Mesquakie, la potente tribù dei Fox

A cura di Gianni Albertoli

Un guerriero Fox
Gli indiani Fox rappresentarono sicuramente una delle popolazioni più bellicose di tutto il continente nord-americano, costantemente in guerra con quasi tutte le tribù dei Grandi Laghi, essi divennero implacabili nemici dei francesi, obbligandoli a due lunghe guerre particolarmente dispendiose anche da un punto di vista di perdite umane.
E’ incredibile come una piccola tribù che originariamente non superava le 5 mila anime, abbia potuto dar vita ad una epopea davvero incredibile, in cui lasciatemelo dire, veramente “la paura correva nelle foreste”, un attacco dei Fox poteva essere previsto, ma quando avrebbero attaccato? Chi poteva pensare che questi indiani avessero avuto il coraggio di spingersi a nord per assalire i numerosi gruppi Chippewa stanziati presso le cascate del fiume St. Croix?
Era impensabile, ma questi irriducibili guerrieri lo fecero, questi coltivatori dettero alla storia del nord-est un vortice incredibile di spedizioni, agguati, attacchi contro villaggi e insediamenti nemici, commercianti e viaggiatori bianchi. La loro epopea si protrasse per circa due secoli e, in tutti questi anni, i Fox ebbero soltanto un unico denominatore comune, la guerra.
La loro storia è talmente ricca di episodi da far rabbrividire ed ancor oggi gli studiosi si chiedono come possa aver fatto una popolazione dalle limitate risorse umane e, soprattutto, dedita all’agricoltura, continuare inesorabilmente a combattere, a combattere contro tutti quelli che entravano nelle loro terre, e a devastare le terre di altre popolazioni.


I Fox in un quadro di Bodmer

Loro nemici furono molte popolazioni, dai Chippewa ai Menominee, dai Winnebago ai Dakota Sioux, dagli Ottawa ai Potawatomi, dagli Illinois agli Osage, senza contare i bianchi, gli odiati bianchi di lingua francese che armavano le tribù dei Grandi Laghi.
Questa fu la loro storia, la storia di una popolazione che per continuare a mettere in mostra la sua indole guerriera ebbe il coraggio di affrontare, da sola, e con pochi alleati, i francesi.
Una popolazione che, pur sconfitta e bastonata, seppe sempre riprendersi, lanciando nuove incursioni spesso vincenti, e spesso alleandosi anche a tribù un tempo nemiche. I Fox perdettero gran parte della loro popolazione, ma restavano pur sempre un popolo fiero che mai volle rinfoltire le sue fila con i resti di altre genti.


Ritratto di gruppo

I Fox erano guerrieri e nelle loro vene scorreva sempre il sangue dei loro antenati, e come i loro antenati continuarono a combattere. Spesso sono stati associati ai Sauk, e molti li hanno ritenuti soltanto una divisione di questa tribù, ma i Fox erano un popolo indipendente e fiero della propria etnia. Il loro vero nome era “Mesquakie”, la “gente della Terra Rossa”, ma furono poi gli anglo-americani a chiamarli Fox, mentre i francesi li chiamavano “Renards”, le “volpi”, avendo incontrato per la prima volta il clan della Volpe della tribù Mesquakie.
I primi esploratori francesi hanno sempre errato nel definire questi indiani, dandogli il nome di “Wagosh”, vale a dire il nome di un loro potente clan, quello della Volpe; da una loro antica tradizione tribale, un indiano di nome Wagohug venne in contatto con i francesi, i quali, quando gli chiesero a che tribù appartenesse, gli avrebbe dato il nome del suo clan, da allora il termine servì per indicare l’intera nazione Mesquakie.


Una cerimonia

Epiche furono sicuramente le due guerre contro i francesi dove, questi ultimi mostrarono grande accanimento contro di loro, “i Fox dovevano essere sterminati fino all’ultimo uomo, e le loro donne e i bambini dovevano essere venduti come schiavi nella Louisiana”. L’operazione riuscì soltanto in parte, la politica di sterminio operata dai francesi non portò alla loro dispersione totale anche perché le stesse tribù alleate si sarebbero rifiutate di farli scomparire dalla scena storica.
Se una donna Sauk avvisò i francesi della tentata fuga dei Fox da Fort Renard, gli stessi Sauk avrebbero poi aiutato i resti della tribù a fuggire e a raggiungere il Mississippi, dove i Fox avrebbero nuovamente continuato a combattere i Missouri, gli Osage, i Sioux e altre tribù dell’ovest.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.