The Sundance Seven Photograph: storia di una fotografia

A cura di Omar Vicari


Clicca per INGRANDIRE l’immagine
Per molti anni, la foto sopra del “Mucchio Selvaggio”, scattata da John Swartz nel 1900 nel suo studio di Forth Worth nel Texas, è stata l’immagine più famosa o quantomeno una delle più famose del vecchio west.
Da sinistra a destra, seduti, si intravvedono Sundance Kid, Ben Kilpatrick, Butch Cassidy
In piedi…Bill Carver e Harvey Logan (Kid Curry).
Dieci anni o forse più, prima che John Swartz scattasse quella famosa foto, un altro fotografo di nome L.B. Miller che aveva uno studio in Sundance (Wyoming) scattò un altrettanto interessatissima foto in cui appaiono Butch Cassidy, Sundance Kid, Harvey Logan, Lonnie Logan, Flat Nose George Curry, Matt Warner e Elzy Lay ancora non molto famosi e molto giovani.


Clicca sull’immagine per INGRANDIRLA

Per più di cento anni, l’esistenza della foto di Miller con sette dei più famosi fuorilegge del tardo west, rimase sconosciuta sino a che, per provvidenziali circostanze, la foto in questione riapparve in uno di quei mercati di antiquariato a Portland (Oregon) nel 1996 dove fu comprata da Norman David Moore.
Con tutta probabilità, questa è la sola copia esistente di questi sette tra i più famosi fuorilegge della storia del vecchio west.
In questa fotografia, Butch e Sundance Kid appaiono essere più o meno sui vent’anni. Butch Cassidy nacque nel 1866 e si presume che la foto in questione sia stata scattata più o meno tra il 1885 e il 1890.
Guardando da sinistra a destra i soggetti della foto, in piedi si riconoscono, seppure ancor molto giovani:
-Harry Alonzo Longabaugh, meglio noto come Sundace Kid
-George Sutherland Currie, meglio noto come Flat Nose George Curry
-William Erastus Christiansen, meglio noto come Matt Warner
-William Ellsworth Lay, noto anche come William McGinnis
Tra i seduti da sinistra:
-Lonny Logan, noto anche come Lonnie Logan
-Harvey Logan, noto anche come Kid Curry
-Robert Leroy Parker, meglio conosciuto come Butch Cassidy
Assieme a questa fotografia, ce ne erano altre due, anche queste comprate da Norman D. Moore. Una di queste fu scattata sempre nello studio di
L. B. Miller a Sundance (Wyoming) e l’altra invece a Baker City (Oregon) presso lo studio fotografico di M. M. Hazeltine.
Al momento dell’acquisto, Norman D. Moore non immaginava chi potessero essere gli uomini ritratti in quell’immagine. Sapeva solo, che due di quelle immagini provenivano dallo studio di Miller situato a Sundance nel Wyoming.
Nella testa di Moore iniziò a farsi strada l’idea che qualcuno di quegli uomini forse poteva essere stato un membro del famigerato gruppo del Mucchio Selvaggio, sebbene l’idea potesse essere poco probabile.
Dopo il pagamento delle foto, Moore chiese al venditore se fosse a conoscenza della provenienza delle stesse o quanto meno se conosceva il nome del proprietario.
Ottenuta l’informazione, Moore annotò il nome del precedente proprietario in un piccolo notes che portò sempre con se. Le tre fotografie furono riposte da Moore, assieme ad altre, in un cassetto dove rimasero per molto tempo senza che fosse consapevole della loro importanza e, in ultima analisi, di essere entrato in possesso di alcune delle foto più importanti del vecchio west.
Una sera di molti mesi dopo, Moore riprese in mano le tre fotografie. In una di quelle apparivano sette cowboys, o almeno sembravano tali. Nel guardarla si meravigliò di quei sette uomini vestiti di tutto punto che portavano dei fazzoletti al collo alla moda dei cowboys.
Dato che la foto era stata scattata a Sundance nel Wyoming, Moore si domandò se qualcuno di quegli individui potesse essere stato davvero un membro di quella che sarebbe diventata in seguito la banda del Mucchio Selvaggio.
Quando entrò in possesso di quelle tre fotografie, Moore non si immaginava neanche lontanamente che uno di quei sette uomini potesse essere Butch Cassidy e che in un’altra di quelle tre fotografie c’era il notorio Dave Atkins ricercato dalla Pinkerton Agency per omicidio e assalto al treno di San Angelo (Texas).
Quella sera, seduto sul divano della sua sala da pranzo, Moore guardò ancora le tre foto in suo possesso. Due di quelle, come già detto, erano state scattate a Sundance (Wyoming), mentre la terza a Baker City in Oregon.
Moore allora ricordò che Harry Longabaugh, aveva preso il nickname “Sundance Kid”, proprio dalla città di Sundance mentre era ospite della prigione locale.
D’un tratto, come folgorato da una intuizione, Moore alzatosi dal suo divano, si diresse verso la libreria di fronte colma di libri sulla storia del vecchio west, libri pieni di fotografie sui membri del Mucchio Selvaggio. Voleva confrontare la sua foto con quelle numerose dei suoi libri riguardanti i membri del Mucchio Selvaggio e vedere se in qualche maniera potesse effettivamente riconoscere nella sua foto Sundace Kid.
Moore ne prese uno, iniziò a fogliare le pagine sino a che i suoi occhi si fermarono davanti a quella etichettata e conosciuta come “Butch Cassidy Prison Photograph” (Fig. 31)
Moore lasciò cadere per un istante l’attenzione su Longabaugh ed esaminò più attentamente la sua foto nell’evenienza che addirittura Butch Cassidy potesse comparire in quella fotografia.


