto giocatore professionista d’azzardo.
Jack Wyatt venne ucciso al tavolo da gioco a Texline, Texas, nel 1891. I genitori di Nathaniel erano poveri e quasi analfabeti. Vagabondarono per ben 7 stati prima di fermarsi, nel 1889, sull’Antelope Creek a nord-ovest di Guthrie. Sembra che solo due dei loro figli abbiano frequentato, regolarmente, la scuola posta in quella che attualmente è la Contea di Logan.
Il giovane Wyatt ebbe il nomignolo “Zip” (Fischio) da un certo Myers che viveva nelle vicinanze di Fort Smith.
La madre di Zip, Rachel Wyatt, morì il 3 gennaio 1890, nella fattoria situata a quattordici miglia a nord-est di Guthrie. L’anno successivo, Zip sposò Annie Bailey, presso Mulhall, Oklahoma. Zip e Annie ebbero una figlia.
Il 3 giugno 1891 fu un giorno fondamentale per il destino di Zip. Quel giorno egli divenne un assassino. Quel giorno Wyatt terrorizzò l’intera città di Mulhall sparando all’impazzata e colpendo due cittadini. Egli fuggì a nord nel Cherokee Outlet, allora nel Kansas. Lo sceriffo John Hixon della Contea di Logan ebbe il mandato di catturare Zip.
Il 4 luglio 1891, Wyatt rubò i finimenti da una scuderia, adibita a pensione per cavalli, a Greensburg, Kansas. Il vice sceriffo Andrew W. Balfour seguì la pista di Zip fino a Prior’s Grove, dove si stava svolgendo una corsa di cavalli. Quando Balfour cercò di arrestare Wyatt, questi estrasse dalla giacca la pistola. Vi fu uno scontro a fuoco. Il vice sceriffo venne colpito da un proiettile allo stomaco. Il proiettile continuò la sua corsa rompendogli la spina dorsale. Il vice sceriffo morì quasi subito.
Anche Wyatt venne ferito a una mano e al fianco sinistro. Lo stato del Kansas emise una taglia di 1000 dollari e Zip si rifugiò nella nativa Indiana. Da prima visse a Indianapolis, presso uno zio, per poi portarsi a Cora, ospite di una zia. Dopo diversi mesi una “posse” delle Terre Haute, finalmente, lo catturò.
Dopo un lungo procedimento di estradizione, egli venne riportato a Guthrie, accusato di avere sparato a Mulhall e condannato per omicidio. Incarcerato, presto scappò e presto venne ripreso. Il 31 dicembre 1892, Wyatt riuscì a evadere in modo non molto chiaro. Furono fatte diverse ipotesi. Una prima versione parla di Wyatt che abbia strisciato lungo il tubo di una sezione della fognatura non ancora terminata, durante l’esibizione dell’Esercito della Salvezza.
Altri fecero l’ipotesi che egli sia riuscito ad evadere avendo corrotto alcuni secondini oppure alcuni membri dell’Esercito della Salvezza. La versione più “romantica” riferisce che la moglie sia riuscita a fargli pervenire una lama di un seghetto per i metalli.
Evaso, Zip creò con Isaac “Ike” Black una banda. La moglie di Black, Belle, e la coppia Matt e Jenny Freeman avevano aiutato Zip nella sua fuga verso l’Indiana e l’aiutarono ancora dopo la sua evasione del 1892. Annie e Belle aiutarono la nuova formazione portando messaggi e provvigioni nei vari nascondigli, situati nelle caverne e nei canyon delle “Gypsum Hills”.


