Sentieri di polvere

“Sentieri di polvere” ricostruisce, attraverso una rigorosa documentazione storica, il periodo più cruento delle guerre combattute tra l’esercito degli Stati Uniti e letribù pellerossa del West.
Domenico Rizzi spazza via tutti i luoghi comuni su cui ha fatto affidamento la leggenda per diffondersi tra i lettori, privilegiando l’analisi storica e storiografica schietta e attendibile. Così vengono restituiti alle loro giuste proporzioni i personaggi che un tempo sono stati osannati dalla letteratura e dal cinema per poi finire in un triste dimenticatoio o, addirittura, ingiustamente denigrati da un revisionismo storico certamente di parte.
Il libro, che riporta in appendice tutte le principali battaglie combattute dal 1865 al 1890, contiene l’analisi obiettiva della vita militare. Leggi il resto

Cavallo Pazzo. Il grande condottiero di Little Bighorn

Cavallo Pazzo è uno dei pochissimi capi indiani il cui nome sia universalmente noto e deve la sua fama principalmente alla straordinaria vittoria che riuscì a conseguire a Little Bighorn, alla testa di un esercito di indiani Lakota e Cheyenne, sul reggimento dell’esercito americano guidato dal generale Custer.
Grazie a quella celeberrima impresa, che pure non ebbe risultati duraturi, tanto che Cavallo Pazzo si arrese ai bianchi meno di un anno dopo, il grande capo Lakota occupa un posto ben preciso nell’immaginario di tutti noi, appassionati o meno dell’epopea western.
La sua figura storica, tuttavia, è molto meno nitida di quella che ci consegna il mito, e questa biografia di Kingsley M. Bray tenta di ricostruirla in modo attendibile. Leggi il resto

Le “Badlands” ritornano ai Sioux

A cura di Vittorio Zucconi

Le “Badlands”
Le terre di desolata e stupenda bellezza, dove tra resti fossili dei dinosauri crescono soltanto leggende di guerrieri e spettri di bambini uccisi, torneranno a essere abitate dai loro legittimi proprietari, dai nipoti di Nuvola Rossa, di Piccolo Grande Uomo e soprattutto dallo spirito di colui che su di esse regna e aleggia, da Cavallo Pazzo.
Seicento chilometri quadrati di Badlands in South Dakota, di male terre impossibili da coltivare e difficilissime da attraversare per chi non ne conosca le trappole e i crepacci di sabbia, dove avvenne l’ultima strage di Oglala Sioux a Wounded Knee 118 anni or sono, saranno restituite dall’Esercito degli Stati Uniti che le aveva requisite come poligono di tiro per l’artiglieria, agli Oglala della riserva di Pine Ridge. Leggi il resto

Il carro magico

A cura di Luca Barbieri

Dopo anni di ferventi preghiere, finalmente il miracolo si è compiuto: arriva in Italia il western bizzarro e grottesco di Joe Lansdale (“L’anno dell’uragano”, “Fiamma fredda”, “In fondo alla palude”, “Tramonto e polvere”, solo per citare alcuni degli innumerevoli capolavori del maestro texano). Ne avevamo già avuto qualche tiepido assaggio a strisce con i fumetti di Jonah Hex e con il francamente poco riuscito adattamento della Dark Horse “Dead in the west”, ma sembravano solamente pochi spiccioli elemosinati ad un affamato mendicante. Arriva invece ora per i tipi della Fanucci un vero e proprio “cult-book” scritto nell’ormai lontano 1986: si tratta de “Il carro magico”, un affascinante viaggio nel selvaggio West sulle traballanti ruote di un carro costruito (in parte) con legname abitato da vendicativi spiriti indiani (in quanto ricavato da pini sacri abbattuti sulle Black Hills). Leggi il resto