Doc Middleton, fuorilegge delle pianure

A cura di Sergio Mura

Il bandito noto nel west delle pianure del nord-ovest come Doc Middleton, era in realtà conosciuto anche in numerosi altri modi, come quasi sempre accadeva con i fuorilegge americani, sempre in fuga dalla legge e desiderosi di non essere rintracciati. E così Doc Middleton era registrato all’anagrafe come James M. Riley e conosciuto anche come David C. Middleton, Texas Jack, Jack Lyons, Gold-Tooth Jack e Gold-Tooth Charley.
Doc nacque a Bastrop il 9 febbraio 1851 e tirò le cuoia a Orin Junction il 29 dicembre 1913.
Della sua vita sappiamo francamente molto poco, anche perché non fu un criminale di cui abbondano le testimonianze, ed è stato complesso per gli storici ricostruire le “gesta” nell’ambito delle pianure del nord ovest.
L’inizio della carriera criminale di Doc Middleton coincide con il furto di un cavallo a soli 14 anni. A quei tempi 14 anni erano abbastanza per finire appesi ad un ramo di un albero, specialmente per il furto di un cavallo, reato ritenuto esecrabile e meritevole dell’impiccagione. Questo perché nel west le distanze erano tali e la natura era così pericolosa che restare senza la propria cavalcatura poteva facilmente equivalere ad essere destinati a morire. Nonostante tutto a Doc andò più che bene perché le cronache del tempo non ci riportano alcuna conseguenza.


Un ritratto di Doc Middleton

Il suo primo omicidio (quello di cui, perlomeno, abbiamo notizia), risale al 1870 e fu compiuto in Texas e per esso Doc Middleton venne condannato all’ergastolo; la condanna sarebbe dovuta essere scontata nel carcere di Huntsville.
In realtà il bandito non ebbe il tempo di abituarsi alla galera perché iniziò subito ad armamentare per evadere e infine, nel 1874, riuscì a fuggire dal carcere.
Successivamente, Doc venne pizzicato nell’Iowa in flagranza mentre rubava cavalli e per questo riuscì ancora una volta a scampare l’impiccagione, grazie ad una giuria che si limitò a infliggergli poco meno di due anni di carcere. Dopo aver scontato la pena, il fuorilegge si trasferì a Sidney, nel Nebraska, dove non riuscì a tener doma a lungo l’indole aggressiva e delinquenziale, finendo per accoppare a pistolettate un soldato di nome James Keith del 5° Reggimento di Cavalleria durante una banale lite nata in un saloon di Fort Sidney. Era il 13 gennaio 1877. I colleghi del soldato ucciso e la gente del luogo riuscirono a catturare Doc Middleton, decisissimi a procedere speditamente ad un bel linciaggio, ma l’uomo sfuggì dalle loro grinfie in maniera a dir poco rocambolesca.
Ancora un ritratto di Doc Middleton
Il ripetersi di atti criminosi spinse la Wyoming Stock Growers Association e la Union Pacific Railroad ad offrire una vera e propria taglia in cambio della sua cattura.
A incaricarsi di catturare Doc Middleton si occupò un ufficiale dell’esercito di nome William H. H. Llewellyn che a quel tempo era addetto alla vigilanza dei pony della riserva indiana di Pine Ridge. L’ufficiale si mise d’accordo con altri soldati al comando del generale e diffuse la voce di voler incontrare il bandito per portargli la promessa del perdono del governatore dello stato per tutti i reati compiuti. La proposta arrivò alle orecchie di Doc Middleton che si dimostrò interessato a chiudere in bellezza tutti i conti con la giustizia, anche se era chiaro che avrebbe dovuto meritarsi il perdono con un formale e serio impegno a chiudere per sempre con la via del crimine. L’incontro venne organizzato, ma ad un certo punto l’intento di catturare Doc fu reso chiaro, come pure fu chiaro che non vi era alcun perdono da parte di nessun senatore. Ne scaturì una zuffa durante la quale furono uccisi due uomini della banda del fuorilegge e un aiutante dello sceriffo, un tale Hazen, venne ferito. Alla fine Middleton fu catturato e portato in fretta e furia a Cheyenne, nel Wyoming, dove venne processato e condannato per furto aggravato ad una pena di circa quattro anni. Durante il processo, Doc venne anche condannato per un furto di 35 cavalli ad un certo William Irving di Cheyenne, avvenuto nel 1877.
Dal 18 settembre 1879 al 18 giugno 1883 Doc Middleton rimase rinchiuso “in gabbia”.
Nel 1884 Doc Middleton si sposò per la terza volta, stavolta con una giovanissima di appena 16 anni con la quale andò a vivere a Gordon, nel Nebraska, dove si arrangiò con lavoretti in un saloon e – come spesso accadeva nel west – persino lavorando come… vice-sceriffo!
La cosa non deve cogliere di sorpresa gli appassionati di storia del west perché come è ben noto il confine tra legge e crimine era abbastanza labile e capitava spesso di ritrovare dei delinquenti con ruoli di uomini di legge, come pure capitava di trovare uomini di legge che arrotondavano lo stipendio con le attività criminose, talvolta persino a danno della stessa comunità che dovevano difendere.


Doc Middleton impegnato nella corsa a cavallo di mille miglia

Dopo un bel po’ di anni, ritroviamo Doc Middleton nel 1893 al seguito del grande Buffalo Bill che lo aveva reclutato per partecipare alla grande corsa a cavallo di mille miglia con partenza a Chadron nel Nebraska e arrivo a Chicago. Tale gara si sarebbe svolta nell’alveo delle iniziative legate alla Fiera Colombiana di Chicago.
Doc riuscì a portare a termine la gara, restando a cavallo per gran parte del percorso, ma non per tutto il percorso… Infatti, le cronache del tempo dicono che fece una parte delle mille miglia comodamente seduto in un vagone ferroviario.
Dopo altri quattro anni, nel 1897, Doc Middleton era a Edgemenont nel Sud Dakota dove faceva vanto di una luccicante stella di sceriffo ben visibile sul petto.
Nel 1900 si trasferì a Gordon, una cittadina del Nebraska, dove aveva acquistato un saloon. Successivamente fu sceriffo ad Ardmore nel Sud Dakota.
Passarono gli anni senza nulla da segnalare e nel 1913 troviamo Doc a Orin Junction, nel Wyoming, dove aprì un nuovo saloon. Qui si mise definitivamente nei guai perché prese a vendere illegalmente liquori e fu anche coinvolto in una rissa con coltelli dentro un saloon. Per questi due reati venne arrestato e sbattuto in prigione dove si ammalò e morì pochi giorni dopo Natale dello stesso anno.
È sepolto al Douglas Park Cemetery di Douglas, nel Wyoming.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.