Satank (Sitting Bear – Orso Seduto)

A cura di Carlo Galliano

Un ritratto di Satank
Conosciuto dalla letteratura storica successiva col nome di Satank, il suo vero nome indiano era SET-ANGYA che significa “Orso Seduto”.
Nacque circa nel 1810 sul fiume “Arkansas” nella regione delle “Black Hills”, in quel periodo ancora abitata dalla sua tribù che in seguito si trasferirà a sud nell’ Oklahoma.
Apparteneva alla Società di Guerra dei Koitsenko (Cani Capi) della tribù Kiowa. Fu uno dei principali protagonisti dell’importante negoziato di pace tra le tribù dei Kiowa e degli Cheyenne del Sud, avvenuto nell’estate 1840; da quel momento le due tribù, assieme a quelle dei Comanche e degli Arapaho, furono spesso alleate contro i bianchi.
Nell’ inverno 1846-47, in un combattimento contro i tradizionali nemici Pawnee una freccia lo colpì al labbro superiore, proprio sui baffi.
Il 9 Settembre 1860, con alcuni guerrieri, attaccò il ranch di George Peacock sul “Walnut Creek” (Kansas) uccidendolo insieme ad altre due persone; il colono aveva in precedenza espresso giudizi negativi sul suo comportamento, ed alcuni messicani, amici di Satank, gli riportarono la cosa. Fu così che egli si vendicò.


L’unica foto esistente di Satank

Nel 1864 guidò personalmente un raid contro una colonia vicino alla cittadina di Menard (Texas). Nel 1867 fu tra i firmatari del trattato di pace di “Medicine Lodge” dove la sua presenza fece una grande impressione, soprattutto ai giornalisti. Nel corso della riunione egli chiese la parola una sola volta. Disse: “Voi bianchi siete come i coyote; non importa quanti ne uccidiamo, sarete sempre di più. La vostra amicizia mi ha reso povero”.
Persino i giornalisti più razzisti parlarono nei loro articoli della forza espressiva e della sua intelligenza, e posero l’accento sul fatto di essere stati raramente tanto impressionati dalla personalità di un indiano.
Nel 1870 il suo secondo figlio maschio rimase ucciso durante una incursione in Texas; egli rintracciò e recuperò i resti, li mise in un fagotto e caricatoli su un cavallo utilizzato solo a tale scopo, da quel momento li portò sempre con se sino alla morte.
Il 17 Maggio 1871 insieme ai capi Satanta e Grande Albero assalì una carovana nei pressi della odierna città di Graham (Texas) uccidendo sette conducenti e catturando quarantuno muli (battaglia di “Warren Wagon Train”) .


Big Tree (Grande Albero)

Fu in seguito arrestato insieme agli altri due capi e, durante il viaggio verso il tribunale per il processo, ognuno di loro fu messo in un carro controllato da due soldati.
Orso Seduto, che probabilmente temeva di essere giustiziato, ad un certo punto intonò il suo canto di morte, riuscì a togliere le manette ed a ferire una guardia con un coltello, prendendogli la carabina; questa però si inceppò e mentre cercava di sbloccarla ricevette un colpo mortale dal caporale John Charlton, che sedeva sul carro seguente.
Era l’ 8 Giugno 1871. Le sue spoglie furono sepolte lungo la strada, vicino a Fort Sill.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.