Quella strana fotografia di Doc Holliday

A cura di Omar Vicari

Il viso di Doc Holliday
La fotografia che vi mostriamo più sotto è l’unica foto che ritrae un ancor giovane John Henry Holliday con uno strumento da odontoiatra in mano.
La foto, autentica, probabilmente presa attorno al 1870, è stata trovata per caso nel bagagliaio di una vecchia macchina, una Chevrolet, comprata per la modica somma di 300 dollari circa una quindicina di anni fa.
Una foto che ha indubbiamente cambiato la vita a Gary Dunlap, l’uomo che ne è venuto in possesso per un caso fortuito.
Dunlap, per questo fatto, ha avuto uno spazio importante sulle colonne della cronaca del giornale locale “The Californian”.
La foto è rimasta segregata nel cassetto del suo comodino per più di dieci anni, sino a che un giorno il Dott. Scott Swank, curatore dello Smithsonian Institute in associazione col Dott. Samuel D. Harris del National Museum of Dentistry presso l’Università del Maryland, hanno riconosciuto nientemeno che Doc Holliday in quel giovane uomo con i folti baffi, gli occhi un po’ stralunati e una bombetta in testa.
La cosa che rende speciale e unica la fotografia è che Doc Holliday, invece di avere in mano una colt, come in genere era usuale fare nella sua carriera sulla frontiera, tiene per le mani uno strumento da odontoiatra e precisamente un forcipe da estrazione.
“E’ il classico tipo di odontoiatra non affidabile”, disse il Dott. Scott Swank. Un dentista di un certo rispetto non poteva essere anche un pistolero frequentatore di saloon ambigui di certe città di frontiera.
Il destino di John Henry Holliday cambiò radicalmente quando contrasse la tubercolosi, una malattia che a quel tempo non lasciava scampo. Egli sapeva che non sarebbe vissuto a lungo avendo visto la madre soffrire e morire a causa della stessa malattia.
Holliday, disse Swank, sostenne sicuramente nella sua carriera di gunfighter più scontri di quanti ne avrebbe sostenuti se non fosse stato malato. In altre parole non gli importava di morire e quindi affrontava gli avversari sapendo che non aveva nulla o poco da perdere.


La rara fotografia di Doc Holliday

I pochi pazienti che si rivolgevano alle sue cure, non apprezzavano un odontoiatra che continuamente tossiva sulle loro facce. I vari studi medici, dove egli praticò, fallirono miseramente. I suoi scarsi guadagni, uniti alla determinazione di spostarsi verso zone più consone al suo stato di salute, lo spinsero all’ovest.
Holliday raggiunse quindi il west, dove iniziò a guadagnarsi da vivere frequentando i tavoli da gioco dei vari saloon di tutte le città in cui mise piede. In una di queste città, precisamente Fort Griffin in Texas, Holliday fece la conoscenza del suo unico vero amico, Wyatt Earp.
Il museo del Dott. Swank possiede una copia della foto di Dunlap.
Molti odontoiatri, dice Swank, vengono in visita al museo per vedere nella foto quello che un tempo é, stato un loro collega, un uomo che avrebbe potuto svolgere la professione con una certa etica e che invece col tempo si è trasformato in un micidiale pistolero.
Questa copia però è tutto quello che abbiamo, dice il Dott. Swank.
Per quanto ne sappiamo, questa è la sola foto nella quale Holliday è ritratto con uno strumento da dentista in mano e questo ha reso la fotografia un documento molto interessante.
Gary Dunlap ha stampato circa mille copie della foto originale quando ha capito che avrebbe potuto ricavarne dei soldi. Cento di queste copie, più grandi, sono state vendute a settantacinque dollari l’una. Le altre, più piccole di dimensione, sono state vendute a otto dollari l’una.
E l’originale? Non ha prezzo, ha detto Gary Dunlap.

Condividi l'articolo!

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.