Five fingers

Un western atipico, duro e violento, dalle atmosfere gotiche e con forti contaminazioni horror. Luca Barbieri estrae dal cilindro cinque storie da brivido e le cuce insieme in modo originale, conducendo il lettore in una tetra esplorazione delle oscure regioni della Frontiera e dell’animo umano.
Scorrendo le pagine di questo libro il pensiero vola immediatamente al romanziere texano Joe Lansdale e ai suoi bizzarri personaggi sputati fuori dal ventre di un West selvaggio e scellerato, ma Barbieri guarda sicuramente anche ai polverosi paesaggi descritti da Cormac McCarthy, ai solitari cavalleggeri di Gordon Shireffs, agli indomabili guerrieri indiani di Elmore Leonard, alle inquietanti “storie di soldati” di Ambrose Bierce.
A ben vedere, però, i racconti stranianti di questo romanzo/antologia, pur rimanendo fedeli ai modelli anglosassoni ora citati, si fanno alla fine riconoscere per quel che sono: un omaggio al Far West tutto italiano, ancor più epico e devoto al Mito di quanto potessero esserlo i film di Sergio Leone; un’esaltazione di un luogo che forse non è mai esistito se non nella fantasia, e cioè una Frontiera da incubo che incarna l’emozione dell’ultima Umana Avventura; un western che in fondo è come il Borneo di Salgari, insomma. E’ in ogni caso evidente che Barbieri di West deve averne masticato parecchio, da Tex a Magico Vento, da John Ford a Clint Eastwood (e qualcosa dovrebbero saperne anche i lettori di questo sito che hanno potuto leggere i suoi articoli), ed è piuttosto bravo nel disseminare numerose citazioni di libri, fumetti e film lungo il suo labirintico sentiero narrativo, citazioni che sono a volte perfettamente palesi a volte nascoste dannatamente bene nelle pieghe del racconto. Trovarle tutte potrebbe essere una sfida interessante…
Della trama non voglio svelare niente, se non che le storie hanno per filo conduttore un’insolita e affascinante interpretazione del valore simbolico di ciascun dito della mano (da qui il titolo). Cinque dita, quindi cinque storie: cinque racconti epici come le gesta narrate dai cowboys intorno ai fuochi da campo e crudeli come le vite dei pionieri in terra di Frontiera, implacabili come i pistoleri del vecchio West e onirici come le leggende dei nativi americani; cinque colpi di Colt scaricati addosso ad assassini sanguinari, a impiccati che non vogliono morire, ad indiani misteriosi e a mostri partoriti dal freddo e dall’angoscia; cinque rasoiate che squarciano il velo su di un West cupo e terribile dove non esistono eroi né salvezza; in breve, cinque dita che vi afferreranno alla gola per non lasciarvi più andare!
Un consiglio prima di concludere: se vi sono piaciuti gli articoli di Barbieri sul caro, vecchio West non potete assolutamente perdervi questo suo libro!

Il libro è acquistabile anche su internet consultando il sito IL FOGLIO LETTERARIO

Autore: Luca Barbieri

Editore: Edizioni Il Foglio Letterario

Pregi: Prezzo abbastanza contenuto. Prosa ottima. Idee molto originali.

Prezzo: Euro 15

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.