Il tamburino di Chickamauga

A cura di Martina Parodi

Johnny Clem
Johnny Clem nacque a Newark, Ohio, il 13 Agosto del 1851. Nel Maggio del 1861 scappò di casa per aggregarsi all’esercito ma si accorse ben presto che questo non prestava alcuna attenzione né aveva interesse per i ragazzini di 9 anni.
Quando presentò domanda di arruolamento al comandante del 3° Reggimento dell’Ohio, l’ufficiale rispose che lui non reclutava bambini e respinse la sua richiesta.
Johnny comunque ci riprovò con il 22° Reggimento del Michigan. La risposta che ottenne dal comandante fu identica ma egli, niente affatto scoraggiato, si aggregò al seguito del Reggimento in qualità di ragazzo tamburino e così facendo vinse la loro riluttanza.
Benchè ancora non fosse regolarmente arruolato, Clem assolveva i lavori da campo ricevendo una paga da soldato di 13 dollari al mese, una somma raccolta appositamente per lui facendo la colletta tra gli Ufficiali.
Nell’Aprile seguente a Shiloh, il tamburo di Clem venne fracassato da una scheggia di artiglieria, questa notizia di secondo ordine fu ricordata con il titolo di “Johnny Shiloh il ragazzo tamburino”.


Il piccolo Johnny in divisa

Più di un anno dopo, durante la battaglia di Chickamauga, egli portò un cassone di munizioni di artiglieria al fronte impugnando un moschetto con la canna segata per meglio adattarlo alle sue dimensioni.
Durante la ritirata dell’Unione, un ufficiale Confederato inseguì il cannone al cui traino stava seduto Clem, gridando “Arrenditi piccolo dannato Yankee!” ma il ragazzino, anziché ubbidire, lo colpì uccidendolo.
Il fegato dimostrato da Johnny in quell’occasione gli regalò la fama nazionale ed il soprannome di “Ragazzo tamburino di Chickamauga”.


Il “tamburino di Chickamauga”

Clem rimase nell’esercito, in servizio come corriere, per tutta la durata della guerra. Venne ferito due volte. A cavallo tra la battaglia di Shiloh e Chickamauga egli venne regolarmente arruolato, ricevendo finalmente la sua retribuzione personale direttamente dai ruoli paga dell’esercito.
Terminata la Guerra Civile Clem presentò la richiesta di poter accedere all’Accademia di West Point, ma la domanda venne respinta a causa della sua scarna istruzione.


Un quadro dedicato a John Lincoln Clem

Grazie ad un appello fatto direttamente al presidente degli Stati Uniti, Ulysses Grant suo generale durante la battaglia di Shiloh, il 18 Dicembre del 1871 si guadagnò un posto come sottotenente nell’esercito regolare. Nel 1903 divenne colonnello e assistente generale del Commissariato di guerra.
Quando si congedò, nel 1916, aveva raggiunto la qualifica di maggiore generale. Era rimasto l’ultimo veterano della guerra civile nell’esercito.
Morì a San Antonio, Texas, il 13 Maggio del 1937.

Condividi l'articolo!

Commenti

Una risposta a “Il tamburino di Chickamauga”

  1. luigi, il 27 dicembre 2007 21:57

    E’ singolare come la valutazione di un caso del genere possa cambiare col trascorrer del tempo.Allora,lo si considera con una certa…tenerezza?-uh che bravo ragazzo,uh come erano comprensivi quegli ufficiali che alla fine hanno esaudito quel bambino e gli han dato un fucile in mano-oggi quegli ufficiali sarebbero criminali di guerra,che adoperano bambini-soldato.Contento di aver letto questo articolo-mi ha rivelato un fatto che non conoscevo-ma il ragazzo mi ha fatto una gran pena,e gli ufficiali meritano tutto il mio disprezzo.

    Patriottismo,ultimo rifugio delle canaglie(Samuel Johnson)

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.