Gli sport nel vecchio west

A cura di Paolo Brizzi

Indiani che giocano a Lacrosse
Se tu dici sport e vecchio west, molti ti guarderanno perplessi. Eppure gli sport furono una parte della vita alla frontiera quanto il cowboy che percorre una recinzione, anzi di più, perchè lo sport nacque molto prima delle recinzioni per il bestiame.
I primi giochi dell’espansione a ovest furono quelli giocati dagli indiani. Ma uno esiste ancora oggi, il lacrosse. Vecchio di più di 500 anni, il lacrosse cominciò probabilmente come una pratica religiosa. Più tardi divenne un modo per preparare i guerrieri alla battaglia o per dirimere questioni intertribali. Centinaia di guerrieri giocavano in ogni schieramento, brandendo bastoni di circa novanta cm con un retino all’estremità. Le porte andavano da centinaia di metri a miglia di larghezza. La palla era di pelle di cervo, imbottita di pelo o legno. Non aveva limiti, veniva giocato dall’alba al tramonto, qualche volta più come una partita ad esaurimento fisico, e le ferite erano comuni.
Per i primi Franco-canadesi i bastoni degli indiani erano come il pastorale dei vescovi, la crosse, e così il gioco prese il suo nome.
Molti dei primi sport nel West erano duri, talora brutali o sanguinari. Combattimenti con tori e orsi erano frequenti fino alla metà del ‘800. Gruppi di uomini entravano nelle foreste per catturare un grizzly e portarlo in città, cosa di per se stessa non da poco. Poi potevano catturare un toro dalle lunghe corna. Queste creature erano costrette ad un combattimento fino alla morte in un corral di adobe o talora nella main street, con le estremità barricate. (si dice che il direttore del New York tribune Horace Greely fu ispirato da uno di questi match a creare l’icona del toro e dell’orso che ancor oggi simboleggia Wall Street). Combattimenti tra cani o galli erano frequenti, così come lotta e boxe.
Gli sporte le gare furono in seguito meno pericolose per i partecipanti. In quello che si può definire il periodo di mezzo, tra i grezzi inizi e gli soprt come li conosciamo oggi, molte delle competizioni derivavano da particolari abilità necessarie alla vita di quei giorni.


Un incontro di boxe a Yuma

Corse a piedi e a cavallo incoraggiavano intere comunità, spesso estese regioni, a sostenere i loro campioni. Gare di tiro a segno erano svolte regolarmente, con distanze per i fucili tra i 200 e i 450 metri. Competizioni di “big windy” dominarono per decenni. In questi, narratori di storie incredibili cercavano di superarsi a vicenda per dirla più grossa. Premi erano riconosciuti ai vincitori e in città sempre più numerosi erano i fans dei contafrottole.
Dove c’erano miniere, legname e commercio fluviale, si svilupparono gare che richiedevano abilità particolari. Trapanazione di rocce, corse in battello, rotolamento di tronchi e tiro dell’ascia attraevano grandi folle. C’era il pattinaggio su ghiaccio, a rotelle, corse in slitta o bicicletta, così come ginnastica e gare a premi.
Il bowling arrivò nel vecchio West a metà dell ‘800. Il gioco era particolarmente popolare tra gli immigrati tedeschi e viaggiò verso ovest con i coloni. Una delle corsie più strane della storia dello sport fu costruita in California nel 1866. Una sequoia gigante redwood fu abbattuta e un lato appianato e livellato ; poi fu costruito un riparo sopra di essa. I giocatori facevano scorrere le bocce sopra di essa. Alla fine del secolo sale e leghe di bowling erano state costruite dal Mississippi al pacifico.


American Baseball Association

La california vantava anche le prime competizioni sciistiche del vecchio West. I coloni norvegesi della regione della Sierra Nevada lo introdussero negli anni ’50. Con una caduta media di dieci metri di neve le comunità erano isolate l’una dall’altra e tagliate fuori dal resto del mondo per mesi interi. Un immigrante, Jim Thompson, il più famoso dei primi sciatori della regione, può essere stato il primo uomo a rendere popolare lo sci. Costruì i propri sci e alla fine degli anni ’50 stipulò un contratto per portare la posta da Calaveras Grove, California, sulla Sierra fino a Carson Valley, Nevada, una corsa di 144 km., con un peso di 25-45 kg. sulla schiena di posta. Chiamato snowshoeing nei primi anni, lo sci si impose rapidamente e furono presto organizzate competizioni.
Il Sacramento Union del 28 Marzo 1868 riportò: “il nostro grande torneo di sci, sotto la direzione del Table Rock Snowshoe Club, è stato l’evento appassionante delle ultime due settimane”. Grandi somme di denaro erano scommesse. Thompson stesso stabilì un primo record, percorrendo 487 metri in 21 secondi. Egli regolarmente faceva salti di 15 metri su precipizi, e una volta saltò per incredibili 54 metri.


Una partita improvvisata a golf

Il baseball si diffuse nel vecchio West negli anni ’40 e fu giocato come “sandlot” per due decenni. Poi, nel 1869, i Red Stockings di Cincinnati, il primo team professionistico americano, partì da St. Louis in treno. A San Francisco incontrò la locale squadra di dilettanti, gli Eagles. La folla, secondo il San Francisco Chronicle, fu felice nella sconfitta. ” E’ facile vedere perchè adottarono le vesti dei Red Stockings, che mostrano i polpacci in tutta la loro magnitudine e rotondità. Ognuno di loro ha gambe robuste e ben tornite e sa come usarle.”
I Red Stockings giocarono di fronte a un pubblico da tutto esaurito durante tutto il tour.
Entusiasmatosi dalla loro abilità e dalla passione per le partite, il West divenne pazzo per il baseball. Nel decennio successivo, città e paesi formarono le loro squadre di professionistio o semi-professionisti.


Il primo rodeo

Il rodeo è il solo sport americano ad emergere da un’industria, quella del commercio del bestiame. Quasi tutti i suoi eventi, doma dei broncos, atterramento deio manzi presi per le corna, esibizioni a cavallo, cattura del bestiame col lazo, esibizioni di abilità col lazo, derivano direttamente da capacità che il cowboy affina per maneggiare le bestie. I cowboy usarono lo spagnolo “rodear”, circondare, riunire, e lo cambiarono in “rodeo”. Nei giorni di tempo libero i mandriani di due o tre squadre si trovavano per competere per premi o scommesse.
Da queste gare informali si svilupparono gare organizzate, così come Wild West Shows itineranti. Uno dei più famosi fu il 101 Wild West Show dei fratelli Miller, che originò dal ranch di famiglia vicino Ponca city, Oklahoma. Lo show comprendevana diversi uomini che ottennero una fama nazionale, e due che furono ricordati per generazioni, Will Rogers e Tom Mix.


Football

Mentre l’era dei Wild West Shows passò, negli anni ’20 del ‘900, una delle sue eredità, il rodeo, divenne uno sport importante. Oggi, la Professional Rodeo Association attira milioni di spettatori agli eventi ogni anno e ricompensa i cowboys con milioni di dollari di premi in denaro.
E’ passato molto tempo dal periodo del Wild West, quando il “baseball diamond” (campo di baseball) di una città era spesso più famoso della sfida all’OK Corral.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.