Folla nella Cherokee Strip

Sembra che nei loro movimenti le due donne amassero indossare abiti maschili. Si ritiene che la nuova banda sia stata responsabile dei furti all’Hightower Stone e all’ufficio postale di Arapaho nel dicembre 1893. Zip e i suoi vennero ritenuti colpevoli di molti dei crimini consumati nel territorio.
Zip Wyatt era ricercato non solo nell’Oklahoma ma anche nel Kansas e nel Texas. Per la sua cattura, vivo o morto, la ricompensa era di 5000 dollari. Vennero anche pubblicate false notizie su Wyatt. Il 20 gennaio 1985 da Hennessey giunse la notizia che Zip si era unito alla banda Doolin. Un’altra voce sosteneva che il vice sceriffo Abel Washburn avesse ucciso Zip e Tulsa Jack Blake. Altra notizia: una “posse” aveva ucciso Bill Doolin.
Tutte notizie false. Il giornale locale di Enid suggerì d’impiccare chi avesse ancora fornito notizie false riguardanti la morte di Zip Wyatt o di Bill Doolin. Il 22 gennaio 1895, Fread Hoffman, il tesoriere della Contea D (ora Contea di Blaine), Oklahoma, venne ucciso. L’U.S. Deputy Marshal Chris Masden e la sua “posse” arrestarono tre uomini, accusandoli dell’omicidio. Tutti e tre questi uomini furono poi rilasciati e le accuse ritirate.
La vedova Hoffman, tempo dopo, identificò un revolver che era stato rubato al marito nel periodo del suo omicidio.
Si sparse la voce che la pistola facesse risalire a Wyatt, che l’aveva donata a un agricoltore che l’aiutò ad eludere la legge nell’agosto del 1895.
Il 3 aprile 1895 il treno Rock Island fu assalito a Dover, Oklahoma, dalla banda di Doolin. Questo condusse una massiccia caccia all’uomo da parte di Chris Masden e altri 12 U.S. Deputy Marshal. Tulsa Jack fu il primo a essere ucciso. Masden e la sua “posse” ritornarono a El Reno, avendo poi perso le tracce dei banditi.


Il treno Rock Island

Contemporaneamente Zip e Ike incontrarono Bill Doolin, a Vilas, Contea di Major, per unire le due bande. Ma Doolin preferì sciogliere il suo gruppo in quanto la legge gli era ormai troppo vicino.
Tra le voci che si diffusero a quel tempo c’era anche quella che alla rapina a Dover avesse partecipato anche Wyatt.
La verità di questa affermazione non fu mai provata.
Il 3 giugno 1895, una banda di fuorilegge fece incursione in un magazzino, che fungeva anche da ufficio postale, a Fairview. esse portarono via contanti, valori e tre cavalli.
Gli U.S. Deputy Marshal Gus Hadwinger e J.K. Runnels cavalcarono insieme allo sceriffo Clay mcGrath e al suo vice Marion Hildreth, della Contea di Woods, all’inseguimento dei ladri. Il giorno successivo, il 4 giugno, essi sorpresero il gruppo in una caverna vicino al confine della contea. Gli uomini di legge combatterono per l’intera giornata uccidendo un cavallo dei banditi e catturandone un altro. Zip fu colpito e ferito al braccio destro e Ike al tallone destro.
Nella notte i due riuscirono poi a fuggire. La sella sul cavallo morto apparteneva a Zip. Essa presentava nove buchi dovuti ai precedenti incontri di Wyatt con la legge. Il 5 giugno vennero fermate le mogli sia di Zip come di Ike che cercavano di fuggire da un nascondiglio. Vennero fermate e perquisite. Dalla perquisizione vennero fuori i valori rubati nell’ufficio postale di Fairview. La caccia a Wyatt e a Black era al culmine. una grossa “posse”, si parlò di 200 uomini armati, si mise alla caccia dei due disperati banditi. 26 luglio. Due banditi assalirono l’ufficio postale e magazzino di Oxley nella Contea di Blaine.
A. B. Laswell, ufficiale postale e proprietario del magazzino, riconobbe i due assalitori e dichiarò che erano Wyatt e Black. Frutto della rapina: cibo, tabacco e 35 dollari in contanti. Un corriere venne mandato a Okeene, dodici miglia a nord, per denunciare l’accaduto. Allo spuntare del giorno successivo, una “posse” di coltivatori “homestead” (assegnatari) trovò Wyatt e Black a sei miglia a nordovest di Oxley, vicino al Sale Creek. Quando la “posse” ordinò la resa, la risposta fu una scarica di fucile. Un uomo di nome Richardson venne colpito alla spalla sinistra. Black fu ferito alla testa, solo di striscio. I cavalli dei due banditi, spaventati dagli spari, fuggirono e i due riuscirono a scappare ma scalzi su un terreno accidentato. Dopo aver percorso, con i piedi sanguinanti, cinque miglia verso ovest, i due rubarono a un coltivatore dei cavalli e un carretto.


