Spari a Ingalls

A cura di Giacomo Ferrari

Il terribile Bill Doolin
Ingalls era una cittadina che sorgeva nelle “Unassigned Lands” (“Terre non Assegnate”) tra la Nazione Chickasaw a sud e il Cherokee Outlet a nord. Negli anni ‘90 era una fiorente comunità di 150 persone.
Attualmente alcuni edifici abbandonati e alcune fondamenta in pietra, posti nella parte occidentale della contea di Payne, Oklahoma, stanno a indicare dove sorgeva Ingalls. Come molte altre piccole città, di quel tempo, avrebbe dovuto sparire nell’oscurità se non vi fosse stata l’1 settembre 1893 una tragica sparatoria. Alla fine del XIX secolo piccole bande di fuorilegge infestavano il Territorio dell’Oklahoma.
Al Marshal E. D. Nix venne dato l’incarico di assicurare alla giustizia questi criminali.
Nix venne a sapere che una banda nota come lo Wild Bunch, faceva frequenti soste a Ingalls. Il suo leader, Bill Doolin, un cowboy, aveva cavalcato con la banda Dalton, fino al tragico episodio di Coffeyville, Kansas. Secondo quanto riferito la banda Doolin soggiornava in un albergo quando si fermava a Ingalls e il loro comportamento era di persone per bene. 


La banda Dalton alla fine della corsa
 

Inoltre venne a sapere che per una buona parte dell’estate 1893, la banda si era accampata lungo il Cimarron River. Due deputy, in incognito, vennero mandati a Ingalls per verificare la veridicità delle voci.
I due fecero amicizia con i fuorilegge, frequentarono lo stesso saloon, dove giocarono e bevvero insieme. I due deputy confermarono al loro ritorno la presenza del gruppo a Ingalls. Nix decise di inviare una dozzina di deputy a Ingalls, guidati da John Hixson, con l’ordine di catturare lo Wild Bunch.
La notte del 31 agosto 1893, due carri, uno da Stillwater e l’altro da Guthrie, lasciarono le rispettive città per recarsi a Ingalls. I cittadini e i banditi ignoravano che quei carri sarebbero stati la fine dei giorni di vacanza per i fuorilegge a Ingalls. 


Il Wild Bunch
 

Nascosti, sotto dei teloni, vi erano 13 deputy marshal, guidati dal deputy marshal John Hixson. Verso mezzanotte il carro partito da Stillwater arrivò, per primo, al posto dell’appuntamento, a sud di Ingalls. In questo carro c’erano: il capo Tom Hueston, il conducente Dick Speed e, inoltre, Ham Hueston, Henry Keller, M. A. Lauson e H. A. Thompson.
Il carro, partito da Guthrie, arrivò allo spuntare dell’alba. In questo carro vi erano: il capo John Hixson, il conducente Jim Masterson, e inoltre Doc Roberts, Ike Steel, Steve Burke e Lafe Shadley.
Red Lucas venne spedito in città per scoprire dove fossero i banditi. Egli ritornò alle 9 e riferì che Doolin, Dalton, Newcomb, Weightman, Dynamite Dick e Tulsa Jack erano al Ramson & Murray Saloon, dove stavano giocando a carte e a bere. Non v’era nessuna traccia che Arkansas Tom fosse presente. Infatti Arkansas Tom era ancora in albergo.
Hixon decise che era il caso di chiamare altri rinforzi. Inviò un cavaliere dal Chief Deputy Hale a Stillwater con il messaggio più uomini possibili. Hale radunò una posse [gruppo di armati, ndr] di 11 uomini e partì per Ingalls.
Nel frattempo Hixon si mosse con i suoi uomini per effettuare un blocco a tutte le vie di fuga. Un carro entrò in città su Oak Street mentre l’altro da ovest.
Ai margini della città i marshal scesero dai carri, sparpagliandosi e prendendo posizione tra gli edifici e i recinti. Un carro, guidato da Dick Speed, continuò il percorso, attraversò la città e si fermò davanti a un deposito alimentare.

