Cavallo Pazzo e Custer

A cura di Sergio Mura

Nel giro di venti minuti, tra spari, frecce e polvere tutto era finito e Custer e i suoi 225 soldati erano morti.

In questo libro si porta avanti un bellissimo e suggestivo parallelo tra la vita del grande condottiero indiano e il giovane e brillante ufficiale dell’esercito americano. In effetti sono nati nello stesso periodo, hanno avuto successo come condottieri dei loro popoli e sono morti a breve distanza di tempo uno dall’altro più o meno alla stessa età.

E’ un’occasione ghiotta per studiare a fondo le società di appartenenza e i fatti che hanno condotto due persone così diverse a percorrere strade tutto sommato molto simili. Leggi il resto

Il problema indiano secondo Alexis De Tocqueville

Alexis De Tocqueville
L’inattesa morte del famosissimo capo indiano Tecumseh, sul finire di una parte importante delle prime guerre indiane di frontiera, non lasciò tutti i bianchi indifferenti o felici. In quegli anni si trovava in America Alexis De Tocqueville, il famoso filosofo, storico e politico francese. L’osservazione diretta dei maltrattamenti che venivano riservati agli indiani e, in generale, la constatazione che a monte vi fosse una sorta di piano preordinato per spazzare via gli indigeni da quel continente, spinse De Tocqueville a scrivere pagine durissime.
Tra le tante cose dirette ad evidenziare la superiorità della razza europea e a sottolineare l’abisso del male in cui era sprofondato l’uomo di colore a causa della schiavitù, De Tocqueville si soffermò a lungo sulla condizione indiana. Leggi il resto