Gall (Pizi)

A cura di Carla Marchetti

Gall (c. 1840-1894) fu un grande capo Hunkpapa-Sioux ed ebbe un ruolo di primo piano nella lunga guerra dei Lakota contro gli Stati Uniti, ma quando il suo popolo fu infine confinato nelle riserve, egli lo incoraggiò ad accettare l’assimilazione.
Gall, che in inglese significa fiele, deve il suo insolito soprannome al fatto che, orfano e affamato, fu capace di cibarsi del fiele di un animale che un suo vicino aveva ucciso.
Egli conquistò fama come guerriero Lakota durante le campagne di Nuvola Rossa, ma, scontento del Trattato di Fort Laramie del 1868 che aveva posto fine alle ostilità, si alleò con Toro Seduto e altri indiani che si erano rifiutati di rimanere confinati nel territorio loro assegnato.
Gall divenne quindi il capo militare di Toro Seduto e condusse gli attacchi contro le truppe dell’esercito lungo il fiume Yellowstone nel 1872 e 1873.
Nella battaglia di Little Big Horn nel 1876, fu a capo dei guerrieri Hunkpapa che per primi respinsero il maggiore Marcus Reno dall’accampamento dei Lakota e poi si precipitarono a nord per unirsi a Cavallo Pazzo e alle sue truppe nell’attacco contro Custer.


Il grande guerriero Sioux Gall (Pizi nella sua lingua)

Al termine della battaglia contro Custer, Gall fuggì con Toro Seduto in Canada, ma a causa di un diverbio con lui, alla fine del 1880 guidò nuovamente le sue bande attraverso la frontiera. Si arrese infine, il 3 gennaio 1881, e fu costretto a stabilirsi nella riserva di Standing Rock nel territorio Dakota, dove divenne amico dell’uomo che si sarebbe dimostrato il più deciso antagonista di Toro Seduto, l’agente indiano James McLaughlin.
Ancora un ritratto di Gall
McLaughlin raccontava che Gall gli parlava spesso di “affari personali con incredibile confidenza”, e sosteneva che Gall era stato, insieme a Nuvola Rossa, uno dei veri grandi capi della sua gente.
Nella riserva, Gall parve essersi dimenticato della sua precedente militanza e divenne un campione degli sforzi federali per “addomesticare“ i Lakota.
Si servì del prestigio di cui godeva per contribuire alla riuscita del programma agricolo e divenne un attivo sostenitore dei programmi educativi delle scuole speciali per i fanciulli indiani. Nel 1889, divenne persino un giudice nel Tribunale indiano della Riserva e nello stesso anno acconsentì a una riduzione dell’estensione della Riserva, nonostante la vigorosa opposizione di Toro Seduto.
Gall sfidò l’autorità di Toro Seduto fra i Lakota di Standing Rock, ma, tranne che agli occhi dell’agente McLaughlin, non raggiunse mai l’influenza e l’autorità del suo antico maestro. Gall morì il 5 Dicembre 1894 nella sua casa di Oak Creek in Sud Dakota.

Condividi l'articolo!

Commenti

2 Risposte a “Gall (Pizi)”

  1. Jinlian, il 5 settembre 2009 14:34

    Solo una piccola precisazione: il personaggio con il copricapo nell’ultima foto non è Gall (anche se quest’identificazione si trova in diversi siti e persino libri), ma Rain In The Face – si confronti con le foto di quest’ultimo qui:
    http://hem.passagen.se/native/photorainintheface.htm

  2. Sergio Mura, il 6 settembre 2009 00:23

    Fatto! Grazie.

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.