Tremila cavalieri indiani

La bella copertina del libro
La campagna militare del 1876-77 contro Sioux e Cheyenne e la disfatta del generale Custer al Little Big Horn” è quel libro che gli appassionati italiani delle battaglie di frontiera stavano aspettando da tempo. Le guerre indiane che hanno visto su campi opposti i soldati e la forte coalizione Sioux-Cheyenne non potranno mancare di suscitare l’interesse fortissimo degli studiosi di storia del west che non vorranno mancare l’appuntamento con questo bel libro.
In esso si narrano tutte le fasi – approfondendo specialmente quelle finali – di quella lunga guerra che finì con la morte di Custer da un lato e la fine della vita libera dall’altra.
Al rigoroso rispetto delle fonti, l’autore aggiunge da par suo una forte autonomia di giudizio ed una equidistanza dalle parti in causa che di questi tempi è davvero notevole. Certamente quella che viene proposta è la verità storica e poco o nulla spazio viene lasciato alla leggenda.
Ecco dunque una ghiotta occasione per rivisitare la campagna militare che Washington promosse contro gli indiani liberi a cavallo tra gli anni 1876 e 1877.
La drammatica guerra riacquista così il gusto della rievocazione storica fondata sulle prove disponibili, senza cedere alla tentazione di riproporre l’ennesima apologia del pellerossa perseguitato. Allo stesso tempo, però, pur accettando la complessità dei meccanismi del progresso e le insopprimibili esigenze di una nazione in forte espansione, l’autore scopre con noi la spietata determinazione di sopraffare una cultura considerata di ostacolo alla civilizzazione del west.

Autore: Domenico Rizzi
Editore: Nuovi Autori
Pagine: 193
Formato: 21×15, brossura leggera
Pregi: Avvincente narrazione. Documentazione di fondo impeccabile
Prezzo: da Euro 7,75 (usato su Amazon)
Per l’acquisto diretto su Amazon, fate clic qui!

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.