I Mahican, gente di Muhhkunneuw

A cura di Armando Morganti

Il capo Etow-Oh-Koam
Gli indiani Mahican furono incontrati dai bianchi nella valle dell’Hudson, in un ampio territorio compreso tra i monti Catskill e il lago Champlain, ma i loro domini originariamente raggiungevano anche l’isolotto di Manhattan e il lago George. A ovest i Mahican potevano estendersi fino al fiume Schoharie e verso est fino alle creste delle montagne del Berkshire (Massachusetts occidentale), e da nord-ovest del Connecticut si estendevano fino alle Green Mountains del Vermont meridionale. Le stime sulla loro popolazione sono incerte, anche perché la tribù comprendeva vari gruppi affini; il Mooney dichiarava che, intorno all’inizio del XVII secolo, contavano su circa 35 mila anime, ma limitando la valutazione alla sola tribù Mahican, sita presso l’odierna Albany, potevano raggiungere le 8 mila unità.
Comunque, entro il 1672 la loro popolazione era drasticamente caduta fino ad un migliaio di anime. Nel loro dialetto i Mahican si definivano “la gente di Muhhkunneuw”, ovvero “la gente del grande fiume”; quando gli olandesi li conobbero ebbero grande difficoltà nel pronunciare questo termine ed allora lo distorsero in “Manhigan”, cioè la parola che i Mahican usavano per indicare il lupo, ed anche il nome di uno dei loro clan principali. Il termine ebbe poi numerose variazioni come “Maeykan”, “Mahigan”, “Mahikander” ed altre, mentre i francesi preferivano indicarli come “Loup”, un termine che affibbiarono anche ad altre popolazioni come i Delaware e gli Abenaki. I Mahican parlavano un dialetto Algonchino del gruppo “N”, ma sembra che in molti sensi fossero ben più collegati con le tribù parlanti il dialetto a “L”, come i Delaware e i gruppi affini dei Munsee e degli Unami.


Una perlustrazione fluviale

La nazione era divisa in cinque ben definiti gruppi: i Mahican veri e propri, i Mechkentowoon, i Wawyachtonoc, i Westenhuck e i Wiekagjoc. Politicamente rappresentavano una potente Confederazione tribale avente almeno 40 insediamenti permanenti, dove i loro capi non mantenevano comunque grande autorità, anche se i leader dei villaggi assumevano la carica per via ereditaria e discendevano da via materna; la tribù aveva tre clan principali: l’Orso, il Lupo e la Tartaruga, ed ognuno di questi aveva il proprio Consiglio. Tuttavia, le continue guerre in cui furono impegnati li obbligarono ad avere una organizzazione ben più strutturata, con un Consiglio Generale dei capi che si riuniva nel villaggio di Shodac, a est di Albany. Nell’anno 1609 furono incontrati da Henry Hudson e da allora la tribù fu sempre in contatto con i bianchi; da allora numerosi olandesi avrebbero raggiunto il fiume Hudson attirati dalle splendide pellicce di castoro, essi raggiunsero le terre dei Mahican per commerciare, ma esposero questi indiani alle malattie endemiche e alla destabilizzazione del territorio, ad una apparente prosperità i bianchi stavano in effetti portando la lenta ma inesorabile distruzione di varie tribù, fra cui i Mahican.
In cerca di nemici
Nel 1610 gli olandesi entravano in contatto anche con gli Irochesi, da tempo nemici della tribù, ciò avrebbe scatenato una lunga serie di guerre fra queste due potenti popolazioni; la prima di queste guerre fu bloccata dagli stessi olandesi nel 1614, i quali costruirono Fort Nassau, ma ormai la concorrenza nei commerci fra le due grandi potenze poteva portare soltanto ad una guerra senza quartiere. Nel 1617 ripresero le ostilità e gli olandesi, pur essendo propensi a favorire i Mahican, aiutarono anche i Mohawk, e soltanto l’anno dopo riuscirono a far stipulare una nuova tregua. La tregua avrebbe retto fino all’anno 1621 ma, nel 1620, erano apparsi anche gli inglesi nel Massachusetts. Negli anni successivi i Mahican, vista la crescente mancanza di castori nel territorio, cercarono di organizzare nuovi commerci con le tribù stanziate a nord del San Lorenzo, e quando i Mohawk giunse la notizia scoppiò l’ennesima guerra (1624). La lotta fu durissima e nell’arco di quattro anni i Mahican furono sonoramente battuti e dovettero abbandonare i loro insediamenti a ovest dell’Hudson, poi divennero subalterni del vincitori. L’indebolimento della loro potenza guerriera porterà la tribù a dover continuare a cedere terre ai coloni bianchi, specialmente agli inglesi.


