Jesse Chisholm

A cura di Sergio Mura


Un ritratto di Jesse Chisholm
Nonostante ciò che si potrebbe credere al riguardo del volenteroso creatore del Chisholm Trail, lungo il quale sono transitati milioni di capi di bestiame diretti dal Texas verso il Kansas, Jesse Chisholm non aveva mai allevato il bestiame. Il sentiero che porta il suo nome l’aveva disegnato solo per trasportare le merci tra i suoi trading post (posti commerciali di scambio).
Jesse Chisholm era nato nel Tennessee nel 1805 o forse nel 1806 ed era il più vecchio di tre figli, nato da un immigrato scozzese, tale Ignatius Chisholm e da sua moglie, una indiana Cherokee. Qualche tempo dopo, i suoi genitori si separarono, ma entrambi andarono a vivere nel Territorio dell’Arkansas.
Jesse si trasferì con sua madre in Oklahoma nel periodo in cui i Cherokee stavano emigrando volontariamente. Nel 1826, Chisholm si fece coinvolgere da un gruppo organizzatosi per la ricerca dell’oro e che aprì un sentiero ed esplorò la regione fino all’attuale Wichita, nel Kansas. Quattro anni dopo, nel 1830, Jesse aiutò a tracciare un sentiero da Fort Gibson a Fort Towson. Nel 1834, fu un membro della “Dodge-Leavenworth Expedition”, che per prima ebbe un contatto con gli indiani delle pianure del sud a nome del governo federale degli Stati Uniti.
Nel 1836, Chisholm sposò Eliza Edwards. Insieme stettero nell’area del trading post di suo padre sul Little River, nei pressi della confluenza di questo con il Canadian River. Lì Jesse iniziò a commerciare con gli indiani, forte della buona conoscenza di ben 14 dialetti nativi.
Per via delle sue abilità linguistiche, Jesse Chisholm divenne assai richiesto come interprete, finendo per essere coinvolto in numerosi consigli promossi per stipulare trattati con le tribù indiane in Texas, nel Territorio indiano e in Kansas. Ricordiamo il consiglio di Tehuacana Creek (nei pressi di Waco nel Texas) nel 1843 al quale diverse tribù si decisero a partecipare convinte da Jesse. Successivamente fece la sua parte nel convincere i Comanche e altri gruppi a partecipare a un incontro che si tenne nel 1844, durante il quale parlò il presidente della Repubblica del Texas, Sam Houston.
Ebbe un ruolo attivo in questi incontri fino al 1858.
Durante i suoi viaggi attraverso il Territorio indiano, salvò alcuni bambini messicani prigionieri dei Comanche e dei Kiowa, li adottò e li fece diventare parte della sua famiglia. Durante tutto questo lungo tempo continuò a svolgere il suo lavoro principale, commerciando con gli indiani, scambiando manufatti con pellicce e bestiame.
Nel corso dei terribili anni della guerra civile Durante la Guerra Civile, Chisholm viveva a Wichita, nel Kansas, prestò servizio nell’esercito confederato come commerciante con gli indiani; tuttavia, nel 1864, agiva anche come interprete per le forze dell’Unione. Nei fatti si mantenne sufficientemente neutrale. Molti residenti del Territorio indiano temevano di essere massacrati, intenzionalmente o come un incidente di guerra se una delle due parti in guerra avesse tentato di lottare per il controllo del territorio. Guidò una banda di rifugiati nella parte occidentale del territorio. Per qualche tempo gli abitanti del Territorio Indiano soffrirono numerose privazioni e il commercio passò un periodo di grande crisi.


Sulla pista del bestiame

Alla fine della guerra civile americana, Jesse Chisholm si stabilì definitivamente nei pressi dell’attuale Wichita e ricominciò a commerciare nel territorio indiano. Si diede da fare per costruire una vera e propria pista in grado di trasportare pesanti carri per i suoi beni su quella che un tempo era stata un sentiero indiano e una piccola pista militare. Questa strada divenne nota come la Strada di Chisholm (Chisholm’s Trail). Più tardi, quando iniziarono i grandi trasferimenti di bestiame dal Texas al Kansas, gli utenti del sentiero la ribattezzarono Pista di Chisholm (Chisholm Trail). Il Chisholm Trail si snodava verso nord da Austin attraverso Waco e Fort Worth prima di attraversare il fiume Rosso vicino a Preston e attraverso il centro dell’Oklahoma e nel Kansas.
Ironia della sorte, Chisholm non condusse nemmeno un capo di bestiame sulla pista che gli è stata intitolata!


La mappa del Chisholm Trail

Jesse Chisholm morì nel suo ultimo campo vicino alla Left Hand Spring a causa di intossicazione alimentare, il 4 marzo 1868, e lì fu sepolto.

Condividi l'articolo!

Commenti

Una risposta a “Jesse Chisholm”

  1. Omar, il 9 Maggio 2018 13:57

    Caro Sergio….io sono stato sulla tomba di Jesse Chisolm situata in una landa deserta della Blaine County in Oklahoma. Accanto c’è anche la tomba del suo amico indiano Left Hand. Emozionante.

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.