Bitter Creek
I fuorilegge che erano ancora nel saloon di Ramson prestarono poca attenzione al carro, poiché doveva essere aperto il Cherokee Outlet e non era insolito vedere estranei su carri attraversare Ingalls. Solo Bitter Creek ebbe dei sospetti, lasciò, dopo aver preso il suo Winchester, il saloon e montò a cavallo per investigare. Giusto in tempo per vedere Dell Simmons, un giovane di Ingalls, parlare con lo straniero.
Per caso udì il giovane dire: “Perbacco, quello è Bitter Creek!”
Newcomb fece per portarsi il fucile alla spalla, ma Speed, rapidamente, puntò il fucile e sparò per primo. Colpì il fucile di Bitter Creek, rovinando il sistema di carica, e il proiettile, rimbalzando, gli colpì la gamba. Bitter Creek fece fuoco, ma il suo colpo andò a vuoto. Non essendo in grado di muovere la leva che avrebbe portato il colpo in canna, Bitter Creek sparò nuovamente su Newcomb.
Arkansas Tom era ancora nell’hotel quando ci fu il primo colpo. Velocemente prese il suo fucile e individuò il deputy Speed nelle vicinanze del magazzino. Sparò due colpi da una finestra sul lato nord dell’albergo, uccidendo il deputy. Gli altri deputy aprirono il fuoco su Newcomb, quando a cavallo cercava di abbandonare la città dal alto sud.
Il resto della banda dal saloon incominciò a sparare per coprire la sua fuga. Nascosto da una catasta di legna che fiancheggiava il torrente, Bitter Crek capì che poteva riprendere fiato.In città tutti sparavano a tutti.
Sfortunatamente, il giovane (il quattordicenne Dell Simmons), che aveva indicato Bitter Creek a Speed diventò una delle vittime innocenti dello scontro a fuoco. Scambiato sia dagli uomini di legge sia dai fuorilegge come appartenente alla fazione avversa o colpito da un proiettile vagante, venne ferito e quella stessa sera morì.
N. A. Walker, un cliente al banco, ai primi colpi scappò dal saloon e venne ferito dai marshal che lo scambiarono per un bandito. 


La notizia della sparatoria sulla stampa
 

I marshal accerchiarono la banda nel saloon. Hixon intimò al gruppo di arrendersi. Doolin rispose picche. Allora gli uomini della legge ripresero a sparare formando uno sbarramento di fuoco su tutti quattro i lati del saloon. Old Man Ramson venne ferito a un piede. I banditi decisero di tentare di rompere l’assedio. Murray si offrì di aiutarli, mettendosi a sparare contro i poliziotti dalla porta principale. I marshal concentrarono i loro tiri su Murray, che venne ferito per ben tre volte.
Bill Doolin
Nel frattempo Doolin, per primo, uscì dal saloon seguito da Dalton, Red Buck, Dynamite Dick e Tulsa Jack. Essi uscirono di corsa e raggiunsero la scuderia dove erano i loro cavalli.
Solo quando i banditi cominciarono a sparare dalla scuderia, i poliziotti vennero a sapere che erano stati giocati. Decisero allora di spostarsi per assediare la nuova posizione dei banditi.Mentre si compieva questa manovra, Arkansas Tom, che si trovava ancora in albergo, sparò e colpì, per due volte, Tom Hueston.Intanto nella scuderia Doolin e Dynamite Dick sellarono i cavalli, mentre Dalton, Red Buck e Tulsa Jack tenevano a bada i poliziotti.
Doolin e gli altri uscirono a cavallo dalla scuderia dirigendosi verso sud.
Alla fine della sparatoria tutti i malviventi riuscirono a scappare dalla cittadina, ad eccezione di “Arkansas Tom” che fu catturato e condannato a 50 anni di prigione.Durante la sparatoria morirono 3 deputy e 2 cittadini.
Dopo il 1907 venne chiuso l’ufficio postale e Ingalls passò alla leggenda. 

Condividi l'articolo!

Commenti

Una risposta a “Spari a Ingalls”

  1. Red dead redemption, il 6 febbraio 2014 02:00

    Il Wild bunch ritratto nella foto è quello più noto di Butch Cassidy (primo da destra seduto) e Sundance Kid (primo da sinistra seduto).

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.