James Bowie

A cura di Rino Di Stefano

James Bowie
James Bowie nasce nella primavera del 1796 a Terrapin Creek, nella Louisiana francese, dal presbiteriano Rezin Bowie e dalla metodista Elve Catesby Jones. Aveva cinque fratelli.
Nel 1803 il presidente Jefferson acquista la Louisiana dalla Francia.
L’8 gennaio 1815 James si arruola insieme al fratello Rezin nella compagnia del capitano Coleman A. Martin che darà poi forma ai 17°, 18° e 19° Consolidated Louisiana Militia Regiments. I due fratelli stanno sotto le armi soltanto per due mesi e 23 giorni ricevendo ognuno 23,93 dollari di paga.
Sono tempi di grandi cambiamenti. Nel 1808 il Congresso degli Stati Uniti aveva abolito il traffico di schiavi dall’Africa.
Nel 1821, in barba alla legge, James riesce a piazzare una notevole quantità di schiavi di «contrabbando» al pirata Jean Lafitte ricavando un profitto di 65.000 dollari che divide con altri due fratelli.
È l’inizio dell’attività illegale di James Bowie. Sfruttando un atto del Congresso dell’11 maggio 1820 con il quale si riconosceva la validità dei titoli di proprietà dei terreni rilasciati dalla precedente amministrazione spagnola, James comincia a fabbricare in grande stile tutta una serie di titoli falsi che alla fine coprono un insieme di 65 mila acri, pari a cento miglia quadrate di Louisiana. Tra l’altro per lo stesso governo americano si tratta di un reato del tutto nuovo per il quale non sono nemmeno previste pene adeguate. Bowie si sposta anche in Arkansas dove mette in circolazione altri titoli falsi per un totale di 60 mila acri.
Nel 1828, contando ormai su una certa ricchezza e una discreta per quanto dubbia notorietà nel mondo degli affari le cui porte gli sono state aperte dall’aderenza alla massoneria, tenta di candidarsi al Congresso, ma gli va male.


La morte di Bowie ad Alamo

Messo alle strette dal Governo che comincia a indagare a fondo sui falsi titoli, alla fine Bowie è costretto a fuggire in Texas dove sposa Ursula de Veramendi, figlia diciottenne del notabile e futuro governatore Juan Martin de Veramendi.
Moglie e suocero moriranno poco dopo a causa di un’epidemia di colera. A quel punto Bowie, ormai texano di adozione, viene nominato colonnello della milizia e finisce ad Alamo dove terminerà la sua avventura terrena.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.