Buckshot Roberts e la sparatoria di Blazer’s Mills

A cura di Mario Raciti

Una delle figure più controverse ed enigmatiche che furono coinvolte nella Lincoln County War fu sicuramente Andrew “Buckshot” Roberts. Quest’uomo rimase un perfetto sconosciuto fino all’inizio degli scontri, e di conseguenza tutto ciò che diremo su di lui è solo quel poco che egli stesso o suoi conoscenti hanno raccontato, e quindi è necessario spostarci nel campo delle ipotesi.
Si sa che era un uomo del Sud (un Southerner) e che era nato nel 1837, come egli stesso avrebbe detto.
Non ebbe una storia affascinante, ma si limitò ad una vita di vagabondaggio, alla partecipazione nella guerra civile per l’esercito Nordista e a qualche anno come cacciatore di bisonti insieme a Buffalo Bill Cody, quando riforniva di carne i lavoratori della ferrovia.
Lui stesso disse di esser stato anche nelle file dei Texas Rangers, ma dai documenti degli stessi non risulta confermabile la sua dichiarazione. Più probabilmente era stato inseguito dai Texas Rangers, per via di alcune “illegalità”. Questa fu, a detta sua, la ragione per cui lasciò il Texas e si spostò nella Contea di Lincoln (New Mexico).
Una sparatoria
Raccontava anche che durante una battaglia era rimasto ferito in modo permanente, e che nella sua spalla destra erano rimasti alcuni proiettili: a causa di ciò gli venne affibbiato il soprannome “Buckshot” (“Pallettoni”). Come conseguenza di questa menomazione, Roberts doveva necessariamente maneggiare il fucile impugnandolo all’altezza del fianco, in quanto era fisicamente impossibile per lui alzare il braccio, per via dei proiettili nella spalla. Nonostante ciò, era considerato un buon tiratore ed un eccellente cavaliere, e veniva descritto come “coraggioso”, “che non conosce la paura”, “difficilmente impressionabile”, ma anche “irritabile”, “scontroso”, “un serpente”.
Secondo i fuorilegge Henry Brown e John Middleton, il vero nome di Roberts era in realtà Bill Williams. Lo stesso Roberts spiegava che quello era uno degli “alias” che utilizzava in casi “pericolosi”, in quanto a quei tempi “Bill” o “Billy” erano nomi comunissimi.
Di lui si dice anche che avesse fatto parte della banda di Jesse Evans (i “Seven Rivers Warriors” – “Guerrieri dei Sette Fiumi”), uno dei tirapiedi del duo Murphy-Dolan, che aiutava questi ultimi nell’ascesa politica ed economica all’interno della città di Lincoln, ma ciò non risulta provato. Quando essi si scontrarono con i nuovi arrivati Tunstall e McSween, Roberts comprò alcuni capi di bestiame e un piccolo pezzo di terra nei pressi del Rio Ruinoso, non lontano dalla città.
Se la sua presenza nella banda Evans non è certa, risulta però quasi sicuramente che Roberts fece parte di un’altra banda di Dolan, guidata dal vice-sceriffo Jacob “Billy” Mathews, e che aveva il compito di confiscare il bestiame dei ranch intorno alla città, soprattutto di quello di Tunstall.
Di questa banda facevano parte anche George Hindman, John Hurley, Manuel Segovia, Frank Baker, Tom Mill e lo stesso Jesse Evans.
L’unica foto di Dick Brewer
Nel pomeriggio del 13 Febbraio 1878, la banda arrivò al ranch di Tunstall. In quel momento al ranch erano presenti Billy the Kid, Dick Brewer, Fred Waite, John Middleton, Rob Wìdenmann, Godfrey Gauss, William McCloskey ed altri otto, tutti ben armati. Quando videro di essere più numerosi degli uomini di Dolan, si rifiutarono di consegnare il bestiame e ordinarono alla banda di Mathews di andarsene. Essi, consapevoli della loro inferiorità numerica, tornarono a Lincoln e fecero rapporto allo sceriffo Brady (che, lo ricordiamo, era in amicizia con Murphy e Dolan).
Cinque giorni dopo, Tunstall stava seduto sul suo calesse e ritornava al ranch insieme ai suoi cowboy, Billy the Kid, Middleton, Brewer, Waite e Windenmann, quando essi, temendo un qualche attacco, si allontanarono da Tunstall per dare una controllata in giro. Fu in quei pochi minuti che la banda di Dolan si avvicinò al calesse e uccise Tunstall sparando da distanza ravvicinata. Sebbene fosse uno dei membri della banda che arrivò al ranch di Tunstall quel pomeriggio del 13, Roberts insistette nel dire di non essere stato insieme al gruppo che uccise Tunstall.
In seguito alla morte dell’allevatore inglese, il suo pard, l’avvocato Alexander McSween, organizzò una banda che chiamò The Regulators (I Regolatori) e che aveva come unico scopo la vendetta della morte di Tunstall. Componenti di questa posse, il cui leader era Dick Brewer, erano Billy the Kid, Frank McNab, Waite, Jim Franch, Charlie Bowdre, John Middleton e Henry Brown. McSween emise dei mandati legali per tutti coloro che erano implicati nell’assassinio di Tunstall, compreso Buckshot Roberts.


Blazer’s Mill immediatamente dopo la sparatoria

I Regolatori, durante le settimane successive, fecero piazza pulita degli accusati, iniziando così la loro vendetta. Morton e Baker vennero raggiunti e arrestati, e uccisi durante un tentativo di fuga.
L’1 Aprile fu la volta dello sceriffo Brady, crivellato di colpi in una strada di Lincoln. Uno per uno, i membri della banda Dolan furono spazzati via, e anche Buckshot Roberts era nella lista di quelli che sarebbero morti con gli stivali ai piedi puniti dalle pistole e dai fucili dei Regolatori.

Condividi l'articolo!

Pagine di questo articolo: 1 2

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.