Gli insegnamenti ai ragazzi

Nel decennio 1630-40 apparvero nuove e devastanti epidemie che contribuirono a destabilizzare le terre dell’Hudson, il vaiolo si abbatté nel 1634 e fu subito seguito dal tifo, dal morbillo, dalla dissenteria e da altre malattie che fecero pagare alle tribù pesanti perdite umane. La tribù fu ulteriormente indebolita, ma non al punto di vederla impegnata in una guerra contro i Wappinger e le tribù della Long Island.
Quando, nel 1650, i francesi decisero di dar vita ad una alleanza indiana per contrastare la potenza irochese, i Mahican decisero di entrarvi, ciò avrebbe portato ad una nuova guerra, anche se limitata, con i Mohawk nel 1658.
La resa dei conti si ebbe però nel 1662 quando, colti di sorpresa, i Mahican furono definitivamente sconfitti dai Mohawk e dovettero abbandonare la tanto amata valle dell’Hudson. Gli scontri si sarebbero protratti fino al 1672, ma già dopo il 1664 il Fuoco del Consiglio era stato spostato sul fiume Housatonic, nel Massachusetts occidentale. L’accrescersi della potenza britannica, e la conseguente sconfitta olandese, sarebbe risultata tragica per la tribù, ormai avviata ad un mesto declino.
Un guerriero
Pressati dagli eterni nemici, furono costantemente spinti a ovest e dovettero entrare a far parte della potente Lega irochese.
Nel frattempo, l’avanzata coloniale si fece molto intensa e, nel 1680, i Mahican furono costretti a cedere altre terre dell’Hudson, riuscirono ad assorbire parecchi resti di altre popolazioni ma, nel 1690, furono nuovamente colpiti dal vaiolo e la tribù si ridusse a circa 800 anime.
Negli anni successivi i Mahican offrirono parecchi guerrieri agli inglesi, impegnati contro i francesi, ma alcuni gruppi stavano già spostandosi verso occidente, infatti, nel 1680, i francesi avrebbero incontrato due gruppi Mahican nel territorio dell’Indiana.
Anche nel 1721 un gruppo di Mahican si era stabilito nell’Ohio sotto la protezione francese.
La tribù continuava a cedere terre ai bianchi e ormai i coloni inglesi stavano invadendo anche il Massachusetts occidentale, così i Mahican evacuarono anche la valle dell’Housatonic, era l’anno 1724, anno in cui il capo Konkapot cedeva vaste terre per soli 460 dollari.
Una Mahican
Nel 1730 il leader Keepedo avrebbe portato la sua gente nella Wyoming Valley della Pennsylvania; nelle epoche successive alcuni gruppi avrebbero raggiunto il fiume Sandusky (Ohio), ma sarebbero poi stati assorbiti dalla tribù Delaware.
I circa 400 Mahican rimasti sul fiume Housatonic sarebbero stati converti al cristianesimo e furono poi conosciuti come “Stockbridge”, discendenti dei Mahican, ma anche fortemente mischiati con altre popolazioni.
Nella successiva storia questi indiani avrebbero perso qualsiasi importanza nelle storiografia dei nativi americani.
Gli Stockbridge avrebbero partecipato attivamente a varie guerre, alcuni gruppi sarebbero entrati nelle terre degli Oneida con i Brotherton; mentre altri si sarebbero spostati a ovest e avrebbero raggiunto l’Oklahoma con i Delaware, con gruppi che riuscirono a stabilirsi definitivamente nel Wisconsin.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.