Evett Dumas Nix, U.S. Marshal

A cura di Omar Vicari

Evett Dumas Nix
Nel 1915, nelle sale delle varie città americane veniva proiettato un film dell’allora nascente industria cinematografica. La pellicola in questione, alla cui produzione e lavorazione parteciparono un paio di ex fuorilegge del vecchio west e diversi Marshals allora ancora in servizio, aveva come titolo “ Passing of the Oklahoma outlaws”, ovvero “La cavalcata degli ultimi fuorilegge dell’Oklahoma”.
Gli uomini di legge coinvolti nella lavorazione del film erano Bill Tilghman, Chris Madsen, Bud Ledbetter ed Evett D. Nix che interpretarono loro stessi. Tra i fuorilegge spiccava il nome di “Arkansas” Tom Daugherty, quello che a Ingalls (Oklahoma) aveva ucciso il Deputy Tom Hueston.
Evett Dumas Nix era stato Marshal degli Stati Uniti per il Territorio dell’Oklahoma dal 1893 al 1896. Chris Madsen e Bill Tilghman avevano servito col grado di Deputy Marshal sotto Evett Nix.
I nomi di Tilghman e di Madsen, assieme a quello di Heck Thomas, erano da tempo entrati nella leggenda come i “ Tre guardiani” del giudice Isaac Parker di Fort Smith (Arkansas).
Heck Thomas non aveva partecipato alla lavorazione del film unicamente perché era già morto nel 1912.
“Arkansas” Tom Daugherty
Il film e i molti libri pubblicati al momento della programmazione della pellicola, avevano diffuso la storia di Evett Nix e dei tre Deputies da un capo all’altro dell’America.
Uno di questi libri, “Oklahoma Outlaws”, scritto da Richard S. Graves, fu pubblicato nel 1915 e fu distribuito principalmente nelle zone in cui il film veniva proiettato.
Due altri libri, “The life and practise of the wild and modern indians” e “Outlaws days”, rispettivamente di J. A. Newson e Zoe Tilghman, furono pubblicati nel 1923 e 1926. Questi tre libri crearono le basi per un certo numero di altri libri che trattavano la vita dei fuorilegge dell’Oklahoma e dei Marshal che li combatterono.
Tralascio deliberatamente le figure di Tilghman, Madsen e Thomas, sui quali mi sono già soffermato in passato. Focalizziamo invece la nostra attenzione su Evett D. Nix, il Marshal che ha coordinato tra il 1893 e il 1896 le azioni dei Deputies suddetti, una figura che a torto ha avuto meno risalto rispetto ad altri nelle vicende di quegli ultimi anni della frontiera.
Le notizie sulla vita di quest’uomo di legge sono assai scarse. Nato nel 1861 nel Kentucky, figlio di un Vice Sceriffo, in gioventù lavorò nella fattoria del padre per gestire poi una drogheria. Col tempo divenne un rappresentante di commercio e nel 1885 a Paducah (Kentucky) sposò Ellen Felts.


Evett Nix con Heck Thomas, Bill Tilghman e Chris Madsen

Evett Nix e la moglie arrivarono a Guthrie nel Territorio dell’Oklahoma nel 1889.
Al censimento del 1890, a Guthrie, Nix risultava nelle liste cittadine come proprietario di una drogheria. Certamente una persona rispettabile con amici importanti come ad esempio Oscar Halsell, un ranchero alle cui dipendenze era stato per un certo tempo persino Bill Doolin e altri fuorilegge che più avanti sarebbero stati coinvolti nella famosa battaglia di Ingalls nel 1893.
Uno di questi libri, “Oklahoma Outlaws”, scritto da Richard S. Graves, fu pubblicato nel 1915 e fu distribuito principalmente nelle zone in cui il film veniva proiettato.
Due altri libri, “The life and practise of the wild and modern indians” e “Outlaws days”, rispettivamente di J. A. Newson e Zoe Tilghman, furono pubblicati nel 1923 e 1926. Questi tre libri crearono le basi per un certo numero di altri libri che trattavano la vita dei fuorilegge dell’Oklahoma e dei Marshal che li combatterono.
Tralascio deliberatamente le figure di Tilghman, Madsen e Thomas, sui quali mi sono già soffermato in passato. Focalizziamo invece la nostra attenzione su Evett D. Nix, il Marshal che ha coordinato tra il 1893 e il 1896 le azioni dei Deputies suddetti, una figura che a torto ha avuto meno risalto rispetto ad altri nelle vicende di quegli ultimi anni della frontiera.