Un processo all’Anti Horse Thief Association

Quella stessa sera, il 27 luglio, alla riunione dell’Anti Horse Thief Association a Lacey, a tredici miglia a ovest di Hennessey, giunse la notizia del furto dei cavalli e del carretto. Erano presenti alla riunione Robert Callison, contabile della Forrest Township, e jack Ward, un vecchio militare ed eccellente tiratore. Callison riunì un gruppo di nove persone per inseguire Wyatt e Black. A mattina inoltrata del 28 luglio la “posse” scovò i due banditi in un canyon. John Suit entrò nel canyon protetto da Jack Ward. i banditi aprirono il fuoco sul gruppo. Frank Pope venne colpito alla gamba destra.
La sparatoria durò circa 25 minuti. I fuorilegge, scappando a piedi, passarono vicino a Jack Ward e gli spararono.


Una sparatoria in una via del west

Ward rispose al fuoco e, secondo quanto da lui riferito, si convinse di aver colpito Wyatt che cadde a terra per ben due volte. I due riuscirono a fuggire con i cavalli della “posse”, che si erano liberati. Subito dopo, arrivò una “posse” al comando del vice sceriffo Hildreth, con cinque uomini, che continuò l’inseguimento. Wyatt e Black si diressero verso sudest e attraversarono i torrenti Cotton wood, Elm e Gypsum.
Il 1° agosto i due banditi decisero di fermarsi in una baracca di legno, abitata da una vedova e da suo figlio John, essendo i loro cavalli esausti. Quando gli inseguitori arrivarono, videro i cavalli davanti alla baracca e decisero di aspettare che i due uscissero per intimare loro di arrendersi.
Quando Wyatt e Black uscirono, la “posse” ordinò loro di arrendersi. Per tutta risposta Zip e Ike corsero verso le loro armi. Gli inseguitori aprirono il fuoco e Ike venne colpito alla testa. Zip, sebbene ferito al petto, riuscì a nascondersi in un campo di mais per poi fuggire. Black morì per le ferite riportate. In tasca aveva 1.5 dollari e la fotografia della moglie Belle. Il corpo di Black venne trasportato ad Alva e sepolto a spese della contea. Wyatt, dopo aver percorso un miglio, trovò la casa di un medico. Costrinse il dottore a curargli la ferita e a cedergli un cavallo. Cavalcare risultò alquanto doloroso per Zip che abbandonò il cavallo. Zip fu nuovamente appiedato e disperato. Presso una casa colonica saltò su un carretto guidato da un ragazzo, obbligandolo a trasportarlo per 25 miglia. Attraversato il Cimarron River, Wyatt, lasciato libero il ragazzo, continuò la sua fuga con il carretto.
Il 3 agosto Zip fu visto attraversare la Rock Island presso Waukomis verso le 16. Egli viaggiava verso est.
Banditi in fuga
Lo sceriffo della Contea di Garfield, Elzie Thralls, avuta notizia che Wyatt era stato localizzato partì con vice sceriffi S. T. Wood e A. J. Poak e un numeroso gruppo di volontari, per catturare il bandito fuggiasco. Zip aveva abbandonato cavallo e carretto a 14 miglia ad est nella valle di Skeleton Creek. Fin qui furono seguite le sue tracce ma quando egli si inoltrò in un campo di mais la pista venne persa. Al tramonto Wyatt arrivò alla baracca, sullo Skeleton Creek, di John Daily, che viveva solo.
Qui Zip scelse un cavallo, ordinò a Daily di sellarne un altro e di accompagnarlo. Un miglio oltre, Wyatt vide un grosso roano a chiazze nella pastura di Will Blakely. Egli ordinò a Daily di prenderlo.
Zip montò sul cavallo di Blakely e i due uomini raggiunsero la casa di John Pierce. Era notte. La casa era vuota. Wyatt decise di proseguire lasciando libero Daily che galoppò verso sud per dare l’allarme. Egli arrivò alla casa di Horton L. Miles, dove un gruppo di persone tenevano una riunione dell’Anti Horse Thief Association. Daily disse loro che Wyatt si trovava nei dintorni e loro fecero subito un piano per poterlo catturare. Una “posse” venne formata, i cui componenti erano quasi tutti abitanti di Sheridan.
La “posse” seguì la traccia per tre miglia a sud di Sheridan. Alle 10 ad essa si unì quella di Enid. Nel frattempo Zip raggiunse il ranch di Taylor e si riposò. Attraversato il Skeleton Creek nella contea di Logan, la squadra vide il roano di Blakely vicino a un’ansa del torrente e le impronte del fuggiasco che si dirigevano verso un campo di mais del ranch di Alvin G. Ross a cinque miglia a sudest di Marshall. La “posse” si divise e circondò Zip.
I vice Poak e Wood in Enid, insieme a Tom Smith di Sheridan, scelsero di seguire le tracce di Wyatt nel campo di mais. Finalmente Poak vide Zip seduto scompostamente con il Winchester nella mano destra e la Colt nella sinistra. Poak segnalò a Smith di avanzare da sinistra e gridò al bandito: “Getta le armi!”.
Wyatt sollevò il fucile ma quasi contemporaneamente Poak e Smith spararono. Entrambe le pallottole raggiunsero Zip; una gli fracassò il bacino e l’altra gli lacerò lo stomaco. Zip poté solo alzare le mani e arrendersi.. Era una calda mattina il 4 agosto 1895. Poak, Wood e Smith cercarono di portare i primi soccorsi a Wyatt. Ma solo dopo un’ora riuscirono a trovare un carro per trasportarlo in una piccola chiesa di Sheridan, dove i dottori R. C. Jones e Frank Love gli diedero i primi soccorsi. Lo sceriffo Elzie Thralls e la sua “posse” arrivarono per prendere in consegna il prigioniero e portarlo a Hennessey. Qui lo trovarono i marshal sia di Kingfisher come di Guthrie.
Diverse persone si rivolsero all’autorità giudiziaria per avere la ricompensa della cattura di Wyatt. Si arrivò all’accordo che gli uomini di Enid, quelli di Sheridan e Daily dovevano dividersi la taglia. La sera del 4 agosto sotto buona scorta Wyatt venne incarcerato e accusato di omicidio. Le autorità locali continuarono a discutere su chi avrebbe dovuto giudicarlo. I medici dichiararono che il prigioniero era in fin di vita. Il U. S. Deputy Marshal Ed Kelley fu uno dei primi a visitare Wyatt.


