Farwest.it, vent’anni di frontiera nel web

A cura di Sergio Mura


Vent’anni di Farwest.it

Il 19 febbraio del 1997 un piccolo sito dedicato ai libri di storia del west veniva pubblicato presso un portale il cui nome, oggi sconosciuto, era Tripod.
Era il primo vagito di quello che nel tempo sarebbe diventato Farwest.it, l’attuale sito interamente dedicato alla storia del west e a tutto ciò che in qualche modo richiama la frontiera americana.
Sono passati vent’anni! Vent’anni!
Non è stata una semplice passeggiata perché se ci guardiamo intorno comprendiamo quanto sia facile avviare un sito in internet, anche il più bello e curato, e quanto sia facile abbandonarlo dopo un po’ di tempo.
Noi abbiamo sposato un diverso approccio, una modalità che ha funzionato e che continua a funzionare, un sistema che è l’insieme di diverse componenti, tra cui la buona volontà, la competenza, la pazienza, la disponibilità, lo studio, la condivisione, l’assoluta volontarietà dell’impegno, il rispetto dei diversi punti di vista e la più totale e marcata distanza da qualsiasi cosa che abbia a che fare con il denaro.
Partiamo proprio da quest’ultimo. In vent’anni abbiamo ricevuto moltissime proposte commerciali, ma mai ne abbiamo accettato una. Non abbiamo mai fatto pubblicità e non siamo mai stati pagati per alcunché. Piuttosto… paghiamo di tasca tutto, dall’hosting al database, alle email, ai più diversi servizi informatici. L’assenza del denaro tiene unito lo staff di autori e collaboratori.
L’impegno, però, è quell’elemento che, sposandosi alla competenza e all’entusiasmo, ha maggiormente caratterizzato la nostra opera di divulgazione della storia del west. Un impegno che è iniziato quando eravamo dei veri e propri giovincelli e che continua oggi che siamo ben cresciuti. Un impegno che cerchiamo di trasmettere a tutti i giovani talenti che continuamente si affacciano dalle nostre parti per proporre una collaborazione che è la linfa vitale del nostro sito. Un impegno che è uguale per noi tutti e che si diversifica esclusivamente nel distribuirsi secondo il tempo che ciascuno di noi riesce a dedicare a questa grande passione.
E già… il tempo! Quello apparentemente non basta mai, eppure se c’è una cosa che raccomandiamo a tutti i nuovi autori è quella di non avere fretta, di non voler bruciare le tappe con un’iper produzione. E siamo convintissimi di questa necessità perché a noi preme di più esserci sempre che esserci tantissimo per 6 mesi e poi sparire nel nulla.
Lo studio è un altro elemento che potete ritrovare negli articoli di Farwest.it, perché dietro ogni articolo, dietro ogni iniziativa c’è sempre tanto e tanto studio, tanta lettura, tanto documentarsi, tanto confrontarsi. Il luogo del confronto e dello studio è il nostro Forum di Farwest.it, un luogo strettamente collegato al sito e che è giunto pochissimo dopo le prime timide pagine del sito. Il Forum di Farwest.it ci ha visti crescere ed è testimone delle incredibili “litigate” che nel primo periodo caratterizzavano i confronti tra appassionati degli indiani e appassionati del west dei bianchi o della guerra civile.
Oggi Farwest.it vanta uno staff numeroso e capace che pubblica costantemente nuovi articoli e approfondimenti sulle diverse anime della storia del west (il west degli indiani, quello dei bianchi e quello della guerra civile), regala ebook di storia, raccolte di racconti western, ma anche saggi importanti come il Dizionario dei Film Western o come il trattato sulle Guerre Indiane. Gli articoli sono impreziositi dalle innumerevoli e bellissime immagini che trovate ogni giorno e persino da filmati rarissimi!
Nel tempo abbiamo iniziato a parlare dei tempi che hanno anticipato la vera storia del west, come anche del cinema, dei viaggi e altro ancora.
Ecco… i viaggi! Grazie alla competenza maturata sul campo e alla indubbia buona volontà, uno di noi organizza periodicamente dei viaggi nel cuore del west e ci riporta tonnellate di cose bellissime e centinaia di immagini meravigliose che ci fanno sognare.
Insomma, in vent’anni siamo maturati, siamo un po’ cambiati, siamo stati dietro alla tecnologia che corre… ma siamo rimasti come prima: innamorati della storia del west.
E ci impegniamo a continuare finché il Signore ce ne darà la forza.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.