Sergio Leone e lo “Spaghetti Western”

A cura di Elio Marracci

Sergio Leone sul set
“Quando scatta in me l’idea di un nuovo film ne sono totalmente assorbito e vivo maniacalmente per quell’idea. Mangio e penso al film, cammino e penso al film, vado al cinema e non vedo il film proiettato ma vedo il mio…” Questa frase tratta da un’intervista al grande Sergio Leone ci mostra come quest’uomo avesse una grande passione per il cinema, la stessa passione di cui è impregnato ogni suo film. Infatti, solo un uomo che ha una grande passione per quello che fa può riuscire a passare alla storia del cinema e ad essere il capostipite di un genere, lo spaghetti western. Leggi il resto

Capo Seattle

A cura di Paolo Andreucci e Big Jake

Capo SeattleCapo Seattle
Capo Seattle nacque forse nel 1786. Il suo nome era in origine See-Yahtlh almeno per la sua gente. Il suo padre era un celebre leader e capo di guerra. Ma sua madre era una schiava, al punto che lui stesso è stato considerato di “nascita bassa”. Nel periodo della sua nascita, la zona di Puget Sound fu sconvolta dal vaiolo, malattia portata dall’uomo bianco che gli venne contagiata ancor prima che potessero vedere un solo uomo bianco. Ebbero però occasione di vederne le grandi navi di passaggio in una delle rade del posto. Gli indiani unirono questi segni in una conferma che la fine del mondo era arrivata e, sicuramente, con l’avanzata dei bianchi, il loro mondo volgeva effettivamente al termine. Leggi il resto

Il popolo di Joara

A cura di Gianni Albertoli

Quando il Juan Pardo lasciò “Aracuchi”, il villaggio più settentrionale dei popoli Muskhogean, posto sul fiume Catawba, sarebbe entrato in un territorio sotto il controllo di Joara Mico, un capo importante i cui domini erano in forte espansione. Joara controllava un largo territorio che comprendeva aree appartenenti a popolazioni di lingua Siouan, Iroquian e probabilmente anche Yuchian. Il Pardo aveva visitato anche il villaggio di Otari, abitato da genti di etnia Catawba, e posto a ovest di Charlotte (North Carolina) presso la giunzione dei fiumi Catawba e South Fork. Qui, il Bandera, uno dei cronisti della spedizione, diceva che “Otariyatika” era il nome di un “cacique”, ma anche il nome di un territorio. Leggi il resto