Zip Wyatt restò ferito per un mese in cella prima di morire

Egli venne per identificare il detenuto per conto del governo federale. Kelley conosceva molto bene Zip in quanto l’aveva arrestato molte volte quando era capo della polizia di Guthrie. Wyatt riconobbe Kelley, lo salutò e gli strinse la mano. Molte altre persone vennero per vedere il famoso fuorilegge e Wyatt sembrò essere contento di questo interesse. Egli confessò di avere commesso 11 omicidi nel Cherokee Outlet e altri gravi crimini. Quell’agosto faceva molto caldo e le ferite incominciarono ad andare in cancrena. I dottori gli somministrarono morfina per lenire i dolori e lo coprirono con coperte umide per abbassargli la febbre. Il 7 agosto arrivò John T. Wyatt, padre di Zip. Egli rivelò a un reporter che suo figlio non aveva partecipato alla rapina al treno di Dover, in quanto quella notte era a casa con lui. Confermò inoltre che il figlio non ebbe mai rapporti regolari con Bill Doolin e la sua banda. Il 6 settembre alle 6 e 30 pomeridiane Zip fu preso da forti brividi e alle 9 entrò in coma. Alle 12 e 06 del 7 settembre Wyatt morì.
La morte pose fine alle sofferenze di Zip Wyatt.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.