Guthrie (Oklahoma) la corsa del 1889

Le notizie sulla vita di quest’uomo di legge sono assai scarse. Nato nel 1861 nel Kentucky, figlio di un Vice Sceriffo, in gioventù lavorò nella fattoria del padre per gestire poi una drogheria. Col tempo divenne un rappresentante di commercio e nel 1885 a Paducah (Kentucky) sposò Ellen Felts.
Evett Nix e la moglie arrivarono a Guthrie nel Territorio dell’Oklahoma nel 1889.
Al censimento del 1890, a Guthrie, Nix risultava nelle liste cittadine come proprietario di una drogheria. Certamente una persona rispettabile con amici importanti come ad esempio Oscar Halsell, un ranchero alle cui dipendenze era stato per un certo tempo persino Bill Doolin e altri fuorilegge che più avanti sarebbero stati coinvolti nella famosa battaglia di Ingalls nel 1893.
Nel 1893, assieme a una dozzina di persone, Evett Nix fu scelto quale possibile candidato per il posto di Marshal di Guthrie.


Evett D. Nix in seconda fila assieme ai suoi Deputies

Il 1° luglio 1893 Evett Nix venne eletto e la sua prima preoccupazione fu quella di nominare nuovi Deputies assieme allo staff del suo ufficio. Neanche una settimana dopo la nomina, il 6 di luglio, Nix aveva nominato almeno trenta nuovi Deputies.
A quel tempo la banda Doolin-Dalton operava a pieno ritmo commettendo rapine a banche e treni in Oklahoma, Texas e Arkansas.
Da quelle finestre “Arkansas” Tom Daugherty uccise il Deputy Tom Hueston
I fuorilegge avevano il loro rifugio a Ingalls, un posto sperduto dell’Oklahoma.
Evett Nix non sprecò tempo nell’organizzare una squadra con l’intento di intrappolare i fuorilegge in quella sperduta località dell’Oklahoma. Col Deputy Marshal John Hixon al comando, Evett Nixon inviò una squadra di quaranta uomini a Ingalls.
Il 1° settembre 1893, in quella che sarebbe diventata nota come la “Battaglia di Ingalls”, tre dei suoi Deputy, Thomas Hueston, Richard Speed e Lafayette Shadley furono uccisi nel corso della sparatoria.
Tre fuorilegge, “ Bittercreek” Newcomb, Charley Pierce e “ Dinamite Dan” Clifton furono feriti ma riuscirono a scappare. Un altro fuorilegge, “Arkansas” Tom Daugherty, benché malato e impossibilitato a muoversi, riuscì col suo winchester a uccidere uno dei Deputy, ma venne catturato.
Tom Daugherty sparava dal piano superiore del saloon e per stanarlo ci volle la dinamite tirata da Jim Masterson, fratello del più noto Bat.
Nella battaglia fu ferito anche un certo Murray, proprietario del saloon accorso a dar man forte ai fuorilegge.


Deputy Lafayette Shadley ucciso da Bill Dalton; Deputy Thomas Hueston ucciso da Tom Daugherty; Deputy Richard Speed ucciso da Bill Doolin

Eccetto Daugherty che fu imprigionato a Guthrie, tutti i fuorilegge riuscirono a scappare.
Non contento del risultato, Evett Nix organizzò in seguito una squadra di cento uomini che comprendeva anche Bill Tilghman, Chris Madsen e Heck Thomas.
Questa formidabile forza fece terra bruciata attorno ai fuorilegge e, nel 1898 la banda Doolin, eliminati fisicamente i componenti, in pratica non esisteva più con l’eccezione di “Arkansas” Tom Daugherty che si trovava in prigione.
Dopo il suo rilascio, Daugherty, dopo un certo periodo, tornò a delinquere e venne ucciso anni dopo nel corso di una rapina a Joplin nel Missouri.
Due anni dopo la battaglia di Ingalls, Murray, il proprietario del saloon chiese i danni per le ferite riportate nello scontro. Evett Nix scrisse allora al Procuratore Generale Judson Harmon affermando che Murray, assieme ad altri cittadini, aveva rifornito di munizioni i banditi, aveva curato i loro cavalli e aveva facilitato la loro fuga.
Evett Nix continuò affermando che Murray, appena dopo che i fuorilegge erano fuggiti, venne fuori imbracciando un winchester col quale iniziò a sparare e che i suoi Deputies lo colpirono allora due volte al braccio. La lettera di Nix è tuttora conservata presso l’archivio nazionale degli Stati Uniti.


Evett Nix, Al Jennings e Chris Madsen nel 1937

Evett D. Nix lasciò il suo incarico nel 1896 dopo che venne accusato di aver abusato dei fondi dello Stato. Molti ora credono che Nix rimase vittima dei soliti intrallazzi politici a livello locale.
Lasciato l’incarico, Nix tornò al suo vecchio lavoro di commerciante a Guthrie.
Nel 1929 Nix fu coautore del libro “Oklahombres” nel quale rese pubbliche le azioni intraprese contro la banda Doolin e contro altri fuorilegge come Al Jennings. Questi, assieme al fratello Frank, tentò senza successo di rinverdire le imprese della banda Doolin. Questo fuorilegge, uno degli ultimi del vecchio west, arrivò a vivere sino ai nostri giorni. Al Jennings si spense quasi centenario nel 1961. Evett D. Nix si spense nel 1946. E’ sepolto a Paducah nel Kentucky.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.