Dave Atkins e Matt Warner seduti. Tom McCarty in piedi.

Moore prese la foto con i sette cowboys che aveva comprato a Portland e la posizionò accanto al libro che riportava la fotografia “Butch Cassidy Prison Photograph”. Non ebbe nessuna difficoltà, pur senza occhiali, a paragonare le due immagini e quindi a stabilire che l’individuo seduto in basso a destra nella sua fotografia era nient’altro che Butch Cassidy più giovane di qualche anno.
Fu subito chiaro per Moore che l’individuo che appariva nella sua fotografia seduto sulla destra, altri non era che un giovane Butch Cassidy, più o meno sui venti o ventidue anni.

Sebbene eccitato, Moore studiò con più attenzione la fotografia di quei sette uomini nel tentativo di scoprire se anche qualcuno altro poteva essere stato un membro di quella che anni dopo sarebbe diventata la banda del famigerato Mucchio Selvaggio.
Preso comprensibilmente dall’eccitazione, Moore pregò la moglie Karen di avvicinarsi al tavolo additando sulla foto in suo possesso uno dei sette individui dicendo che quello era Butch Cassidy.
“Questo è lui?” chiese Karen.
Moore deliberatamente aveva ingannato la moglie additando Matt Warner invece di Cassidy, quello che gli teneva la mano sinistra sulla spalla.
“Si… questo qui” rispose Moore.
La moglie guardò attentamente la foto riprodotta nel libro paragonando l’immagine di Cassidy con quella dell’uomo indicato dal marito nella foto in suo possesso.
“No… questo non può essere Butch” e scorrendo il dito sulla foto, si fermò sulla faccia del vero Cassidy.
Il marito sorrise dicendo “Hai ragione… ti ho ingannata deliberatamente per confrontare la tua opinione con la mia”.
Nei mesi che seguirono, i due studiarono attentamente ognuno degli uomini che apparivano nelle tre foto in loro possesso, paragonando i loro volti con quelli di fotografie ben note stampate nei libri di storia del vecchio west. Essi arrivarono infine a stabilire che nella fotografia in loro possesso che titolarono “The Sundance Seven Photograph” c’erano raggruppati:
– Lonnie Logan
– Harvey Logan (Kid Curry)
– Butch Cassidy
– Harry Longabaugh (Sundance Kid)
– Flat Nose George Curry
– Matt Warner
– Elzy Lay
Moore pensò che nessun altro titolo della foto potesse essere più appropriato di quello. Delle migliaia di pezzi da collezione del vecchio west in suo possesso, la foto in questione è stata sempre l’oggetto più ambito e quello più visto da chi visitava la sua casa.
Alcune di quelle persone, condividendo la passione per la storia della frontiera, chiesero di poter comprare la famosa foto, ma Norman D. Moore declinò sempre l’invito a vendere quella storica fotografia.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.