La “Mason County Hoo Doo War”

A cura di Isabella Squillari

Il furto di bestiame e le severe misure di cui erano oggetto i presunti ladri erano forse tra le cause della guerra nella contea di Mason, ma ben presto questa violenta faida texana divenne, più che un conflitto etnico, una guerra sempre più estesa. Tutto ebbe inizio con quella che venne definita l’invasione tedesca del Texas e che ebbe inizio nel 1840 a causa delle enormi difficoltà che la Germania attraversava in quel periodo, grazie anche all’incoraggiamento che i componenti dell’Adelsverein Society operavano nei confronti dell’immigrazione.
Dopo aver considerato brevemente la possibilità di vivere sulle coste del Golfo del Messico, i tedeschi avanzarono verso il Texas inseguendo la speranza di una terra generosa, dapprima a New Braunfels e poi a Fredericksburg, i luoghi in cui essi stabilirono i loro primi insediamenti.
Nel 1848 il colonizzatore John O. Meusebach condusse i primi agricoltori giunti dalla Germania verso la zona a nord della città di Fredericksburg. Stabilendosi nel luglio 1851 a Fort Mason (tra i fiumi San Saba e Llano nella zona di Post Oak Hill, vicino ai torrenti Comanche e Centennial), molti coloni tedeschi si ritrovarono in quella che soltanto sette anni più tardi sarebbe diventata la Contea di Mason.
Nel frattempo i coloni anglo-americani furono messi in fuga verso Hill Country, e in un primo tempo ci furono sporadici contatti amichevoli tra i due gruppi. I tedeschi e gli anglo-texani parlavano lingue differenti, avevano un diverso credo religioso e avevano usanze ed abitudini molto diverse. Queste diversità furono causa di attrito, così come il fatto che gli immigrati tedeschi occupavano molte delle terre migliori.
Tuttavia i due gruppi trovarono un buon motivo per collaborare: ambedue le etnie erano costituite da un numero ridotto di coloni, e la minaccia degli indiani ostili si faceva sempre più incombente. Lo prova il fatto che nel 1860, verso la fine di febbraio, il primo sceriffo della Contea di Mason, Thomas Milligan, venne assassinato da alcuni predoni indiani mentre si stava occupando di alcuni cavalli e muli alla periferia della città di Mason.
Ma la Guerra Civile e la secessione allontanarono ulteriormente i due gruppi l’uno dall’altro. Il Texas votò in favore della secessione con una maggioranza schiacciante, ma nella Contea di Mason il voto fu di 77 contro 2 a favore dell’Unione. Loyal Valley (Valle Fedele), 16 miglia a sud della città di Mason, deve il suo nome al fatto che i coloni tedeschi che abitavano quel luogo non abbandonarono l’Unione. I sostenitori degli stati confederati consideravano gli agricoltori tedeschi come una minaccia.
Sebbene a quel tempo non vi fossero stati atti di violenza nella contea di Mason, diversi attacchi vennero sferrati nei confronti dei tedeschi in altre parti del Texas, facendo crescere ovunque il risentimento.


Un cippo ricorda la fondazione di Fort Mason

Dopo la guerra, la ricostruzione si presentò difficile per molti texani, ma nella contea di Mason tutto scorreva in un clima di relativa tranquillità, mentre le truppe di stanza a Fort Mason mantenevano la pace. Quando l’esercito abbandonò il forte nel marzo 1869, il mantenimento della pace venne affidato completamente ai tutori della legge locali e ai giudici. Come testimoniato da molti abitanti del Texas, queste cariche furono ricoperte da troppi ex-soldati dell’Unione, ma questo non rappresentò un problema per la sempre crescente popolazione locale. Ambedue i censimenti del 1860 e del 1870 registrarono soltanto 650 residenti nella contea di Mason. Verso la fine degli anni 60 allevare e vendere bestiame in Texas divenne un’iniziativa molto redditizia, che proliferò anche negli anni 70. Migliaia di longhorn ogni anno venivano trasportati via ferrovia verso le città del Kansas. Il bestiame era diventato la maggiore risorsa da esportazione per il Texas, ed alcuni allevatori inglesi fecero molto di più che occuparsi semplicemente della crescita dei loro capi, ponendo molta attenzione nel marchiare essi stessi i loro animali per poi condurli al mercato. Il bestiame spesso girovagava nelle praterie, e gli allevatori onesti , dopo aver radunato come al solito il proprio bestiame e quello randagio, ospitavano gli animali smarriti insieme ai loro, mettevano in giro la voce del ritrovamento, aspettando che si presentasse il proprietario per identificare i propri capi. Nel frattempo, un numero considerevole di capi di bestiame rubati comparvero lungo la frontiera del Texas, e la Contea di Mason non faceva certo eccezione. I tedeschi generalmente avevano piccole mandrie di bestiame addomesticato, e lamentavano di aver perso i loro animali randagi a causa dei ladri di bestiame e dei cowboy.

Condividi l'articolo!

Pagine di questo articolo: 1 2 3

Commenti

Vuoi scrivere qualcosa? Usa i commenti!

Devi eseguire il log-in per inserire un messaggio.