Hyman G. Neill, noto come “Hoodoo Brown”

A cura di Omar Vicari

Hyman G. Neill, meglio noto come “Hoodoo Brown“, veniva da una buona famiglia di Lexington nel Missouri. Il padre, avvocato, avrebbe voluto abbracciare gli ideali della Confederazione allo scoppio della guerra civile, ma allo stesso tempo non volle rinnegare il giuramento fatto alla costituzione degli Stati Uniti per cui combatté dalla parte dell’Unione.
Quella di Neill era una famiglia tradizionale del Sud degli Stati Uniti di Lexington (Missouri). Suo padre si era trasferito a Lexington dalla Contea di Lee (Virginia) negli anni 1830. Questa scelta, abbinata alla morte di sua moglie, fece sì che trasferisse la sua famiglia a Johannesburg (Missouri) dopo la guerra. La data di nascita è ignota.
Da adolescente, Hoodoo divenne un apprendista di tipografia o, come si diceva allora, un “diavolo di tipografia” (printer’s devil), finché un giorno gli fu chiesto di recuperare degli stracci occorrenti per la stampa. Il giovane Neill saltò su un treno merci che passava accanto alla porta posteriore dell’ufficio, dicendo che stava andando a “prendere i vostri dannati stracci”.
Nel 1872 cacciava bisonti e trasportava legname. All’epoca era conosciuto come giocatore d’azzardo e truffatore di poco conto. Infine andò in Colorado, lavorando nelle miniere d’argento con un amico. Hoodoo e il suo amico finirono in Messico a formare una compagnia lirica. Finita la guerra, la famiglia si spostò a Warrensburg (Missouri), dove il giovane Hyman fece i suoi primi lavori impiegandosi presso un giornale locale.
Un gruppo di banditi
Un giorno, inviato a ritirare del materiale utile al giornale, si infilò in un treno merci e lasciò definitivamente Warrensburg.
Nel 1872 Hyman si improvvisò cacciatore di bufali e tra una cosa e l’altra sbarcò il lunario trasportando legname da Russell a Dodge City.
Le cronache del tempo lo descrivono come un uomo alto, piuttosto magro, capelli chiari e baffi sottili. Dal Kansas Hyman Neill si spostò nel Colorado per lavorare in alcune miniere di argento, quindi fece la sua comparsa a Las Vegas (New Mexico), la città senza legge dove coesistevano fuorilegge, ladri e assassini.
Nel 1879 Hyman G. Neill si fece eleggere giudice di pace nonché sindaco e come tale raccolse intorno a se un certo numero di “gunfighters“ del Kansas nominandoli tutori della legge.
Tra quegli individui, noti nel complesso come la ”Dodge City gang“, in quanto tutti provenienti da Dodge City, spiccavano i nomi di Dave “Mysterious“ Mather, Joe Carson e Dave Rudabaugh.
Per tutto il 1879 sino alla metà del 1880, tale combriccola guidata da “Hoodoo Brown”, avrebbe lasciato la propria firma in alcune rapine a carico di treni e diligenze. Si sarebbe macchiata di omicidi e resa colpevole di corruzione nell’ambito dell’amministrazione pubblica.
Nell’estate del 1880, dopo l’omicidio di Kelliher, “Hoodoo Brown“ e il resto della banda (J. J. Webb era in galera e Dave Mather aveva già lasciato la città) vennero di forza accompagnati fuori dei confini dello Stato da una squadra di vigilantes.
Cacciato da Las Vegas, “Hoodoo Brown“ mosse verso il Texas, ma una volta arrivato a Houston venne arrestato anche se, grazie al lavoro di due avvocati, Brown venne presto rilasciato.


La prigione di Las Vegas

Hyman G. Neill morì a Terreon nel Messico. I suoi fratelli si incaricarono di riportare i suoi resti mortali a Lexington nel Missouri dove venne sepolto nel cimitero locale sotto il nome di Henry G. Neill.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.